Miguel Angel Lopez caduto per tifoso/ Video, prima lo prende a schiaffi: poi le scuse

- Dario D'Angelo

Caduta Miguel Angel Lopez: lo scalatore Astana atterrato da un tifoso che correva a bordo strada. Video: la reazione dopo la follia.

miguel angel lopez 2019 twitter
Miguel Angel Lopez, foto Twitter

Una scena destinata ad entrare nella storia, purtroppo negativamente, quella verificatasi oggi al Giro d’Italia con Miguel Anguel Lopez, lo scalatore colombiano caduto a causa di un tifoso nelle fasi salienti della ultima tappa. E’ stato lo stesso corridore Astana, che aveva reagito prendendo a schiaffi il ragazzo colpevole di questa condotta a dir poco imprudente, a volersi comunque scusare per lo spettacolo offerto in corsa in reazione all’accaduto. Intervistato ai microfoni di Rai Sport, il “Pittore”, Miguel Angel Lopez ha dichiarato:”Ero pieno di adrenalina, mi dispiace per quello che è successo. Però ci vuole maggiore rispetto per i corridori”. Un commento da incorniciare: purtroppo, infatti, non è la prima volta che tifosi, o presunti tali, guastano lo spettacolo della corsa. Qualche esempio? La pratica incivile di usare fumogeni in altura che altro non fanno se non complicare la respirazione dei corridori già stremati dallo sforzo. (agg. di Dario D’Angelo)

MIGUEL ANGEL LOPEZ PRENDE A SCHIAFFI UN TIFOSO

Momenti di tensione al Giro d’Italia: nell’ultima ascesa un tifoso ha infatti affiancato i corridori provocando la caduta di Miguel Angel Lopez. Mancavano 5,8 km al traguardo di Croce D’Aune Ponte Avena quando il corridore dell’Astana è finito per terra dovendo rinunciare ai suoi sogni di gloria. La reazione dello scalatore colombiano, che in quel momento si trovava insieme a Primoz Roglic con l’intento di recuperare sul gruppo Carapaz di cui faceva parte anche Vincenzo Nibali, è stata veemente. Lopez ha infatti iniziato a mulinare le braccia nei confronti del tifoso – se così si può chiamarlo – che nel frattempo era a sua volta caduto sull’asfalto. Che qualcosa fosse andato storto lo si è capito durante la diretta della tappa, quando si è visto un cappellino per strada: a quel punto era chiaro che a fermare l’avanzata di Lopez non era stato un guasto meccanico bensì il gesto folle di uno pseudotifoso.

LA DINAMICA DELLA CADUTA DI MIGUEL ANGEL LOPEZ

Lopez, evidentemente scosso dall’accaduto, nel tentativo di montare nuovamente in sella ha cincischiato qualche secondo più del dovuto. Un altro tifoso ha tentato di spingerlo per ridare slancio alla sua azione ma è stato allontanato malamente da un gregario del colombiano, a conferma del nervosismo respirato in quei frangenti così concitati. La caduta di Lopez è stata determinata di fatto in maniera indiretta: il tifoso incriminato, infatti, stava correndo accanto ai corridori ma non si è accorto delle altre persone presenti a bordo strada come lui, andando a sbattere. Chi ha avuto la peggio nell’impatto è stato proprio “il pittore”, Miguel Angel Lopez, che a quel punto non ha trattenuto la rabbia e ha colpito con alcuni schiaffi il tifoso, un giovane, che evidentemente mortificato dalla sua condotta non ha replicato rimanendo a bordo strada. Unica consolazione per il team Astana la vittoria di tappa di Pello Bilbao.



© RIPRODUZIONE RISERVATA