Toyota, motore 3 cilindri a idrogeno/ “Pazza idea” su una Corolla alla 24 ore di Fuji

- Davide Giancristofaro Alberti

La Toyota ha progettato un inedito motore a tre cilindri dove l’idrogeno sarà il combustibile: verrà testato durante la 24 ore di Fuji su una Corolla da gara

toyota logo 2021 640x300
Toyota, il logo

I giapponesi di Toyota stanno lavorando ad un progetto senza dubbio interessante: un motore in cui l’idrogeno viene bruciato direttamente nei cilindri. L’idrogeno viene quindi utilizzato come combustibile per i motori a pistoni, e gli ingegneri nipponici sono pronti ad applicare questo escamotage su un 3 cilindri che sfrutterà la stessa unità del 1.618 cc già utilizzato dalla GR Yaris, così come riferiscono i colleghi di Motori.IlMessaggero.it.

Al momento, come spesso e volentieri avviene in ambito automobilistico, lo sviluppo riguarderà solamente auto da competizione, visto che il 3 cilindri di cui sopra sarà montato su una Corolla Sport del team ORC Rookie Racing, partecipante alla Super Taikyu Series 2021, e che debutterà nel weekend del 21-23 maggio prossimi alla 24 ore di Fuji. Sarà quindi una vera e propria prova del 9 per l’inedito motore a idrogeno, e la speranza è che ovviamente il test possa andare a buon fine. Toyota non è comunque l’unica azienda automobilistica che si sta concentrando su questi inediti motori ad idrogeno, visto che i tedeschi di BMW lavorano su questa tecnologia dagli anni ’70, precisamente con la 520h del 1979.

TOYOTA E IL MOTORE IDROGENO: PROSSIMO COMBUSTIBILE DELLA FORMULA 1?

Il rilancio avvenne poi nel 2004 con la H2R, un prototipo in grado di battere per nove record del mondo, e da cui poi derivò il V12 montato successivamente sulla Hydrogen 7, derivata dalla Serie 7. In seguito i tedeschi di Bmw realizzarono anche un motore a idrogeno sulla Serie 3 da 82 kW, e l’azienda aveva dichiarato in quegli anni (epoca in cui correva ancora in Formula 1), che il motore ad idrogeno sarebbe stato il futuro, prima però di abbandonare l’idea. Ora tocca a Toyota scommettere su questo “nuovo” combustibile, anche perchè da qualche settimana a questa parte si vocifera che le power unit delle Formula 1 di un futuro prossimo possano essere alimentate proprio ad idrogeno. La casa delle tre ellissi punta quindi su un’alternativa all’elettrico, visto che i pistoni e il rumore continuano ad essere la linfa vitale per gli appassionati dei motori.



© RIPRODUZIONE RISERVATA