Tiziano Ferro “Concerti? Speranze minime”/ “Non ci sono direttive, assurdo ma vero”

- Claudio Franceschini

Tiziano Ferro ha scritto su Instagram che le speranze di tenere i suoi concerti in estate sono ridotte al minimo, ma che non ci sono ancora direttive ufficiali e questo è assurdo.

Tiziano Ferro Sanremo serata finale lapresse 2020 640x300
Tiziano Ferro alla serata finale del Festival di Sanremo (Foto LaPresse)

Tiziano Ferro ha scritto un post su Instagram per parlare della situazione concerti: già lo scorso mese il cantautore di Latina si era esposto in prima persona esponendo il problema della cancellazione e sospensione degli spettacoli a causa della pandemia da Coronavirus, ma il suo intervento era stato male interpretato da parecchie persone che avevano creduto che nelle sue parole ci fosse il dispiacere per mancati guadagni personali. Ferro si riferiva invece, più che altro, a tutti gli addetti ai lavori che gravitano intorno ad un concerto e a un tour, un argomento che poi è stato ripreso da parecchi suoi colleghi; ora, il cantante ha voluto rivolgersi direttamente ai fan. Il 30 maggio, da Lignano Sabbiadoro, sarebbe dovuto partire il tour negli stadi che avrebbe dovuto toccare anche San Siro (6 giugno) per poi concludersi il 16 luglio all’Olimpico di Roma.

TIZIANO FERRO “CONCERTI? SPERANZE MINIME”

Questi concerti però non ci saranno, o meglio che è molto probabile che non ci siano: “Le speranze che ci siano concerti quest’estate sono ridotte al minimo, nulle direi” ha scritto su Instagram. Poi però ha anche “denunciato” la grande situazione di incertezza, ed è questo soprattutto l’oggetto del contendere da parte di tanti artisti che in questo momento non sanno materialmente se potranno esibirsi o meno – alcuni spettacoli invece sono già stati posticipati, ma appunto non tutti. “Stiamo aspettando nuove disposizioni governative e senza direttive non possiamo muoverci” ha scritto Tiziano Ferro, utilizzando anche i caratteri maiuscoli per sottolineare meglio il concetto. Il problema è proprio questo, come ha esplicitato lui stesso: senza notizie in merito a come procedere, i lavoratori e gli acquirenti non possono essere tutelati.

I concerti ufficialmente sono programmati: in mancanza di una disposizione ufficiale, sia essa in un senso o nell’altro, è anche impossibile chiedere il rimborso dei biglietti, avere la conferma che siano eventualmente validi per la data di “recupero” o muoversi in qualunque altra direzione. Per questa ragione Tiziano Ferro ha scritto che è “assurdo ma vero”, per poi riferire che ci sono migliaia di persone che attendono novità e che sono in tanti a chiedergli educatamente, giorno per giorno, cosa sarà dei suoi concerti negli stadi. Il cantautore pontino ha ribadito per tre volte “aspettiamo”, sottolineando anche che, non appena arriverà una risposta concreta, i suoi fan saranno i primi a essere informati sullo sviluppo di questa vicenda che sta diventando paradossale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA