Tommaso Zorzi Vs Er Faina/ Video: “Omofobia, sessismo e razzismo. Che schifo”

- Anna Montesano

Tommaso Zorzi attacca duramente Er Faina per le sue dichiarazioni sul mondo gay e non solo. L’accusa arriva su Instagram: ci sarà una replica?

Riccanza Deluxe
Tommaso Zorzi a Riccanza Deluxe (YouTube)

Tommaso Zorzi all’attacco contro Er Faina. L’influencer da oltre 800 mila follower si è scagliato contro Damiano per alcune affermazioni da lui fatte sul mondo gay. Ha infatti voluto riportare sul suo profilo Instagram una serie di video nei quali Er Faina dice la sua sugli omosessuali, esponendosi su temi delicati quali i figli in queste coppie. “Meglio crescere con due padri o con due madri che ti amano che dentro un orfanotrofio con le suore. Però non la chiamate famiglia, almeno io non ce la faccio a chiamarla così”, dice Damiano in un filmato. E ancora in un altro: “Sono capitato in mezzo ad un gay pride qui a Roma. Io non sono contro gay, anzi, sono favorevole alle loro libertà e ai matrimoni. Però non mi parlate di figli che mi incaz*o come una bestia!”

Tommaso Zorzi attacca Damiano Er Faina: “Che schifo!”

Insomma, Damiano “Er Faina” è chiaramente contrario all’adozione di figli in coppie gay che, per lui, non rappresenterebbero dunque una vera famiglia. Di fronte a queste dichiarazioni, Tommaso Zorzi non è riuscito a rimanere in silenzio. Dopo aver postato i video in questione – che non sono comunque recenti – ha commentato con una didascalia piuttosto pungente: “La prova lampante del fallimento del Darwinismo. Omofobia, sessismo e razzismo. Che schifo.” A Zorzi si sono aggiunti tanti dei suoi follower che hanno fortemente criticato le dichiarazioni di Er Faina. Tra i commenti infatti si legge: “Povero troglodita, non dategli ulteriore spazio.”, e ancora “Quanta ignoranza!” e molto altro. Damiano risponderà all’attacco di Tommaso?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

La prova lampante del fallimento del Darwinismo. Omofobia, sessismo e razzismo. Che schifo. (via @controlediscriminazioni)

Un post condiviso da Tommaso Zorzi (@tommasozorzi) in data:



© RIPRODUZIONE RISERVATA