TILL LINDEMANN DEI RAMMSTEIN HA CORONAVIRUS/ “Ricoverato per polmonite dopo…”

- Hedda Hopper

Till Lindemann ha il Coronavirus, come sta? Il cantante dei Rammstein è risultato positivo e adesso si trova in terapia intensiva, non è in pericolo di vita.

rammstein till video 640x300

Arrivano nuovi aggiornamenti sulle condizioni di Till Lindemann, frontman dei Rammstein: come vi abbiamo raccontato, il 57enne è ricoverato in terapia intensiva all’ospedale di Berlino dopo essere risultato positivo al coronavirus. La BILD ha reso noto che le sue condizioni sono gravi ma non è in pericolo di vita. Come già evidenziato, l’artista ha ravvisato i primi sintomi del Covid-19 dopo il concerto tenuto a Mosca il 15 marzo 2020. E non parliamo di un’esibizione qualsiasi: ha infatti destato scalpore la scelta di Lindemann e di Peter Tagtren di cantare e suonare dentro una gigante sfera di plastica, all’interno della quale era possibile muoversi sul palco ma che proteggeva da eventuali contatti con il pubblico. Un elemento scenico degno di nota, che però non sarebbe stato utilizzato per evitare contatti, almeno da quanto sostenuto dall’entourage degli artisti… (Aggiornamento di MB)

Till Lindemann dei Rammstein positivo al coronavirus

Till Lindemann ha il Coronavirus, o almeno è questo che annuncia oggi Bild. La notizia arriva dalla Germania e mette in ansia i fan della band dei Rammstein che adesso temono per il loro frontman. Secondo le informazioni di BILD sembra che il cantante sia attualmente in quarantena nell’unità di terapia intensiva di un ospedale di Berlino. Proprio nella città tedesca è tornato lo scorso 15 marzo dopo il suo concerto a Mosca e dopo il suo progetto che lo ha portato in Russia. Secondo i bene informati sembra che Till Lindemann abbia accusato i sintomi del influenzali tipici anche del Coronavirus e che per questo abbia chiamato i soccorsi. Secondo Bild è stata una squadra di emergenza a portato in ospedale per via di una febbre estremamente alta.

Till Lindemann ha il Coronavirus, come sta?

A quel punto il frontman dei Rammstein è stato sottoposto al test per il Coronavirus risultando positivo. Da quando gli è stata diagnosticata la polmonite, è stato immediatamente portato in terapia intensiva e messo in quarantena ma sembra che al momento non ci sia rischio per la sua vita e che il musicista abbia già iniziato a sentirsi meglio. Il frontman dei Rammstein è arrivato alla soglia dei suoi 60 anni e non si conoscono possibili patologie regresse e quindi non ci resta che attendere per capire come si evolverà la situazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA