Ultime notizie/ Oggi, ultim’ora: Mes, Di Maio “Salvini apre mercato delle vacche”

- Fabio Belli

Ultime notizie, ultim’ora oggi. Mes, scontro Di Maio-Salvini “Lega fa mercato delle vacche”; “io sono coerente, altri…” (11 dicembre 2019)

sondaggi politici
Luigi Di Maio e Matteo Salvini (LaPresse)

Non si placa lo scontro tra Governo e opposizione sui temi spinosi di Mes e Manovra: mentre il Governo presenta in Commissione Bilancio gli ultimi emendamenti alla Legge di Bilancio, in aula al Senato lo stesso esecutivo rischiava di andare sotto sulla votazione del Mes (passato invece con 164 Sì appena prima delle ore 20, ndr). Davanti alle voci – di fatto fondate – sul passaggio di almeno tre senatori M5s alla Lega è intervenuto durissimo Di Maio nel pomeriggio «Matteo Salvini ha capito che questo governo va avanti e ha deciso di aprire il mercato delle vacche: mi auguro che non partecipi nessuno», spiega il Ministro degli Esteri dall’Albania. Non solo, l’ex vicepremier stuzzica il suo ex sodale «ma è evidente che dalla Lega stiamo vedendo quello che provava a fare Berlusconi ai tempi di De Gregorio, non so ora con quali modalità». Non si fa attendere la replica del leader leghista che dal Senato attacca Di Maio «Noi non abbiamo progetti per far uscire l’Italia dall’euro e dall’Europa ma semplicemente vogliamo difendere il lavoro e il risparmio degli italiani. Mercato delle vacche? “Io non ho cambiato idea». (agg. di Niccolò Magnani)

Caserta, ultime notizie: viadotti di scarsa qualità, due arresti

Due imprenditori originari della Campania sono stati arrestati quest’oggi dalle forze dell’ordine, con gravi accuse. Stando a quanto riferito dai colleghi dell’edizione online dell’agenzia Ansa, Francesco e Salvatore Nicchiniello, sono stati fermati dai carabinieri di Caserta, accusati di aver costruito dei viadotti e delle strade, in tutta Italia, utilizzando dei materiali di scarsa qualità, e nel contempo, di utilizzare quantità inferiori a quelle dichiarate. Un’accusa molto grave soprattutto perchè così facendo si metteva a rischio la stabilità e la sicurezza delle stesse opere costruite. Sembra stando a quanto comunicato dall’Ansa, i due pagavano delle tangenti per non essere scoperti. L’inchiesta ha coinvolto anche le amministrazioni dei comuni di Villa Literno (ieri ne è stato arrestato il sindaco) e di Lusciano. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, governo: senatori M5s Grassi-Lucidi-Urraro verso Lega

Mentre il Premier Conte si accinge a chiedere il voto sulla risoluzione del Mes, il Governo inizia a fare i conti sui numeri che dal Salva Stati e poi soprattutto nei prossimi giorni dalla Manovra, si aspetta. In questo senso, le ultime notizie che arrivano dal Transatlantico e riportate da diversi retroscena sui quotidiani parlano di possibili tre “fughe” di senatori M5s verso la Lega di Matteo Salvini. Si tratterebbe di Francesco Urraro, Ugo Grassi e Stefano Lucidi, loro i tre senatori che oggi sul Mes voteranno No contro il Governo Conte – così come Gianluigi Paragone che però ha detto rimarrà nel M5s (per ora) – e che vengono dati in “odor” di Lega per i prossimi giorni: su un altro nome si fa poi del gran parlare tra i banchi del Parlamento, ovvero di Luigi Di Marzio, anche lui dato molto critico contro l’esecutivo e le direttive del leader Di Maio. Al Senato, dove il limite minimo per la maggioranza assoluta è 161, i numeri per garantire la sopravvivenza del governo oggi sul Mes non dovrebbero venire meno, complici le assenze nelle file dell’opposizione: ma restano forti dubbi per il prosieguo delle votazioni, con la Manovra e il voto di fiducia che attende il Conte-2 nei prossimi giorni. Lucidi contrario al Mes, Grassi e Urraro molto polemici sulla prescrizione: le prossime ore diranno se e come potrebbero cambiare i numeri della maggioranza, già risicati, al Senato.

Manovra, Governo rischia sui tempi: slitta esame in Commissione Bilancio

Non c’è pace ancora sulla Manovra di Bilancio: secondo le ultime notizie che arrivano dalla Commissione Bilancio in Senato, è slittato ancora l’esame degli emendamenti presentati dal Governo in extremis in questi ultimi due giorni. Era previsto per le ore 10, slittato poi per l’intervento del Premier Conte sul caso Mes, ma rilanciato prima alle 12 e ora alle 14: non c’è l’accordo ancora per il “timing” di presentazione della Manovra che in linea teorica dovrebbe arrivare domani in Senato per poterla votare venerdì. Il rischio però, avverte l’Agenzia Ansa, è che così l’approdo possa essere spostato a venerdì direttamente, con le votazioni ridotte al minimo tra la sera del 13 dicembre e forse anche sabato mattina. Il Pd spinge per “asciugare” le proposte di modifica alla manovra che continuano a arrivare in commissione Bilancio al Senato: solo una sforbiciata sostanziosa – è il ragionamento riproposto dall’Ansa – «potrebbe consentire di dare il cosiddetto mandato al relatore (che tradotto vuol dire completare l’esame degli emendamenti in commissione) e mettere la fiducia, che tutti a Palazzo Madama danno già per scontata, su un maxiemendamento che rispecchi il lavoro di questi giorni». (agg. di Niccolò Magnani)

Turchia vs Usa: scontro sui missili russi

Si rischia lo scontro diplomatico fra gli Stati Uniti e la Turchia, tutta colpa dei missili russi. Come riferito poco fa dai colleghi dell’Agenzia Ansa, Ankara ha fatto sapere al governo a stelle strisce che non accetterà eventuali sanzioni da parte degli Usa. Washington vorrebbe infatti colpire Erdogan, pronto ad acquistare il sistema missilistico di difesa area dei russi, S-400, una mossa che viene vista come bellicosa da parte della nazione oltre oceano. Nel caso in cui venissero applicate delle sanzioni, i turchi replicherebbero a loro volta, rimettendo in discussione lo status delle basi militari americane strategiche presenti in quel di Incirlik e Kurecik, nel sud del paese, in una zona vicino al confine con la Siria. A comunicarlo è stato Mevlut Cavusoglu, ministro degli esteri turco. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie Afghanistan: bomba contro militari Usa

Torna l’incubo terrorismo in Afghanistan. Come riferito poco fa dall’agenzia Ansa nella sua edizione online, un convoglio militare Usa è stato preso di mira con un ordigno. Alcuni terroristi locali (l’atto non è ancora stato rivendicato), avrebbero piazzato un’autobomba vicino alla principale base aerea Usa di stanza a Bagram, a nord della capitale Kabul. Non si hanno notizie circa vittime, ma sembra che siano diverse le persone rimaste coinvolte. Il generale Mahfooz Walizada ha infatti spiegato che l’ordigno artigianale ha sventrato diverse case, di conseguenza ci si aspettano dei morti, soprattutto fra i civili. Non è invece ben chiaro se i militari americani siano stati coinvolti o meno. Sono attesi aggiornamenti nelle prossime ore. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie Napoli, esonerato Carlo Ancelotti

Nonostante la vittoria nel match di Champions League contro il Genk, il Napoli ha deciso di esonerare il suo allenatore Carlo Ancelotti. Arrivato nell’estate 2018 con grandi aspettative, Ancelotti non è riuscito ad aprire il ciclo vincente che il presidente De Laurentiis auspicava. Dilaniato da liti, l’ambiente partenopeo è imploso nelle ultime settimane ed essere tornati tra le prime 16 d’Europa non è bastato alla dirigenza. Paga Ancelotti e il suo sostituto sarà presumibilmente Gennaro Gattuso: a lui il Napoli chiede di far terminare le polemiche tra calciatori e società e soprattutto di riavvicinare una zona Champions al momento lontana 8 punti.

Ultime notizie, Repubblica Ceca: muratore uccide sei persone

Un muratore di 42 anni, intorno alle 7.20 del mattino, ritenendosi gravemente colpito da una malattia inguaribile e convinto che i medici non lo volessero curare, ha fatto irruzione nella sala di attesa del Facutlty Hospital di Ostrava sparando tra la folla. Il bilancio è di sei morti e due feriti, come confermato dal ministro degli Interni Jan Hamacek. Dopo il gesto folle l’uomo è scappato a bordo della sua autovettura. Prima di essere catturato dalle forze dell’ordine l’uomo si è tolto la vita. Non si conosce ancora l’identità dell’uomo che ha compiuto l’azione criminale, nonostante l’uomo fosse stato ripreso dalle telecamere interne dell’ospedale universitario. Per precauzione la polizia ha fatto evacuare il nosocomio e tutti gli edifici limitrofi. Il primo ministro della Repubblica Ceca, Andrej Babis, che doveva partecipare ad una importante cerimonia, ha annullato tutti i suoi incontri di lavoro per raggiungere Ostrava. Le indagini sono ancora in corso per comprendere l’effettiva dinamica dei fatti.

Ultime notizie, Usa: i Democratici annunciano prove contro Trump

Il partito Democratico, durante una conferenza stampa, hanno manifestato la loro volontà di svelare gli articoli che incastrerebbero il presidente degli Stati Uniti d’America. Una presa di posizione ribadita dalla commissione Giustizia, rappresentata da Jerrold Nadler, e dal presidente della commissione intelligence Adam Schiff. Tra mercoledì e giovedì si attenderà il voto in commissione Giustizia e poi nell’aula della Camera. Secondo le ultime informazioni dei media americani gli articoli sarebbero due: l’abuso di potere ed ostruzione nei confronti del Parlamento. Il reato di intralcio alla giustizia sarebbe venuto meno. La Casa Bianca, contestando la linea di accusa dei democratici, ribadisce la completa estraneità dei fatti di Trump in mancanza di prove certe a suo carico. Secondo un portavoce della Casa Bianca non ci sarebbe stato alcun tipo di pressione sull’Ucraina. L’impeachment, prosegue lo speaker, è solo un’ iniquità ed un imbroglio che non ha precedenti nella storia americana.

Ultime notizie, caccia al pirata della strada che ha investito un bimbo di due anni

A Coccaglio, in provincia di Brescia, un bambino di soli due anni, mentre si trovava all’interno del passeggino accompagnato dalla madre, è stato urtato violentemente da un’automobile. La madre stava attraversando regolarmente le strisce pedonali. In seguito al violento impatto il bambino è stato scaraventato fuori dal seggiolino per circa cinque metri. Il conducente dell’auto non si è fermato dopo l’urto. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti la polizia stradale ed un elisoccorso. Le indagini per identificare il proprietario del veicolo sono in corso. In bambino è stato trasferito presso l’ospedale di Bergamo. In seguito al violento impatto il bambino ha subito un importante trauma cranico con ferite lacero contuse. E’ in stato comatoso ed intubato. La polizia stradale sta analizzando alcune telecamere posizionate nei pressi del luogo dell’incidente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA