Toni Capuozzo operato al cuore/ Paura per il giornalista: “non vi libererete di me”

- Niccolò Magnani

Toni Capuozzo operato al cuore, paura per il giornalista e inviato di guerra: “non vi libererete di me, questo vecchio cuore malandato funziona”

Toni Capuozzo
Toni Capuozzo operato al cuore (Facebook, 2019)
Pubblicità

Paura per il giornalista del Tg5 e inviato di guerra Toni Capuozzo, operato al cuore nelle scorse ore dopo che in questi giorni era letteralmente sparito dai social al solito molto frequentati dal mai banale cronista e commentatore. «Adesso, a cose fatte, posso dirvelo. Questo vecchio cuore malandato vi vuole bene, ma non vi libererete facilmente di me», scrive sui social ai propri followers con tanto di foto dal letto d’ospedale e saluto ironico “scacciapensieri”. Toni Capuozzo sta bene ora ma non lo è stato per parecchio tempo per problemi cardiaci che lo hanno costretto all’intervento nelle scorse ore; pare sia andato tutto bene e con la convalescenza tra qualche settimana potremmo di nuovo avere in piena forma il grande Toni a discettare di politica, cronaca e esteri come poche “penne” in Italia sono in grado di fornire.

Pubblicità

TONI CAPUOZZO SUI SOCIAL “NON VI LIBERERETE DI ME”

Ex Jugoslavia, Somalia, Medio Oriente, Afghanistan e anche l’Unione Sovietica: Toni Capuozzo ha una carriera da inviato da far invidia a mezzo mondo di giornalisti, con fare sempre molto “realista” e necessità di comunicare il vero prima ancora del “pensiero” come cifra e stella polare del suo essere giornalista. I problemi al cuore hanno spaventato i followers, oltre ad amici e colleghi e solo la foto di oggi ha fatto tirare a tutti un bel sospiro di sollievo. 71 anni il prossimo 7 dicembre, Capuozzo continua a collaborare con alcuni programmi Mediaset oltre ad essere spesso ospite come commentatore e analista sui principali snodi mondiali di guerre e tensioni legate al dilagare ancora oggi del morbo del terrorismo. Nei giorni scorsi, dopo la morte del Califfo dell’Isis Al Baghdadi, proprio sui social Toni Capuozzo scriveva così al proprio pubblico «è inevitabile chiedersi se l’operazione sia tutta CIA, sotto il naso dei turchi, che controllano la zona oppure se sia avvenuta proprio grazie ai turchi, che hanno svenduto il loro protetto, esattamente come gli americani hanno svenduto i curdi». Per l’appunto, mai banale: bentornato Toni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità