Terremoto oggi Reggio Emilia M 3.0/ Ultime notizie, tre scosse nel Reggiano

- Davide Giancristofaro Alberti

L’Ingv ha segnalato una scossa di terremoto nella giornata di oggi in provincia di Reggio Emilia con una magnitudo di 3.0 gradi sulla scala Richter

terremoto Reggio Emilia
Terremoto oggi in provincia di Reggio Emilia (mappa INGV, 2022)

C’è una nuova scossa di terremoto che si è verificata oggi in Italia, precisamente in quel della provincia di Reggio Emilia. Come comunicato poco fa dai professionisti dell’Ingv, il sisma è avvenuto alle ore 12:50 ed è stato localizzato in un epicentro a tre chilometri a nord est della località di Bagnolo in Piano, nel reggiano. L’evento tellurico è stato significato, avendo avuto una magnitudo di 3.0 gradi sulla scala Richter, mentre le sue coordinate geografiche (lat, lon) 44.7870, 10.6880 ad una profondità di 3 km.

I comuni in zona segnalati dalla Sala Sismica INGV-Roma sono quelli di Novellara, Correggio, Cadelbosco di Sopra, Campagnola Emilia e Rio Saliceto. Reggio Emilia risulta invece essere la città più vicina all’epicentro del terremoto di oggi, distante 11 chilometri, con Carpi a 16 chilometri e Modena a 24. Da segnalare che nella stessa zona si sono verificati altre due scosse di terremoto oggi, leggasi una alle 10:23 di magnitudo 2.8 gradi e una di magnitudo 2.2 alle 12:43. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

TERREMOTO OGGI AVELLINO M 2.6, INGV ULTIME NOTIZIE, EPICENTRO A NUSCO

Oggi un terremoto di magnitudo ML 2.6 ha fatto tremare la terra in provincia di Avellino. Più precisamente, il sisma è avvenuto nella zona 3 km E Nusco (AV), alle ore 9:38 con coordinate geografiche (lat, lon) 40.8830, 15.1240 ad una profondità di 11 km. Il terremoto è stato localizzato dalla Sala Sismica INGV-Roma. Nessun danno a persone o cose sono stati registrati: infatti la scossa, relativamente leggera, non ha provocato grande preoccupazione nella popolazione. Al momento si tratta dell’unica scossa registrata in zona: dunque potrebbe trattarsi di un caso isolato senza sciami sismici. (agg. JC)

TERREMOTO OGGI TIRRENO, SCOSSA 3.6

Quali sono state le scosse di terremoto oggi, lunedì 4 luglio 2022? Secondo quanto segnalato dall’Ingv, l’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, che ogni giorno registra i vari movimenti tellurici sparsi per il globo, l’ultimo evento degno di nota è stato quello avvenuto nel Tirreno Meridionale, in mare aperto, alle ore 6:18 di oggi con una magnitudo di 3.6 gradi sulla scala Richter, evento tellurico verificatosi a diverse miglia dalla terra ferma, indicativamente fra Sicilia e Calabria. Da segnalare anche uno sciame sismico lungo la costa toscana, ben 4 scosse fra le 7:15 e le 8:13, con una magnitudo compresa fra 2.1 gradi e 2.5. Un altro terremoto è stato localizzato oggi nel mar Ionio Meridionale, in mare aperto, alle ore 3:59 della notte passata, fra domenica 3 e lunedì 4 luglio 2022.

Il sisma ha avuto una magnitudo di 1.8 gradi sulla scala Richter ed è stato localizzato di preciso in una zona con coordinate geografiche pari a 37.2630 gradi di latitudine, 15.8460 di longitudine, e una profondità di 10 chilometri sotto il livello del mare. Secondo quanto segnalato dalla Sala Sismica INGV-Roma, non vi sono Comuni in zona visto che il terremoto è avvenuto in mare aperto, mentre la città più vicina è risultata essere Siracusa, distante 54 chilometri dall’epicentro, con Acireale a 72, quindi Catania a 72 e Reggio Calabria a 96.

TERREMOTO OGGI A MACERATA, SCOSSA DI M 1.6: I DETTAGLI INGV

L’Ingv ha segnalato un’altra scossa di terremoto avvenuta oggi a due chilometri a nord di Penna San Giovanni, nelle Marche, in provincia di Macerata. In questo caso il sisma è stato di magnitudo 1.6 gradi sulla scala Richter, ed è stato registrato alle ore 1:17 di notte, in un epicentro con coordinate geografiche (lat, lon) 43.0730, 13.4250 ad una profondità di 25 km.

Stando a quanto segnalato dalla Sala Sismica INGV-Roma, in zona si trovano i comuni di Sant’Angelo in Pontano, Monte San Martino, Servigliano, Falerone e Gualdo, paesi della provincia di Fermo e Macerata, mentre le città più vicine risultano essere Teramo, Foligno, Ancona e L’Aquila, distanti rispettivamente 51, 60, 61 e 80 chilometri dalla zona del sisma. Nessun’altra scossa di terremoto rilevante è stata registrata oggi, e quelle elencate sopra non hanno ovviamente causato alcun danno agli edifici e alle vie di comunicazione, ne tanto meno dei feriti, vista la loro moderatezza. Saremo pronti ad aggiornarvi in caso di ulteriori movimenti tellurici importanti.





© RIPRODUZIONE RISERVATA