TikTok, vendita vicina per 20-30 miliardi/ E Ceo Kevin Mayer si dimette

- Silvana Palazzo

TikTok, app verso vendita per 20-30 miliardi. Oggi l’annuncio delle dimissioni del Ceo Kevin Mayer: “Ambiente politico è cambiato”

tiktok pixabay 640x300
TikTok (Foto: Pixabay)

Prima l’annuncio delle dimissioni di Kevin Mayer, poi le indiscrezioni sull’imminente vendita. È una giornata ricca di novità per TikTok, la celebre app cinese al centro di un caso internazionale. Il momento della vendita delle attività statunitensi sembra vicino, infatti si parla di un prezzo dell’operazione che si aggira tra i 20 e i 30 miliardi di dollari. Gli sviluppatori cinesi di ByteDance potrebbero fare un annuncio la prossima settimana, secondo quanto riportato dall’emittente statunitense Cnbc. Tra i possibili acquirenti ci sono tre aziende tra cui figurano due emerse già in precedenza: i colossi informatici Microsoft e Oracle. Da settimane la piattaforma di condivisione video è protagonista di quest’operazione di cessione multimiliardaria forzata. C’è infatti un ordine esecutivo del presidente Donald Trump che ha imposto agli sviluppatori di cedere le porzioni di TikTok che gestiscono dati degli utenti statunitensi e di farlo ad un’azienda locale per salvaguardare le informazioni dei cittadini Usa.

TIKTOK, DIMISSIONI DEL CEO KEVIN MAYER

Nelle scorse ore, invece, sono arrivate le dimissioni dell’amministratore delegato di TikTok, Kevin Mayer, a causa delle pressioni dell’amministrazione Usa e delle accuse che l’app sia una «minaccia per la sicurezza nazionale statunitense». Il manager in una lettera ai dipendenti ha spiegato di aver preso questa decisione in quanto «l’ambiente politico è cambiato drasticamente». L’ex dirigente della Disney era entrato a far parte di TikTok come Ceo a maggio, prima della tempesta tra Usa e Cina. «Ci rendiamo conto che le dinamiche politiche degli ultimi mesi hanno cambiato in modo significativo la portata del ruolo di Kevin e rispettiamo pienamente la sua decisione. Lo ringraziamo per il suo tempo in azienda e gli facciamo i nostri migliori auguri», ha dichiarato un portavoce. Trump ora spinge affinché ByteDance venda l’app a Microsoft, entro metà settembre, e che chiuda qualsiasi ruolo non statunitense entro novembre. Nel weekend potrebbe essere raggiunto un accordo, ma si stanno ancora discutendo le offerte. C’è una terza azienda americana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA