Torino, sciopero mezzi Gtt oggi 14 ottobre/ Orari, stop 4 ore bus e tram: metro ok

- Niccolò Magnani

Sciopero mezzi Gtt Torino, oggi 14 ottobre: info e novità, fermi bus e tram per 4 ore. Regolari metro e treni: i motivi dell’agitazione

Sciopero mezzi Gtt
Torino, sciopero mezzi Gtt (LaPresse, 2019)

Mentre questa mattina si esaurisce la seconda e ultima parte dello sciopero caselli in autostrada, a Torino è tempo di nuovo sciopero mezzi Gtt in corso sempre nella giornata di oggi 14 ottobre: l’agitazione è stata indetta dalle Rsu dei settori del Trasporto Pubblico Locale urbano ed extraurbano nella sola Città Metropolitana di Torino e sarà interessato, come avvisa la stessa azienda Gtt, «soltanto il trasporto bus e tram di superficie. Non sono previsti scioperi né della metropolitana né del servizio ferroviario SfmA e Sfm1. Per autobus e tram lo sciopero sarà dalle 18 alle 22, per il servizio extraurbano dalle 10 alle 14». Come rilancia lo stesso Comune di Torino, per via dello sciopero mezzi pubblici resterà sospesa la Ztl del centro mentre restano in vigore i divieti previsti nelle vie e corsie preferenziali al trasporto pubblico e nelle Ztl pedonali, come Area Romana e Valentino.

SCIOPERO MEZZI TORINO: TUTTE LE INFO

Lo sciopero mezzi a Torino farà restare comunque regolari metro e treni, ma i disagi potrebbero comunque esserci con lo stop totale di bus e tram nelle ore chiave per il rientro a casa dal lavoro. La motivazione delle braccia incrociate in questo inizio settimana, spiegano i sindacati, resta la questione del personale: secondo Cgil, Cisl e Uil le assunzioni sono ancora troppo minime rispetto alle necessità «La stessa azienda si aspettava di arrivare con la prima selezione a occupare una trentina di posti, a male pena sono state selezionate 11 persone», spiega Daniele Pagliarin della Cgil in una nota stampa. In particolare, sottolinea Repubblica, è lo stipendio di 1050 euro al mese con crescita progressiva nei tre anni che viene valutato come troppo minimo: «non è attrattivo. Tanto che ci hanno convocato per capire come sterilizzare la differenza con gli altri tipi di contratti», conclude il sindacalista Cgil.



© RIPRODUZIONE RISERVATA