Torreira al Milan?/ Calciomercato, servono 40 milioni e la riduzione dell’ingaggio

- Claudio Franceschini

Torreira al Milan? Calciomercato, l’uruguaiano dell’Arsenal torna nei pensieri rossoneri per la prossima estate. I Gunners chiedono almeno 40 milioni, ma il problema per ora è l’ingaggio.

Martinelli Torreira Bellerin Arsenal lapresse 2020
Coronavirus Premier League (Foto LaPresse)
Pubblicità

Lucas Torreira potrebbe essere il nuovo acquisto nel centrocampo del Milan: affrontando il tema del calciomercato rossonero, abbiamo scritto proprio oggi che la mediana sarà rivoluzionata. Il solo Ismael Bennacer al momento sarebbe certo di restare, tutti gli altri sono in vendita e ovviamente ci saranno anche delle entrate: non per la prima volta la società sta pensando al regista uruguaiano, che ha già visitato la nostra Serie A con un ottimo rendimento con la Sampdoria. Le prestazioni in blucerchiato gli erano valse non solo la visibilità e un posto nella Celeste di Oscar Tabarez, ma anche la chiamata dell’Arsenal; qui Torreira non sempre è stato titolare (per l’ampia concorrenza) ma è stato comunque un valido elemento a partire dallo scorso anno. Adesso le cose potrebbero essere cambiate: l’Arsenal è un cantiere aperto nel quale le certezze sono poche, in estate potrebbe esserci una rivoluzione e dunque sono pochi i calciatori sicuri di restare.

Pubblicità

Per questo motivo il Milan fiuta il colpo Torreira: l’Arsenal potrebbe chiedere una cifra intorno ai 40 milioni di euro per accettarne la partenza. Somma che non è certo indifferente, ma che la società rossonera può comunque reperire dalle cessioni: anche qui il discorso si lega a quello precedente, se Lucas Biglia e Giacomo Bonaventura partiranno a parametro zero ci sono elementi, come Franck Kessie e Lucas Paquetà, che hanno una buona valutazione sul calciomercato e potrebbero essere sacrificati per rifare il look al centrocampo. Inoltre, Torreira potrebbe essere un profilo gradito a Ralf Rangnick, qualora davvero l’attuale direttore sportivo del Lipsia dovesse sedersi sulla panchina rossonera; il problema principale nell’eventuale trattativa riguarderebbe l’ingaggio del calciatore, che oggi percepisce 3 milioni l’anno. Con la nuova politica voluta dal fondo Elliott, l’uruguaiano dovrebbe accettare di guadagnare almeno mezzo milione in meno: potrebbe non essere un ostacolo così insormontabile, ma bisognerà comunque parlarne con il suo entourage.

Pubblicità

TORREIRA AL MILAN? CALCIOMERCATO, L’IDEA TATTICA

Dal punto di vista tattico invece Lucas Torreira dà il meglio di sé se schierato come perno centrale di un centrocampo a tre, davanti alla difesa prendendo palla per impostare la manovra; dunque un playmaker che abbia in mano le chiavi del gioco, lo stesso ruolo di Bennacer. Da questo punto di vista i due potrebbero essere in concorrenza diretta, ma l’uruguaiano nell’Arsenal ha anche imparato a disimpegnarsi da mezzala o come mediano in una cerniera a due; dunque, l’idea potrebbe essere quella di sfruttare uno dei due elementi come regista basso e l’altro da interno, alternandoli di volta in volta. Potrebbe sicuramente funzionare, di sicuro il Milan aumenterebbe la sua qualità nel settore nevralgico del campo e potrebbe dunque ripartire con buone certezze, alla rincorsa del ritorno in una Champions League che manca ormai da sei anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità