Ue risoluzione contro Venezuela/ “Finanziamenti illeciti a partiti” M5s si astiene…

- Silvana Palazzo

Ue, dura risoluzione contro Venezuela e accuse pesanti: “Finanziamenti illeciti a partiti e ingerenza gravi minacce per democrazie europee”. Ma M5s si astiene e Fratelli d’Italia attacca…

venezuela maduro
Nicolas Maduro (LaPresse)

Durissima risoluzione del Parlamento Ue contro il Venezuela. Non mancano neppure accuse alla dittatura di Nicolas Maduro tra «finanziamenti illeciti» e timori di una «ingerenza straniera del regime nelle elezioni» che rappresentano «una grave minaccia per le democrazie europee». La risoluzione, che è stata approvata dalla sessione plenaria con un’ampia maggioranza, impedisce l’ingresso o il transito negli Stati membri di alti funzionari del regime di Nicolas Maduro sanzionati dall’Ue. Nel testo si evidenziano anche «massicce violazioni dei diritti umani», oppressione politica, corruzione e violenza che metterebbero a rischio la vita dei cittadini, costretti a scappare. Quindi, il Parlamento europeo ha ribadito il suo sostegno a Juan Guaido come presidente legittimo dell’Assemblea nazionale e presidente ad interim del Venezuela. Inevitabilmente è stato colto qualche riferimento, seppur non esplicito, al partito spagnolo Podemos e al M5s, con i grillini finiti nella bufera per la pubblicazione del giornale iberico Abc di un documento riguardante un presunto finanziamento in nero di 3,5 milioni di euro.

UE CONTRO VENEZUELA, MA M5S SI ASTIENE…

Sulla vicenda la Procura di Milano ha aperto un fascicolo conoscitivo, senza indagati né ipotesi di reato, per indagare e capire se non si tratti di una manovra messa in piedi ad arte per danneggiare i 5 Stelle. Per ora restano accuse e ombre, ma intanto il partito spagnolo Podemos ha votato contro la risoluzione insieme a Vox, Sinistra Repubblicana di Catalogna e Uniti per la Catalogna. Invece il Movimento 5 Stelle si è astenuto. Lo ha segnalato Carlo Fidanza, capodelegazione di Fratelli d’Italia e responsabile Esteri del partito. «Dopo aver piagnucolato nei giorni scorsi perché alcuni testi in discussione, tra cui quello del nostro gruppo dei Conservatori, facevano riferimento esplicito ai presunti finanziamenti del regime al M5S e ad altri partiti della sinistra europea, i grillini si sono astenuti sul voto finale nonostante quei riferimenti fossero spariti». Una decisione su cui si aspettano chiarimenti da M5s, visto che l’Ue aveva acceso i riflettori sulla grave crisi in Venezuela, peggiorata con l’epidemia Covid. E l’Ue, che ha speso 319 milioni di euro tra assistenza umanitaria, sviluppo, stabilità e pace, vuole ovviamente vederci chiaro. Per questo chiede la liberazione di tutti i prigionieri politici e l’invio di una missione conoscitiva per valutare la situazione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA