TORMENTO, L’INTERVISTA/ Video, il rap di Varese dai Sottotono a Massimo Pericolo

- Lucio Valentini

Che cosa è rimasto del rap e cosa è la trap di oggi? Ne parla uno dei precursori, il rapper Tormento

tormento rap
Il rapper Tormento

Tormento sul passaggio dal rap politico anni 90 alla trap di oggi: “Il linguaggio del rap sopravvivrà, dispiace solo non ci si esponga più sui grandi temi”. A margine dell’evento sullo storytelling hip hop del festival di giornalismo Glocal, tenutosi a Varese dal 7 al 10 novembre 2019, Tormento ci ha rilasciato un’intervista, dove ha parlato di come è cambiato l’hip hop rispetto agli anni ’90, da fenomeno di nicchia a mainstream. Tormento ci ha parlato anche di come è stato difficile introdurre il ritornello melodico nell’hip hop, cosa che i Sottotono hanno fatto per primi in Italia. Parlando di Varese, Tormento ha detto la sua sul nuovo fenomeno del rap che viene proprio dalla provincia di Varese, Massimo Pericolo, che viene da Brebbia, nella provincia varesina.
Sul rap di oggi e quello degli anni ’90: “Negli anni 90 tutto si metteva in discussione, anche a livello personale. Gli anni 2000 sono più edonistici, spesso c’entra anche farsi vedere. È una globalizzazione che tende a amalgamare caratteristiche che però sono individuali. Un po’ dispiace vedere che oggi fanno un po’ tutti la stessa cosa.”
Sulla Trap e il Rap: “La trap è solo un’ultima evoluzione del linguaggio del rap, che penso resterà centrale ancora per parecchi anni: ha quella forza, quella velocità nel dire tante parole dentro una canzone che permette di avere molto contenuto. Mi fa piacere essere considerato un precursore. Non l’abbiamo inventato noi il rap melodico, lo vedevamo da Snoop Dog e da altri americani.”
Su Massimo Pericolo: “Ci voleva una scheggia impazzita, qualcuno che sia disposto a esporsi anche esasperando il suo personaggio: anche io seguivo gruppi abbastanza violenti. Con la loro violenza hanno scardinato vecchie regole, rendendo oggi normale che ognuno veda le cose come vuole. Si tende più a criminalizzare un personaggio come Massimo Pericolo, mentre ti sta dicendo delle cose importanti sulla società di oggi e quanto opprime i giovani e i non più giovani. Uno che ha il coraggio di dire quanto sia opprimente la realtà di oggi è importante”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA