Tossisce di proposito su cibo in supermercato/ Persi 35mila dollari “test Covid19”

- Emanuela Longo

Donna tossisce di proposito su cibo in un supermercato: gettati prodotti per il valore di 35mila dollari. Ora cliente sottoposta a test per il Coronavirus

Sameh fruttivendolo
Lapresse

Se in Europa c’è gente che si toglie la mascherina, si lecca le dita e le passa sul corrimano verticale in metro al fine di scatenare il panico, in America non va meglio. In tempi di emergenza da Coronavirus, purtroppo, “scherzi” di questo tenore non piacciono affatto dal momento che in ballo c’è la salute di molte persone. Eppure c’è chi proprio sembra ignorare la gravità della situazione mondiale che ha trasformato il Covid-19 da epidemia a vera e propria pandemia. Un episodio molto simile è accaduto in un supermercato della Pennsylvania, nel Nord est degli Stati Uniti, dove una donna ha tossito intenzionalmente sul cibo. I responsabili del negozio alimentare non sono rimasti con le mani in mano ma sono dovuti intervenire buttando tutto il cibo che sarebbe potuto essere contaminato con perdite di oltre 35 mila dollari. A riportare la notizia è il sito della Abc: l’episodio si è registrato nel distretto di Hanover. Qui una cliente avrebbe tossito intenzionalmente su alcuni prodotti freschi e su una sezione del supermercato riservata alla panetteria e carne.

TOSSISCE DI PROPOSITO SU CIBO: SUPERMERCATO PERDE 35MILA DOLLARI

Sull’episodio choc in piena emergenza Coronavirus, è intervenuta anche la catena di supermercati interessata, la Gerrity’s Supermarkets, che ha commentato l’accaduto. A suo dire non ci sarebbero dubbi sul fatto che la donna abbia agito per fare uno “scherzo molto contorto”. E’ molto probabile che non sia affetta da Covid19 ma ad ogni modo c’è in ballo la salute dei clienti del negozio alimentare e quindi tutti i prodotti con i quali la donna è venuta a contatto in maniera intenzionale, sono stati buttati, con una perdita stimata in oltre 35 mila dollari. “Mentre è sempre un peccato sprecare il cibo, in questi tempi in cui così tante persone sono preoccupate per la sicurezza delle nostre scorte di prodotti, è ancora più inquietante”, ha commentato la catena di supermercati Gerrity. Al momento il negozio si è rivolto alla sua compagnia assicurativa al fine di capire se riuscirà almeno a coprire le cospicue perdite. Non solo: anche l’ufficio del procuratore distrettuale è stato messo al corrente dell’accaduto e l’intento è quello di perseguire la donna a livello legale. Il supermercato intende anche far sottoporre la cliente “burlona” al test per il Covid-19. “L’unico lato positivo di questa assurda vicenda è che ci ha dato la sfortunata opportunità di testare i nostri protocolli e dimostrare quanto seriamente teniamo alla sicurezza dei clienti”, hanno aggiunto i responsabili dei supermercati Gerrity. Quindici dipendenti si sono occupati dello smaltimento dei prodotti e della pulizia e gli scaffali saranno presto riforniti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA