Ultime notizie/ Ultim’ora oggi Siria: cinque soldati uccisi, Usa pensa a sanzioni

- Carmine Massimo Balsamo

Ultime notizie, ultim’ora oggi. Pronte le sanzioni Usa verso la Turchia per fermare la guerra in Siria (10 ottobre 2019)

siria guerra sfollati 1 lapresse1280
Siriani in fuga (LaPresse)

Gli Stati Uniti starebbero pensando di imporre delle sanzioni alla Turchia nel caso in cui non dovesse ritirare il suo esercito dalla Siria, dopo l’invasione delle ultime ore. Secondo a quanto riferisce Rai News, l’amministrazione Trump starebbe pensando di congelare alcuni dei beni oltre oceano degli alti dirigenti turchi, a cominciare dal presidente Erdogan, passando dai vari ministri degli esteri, della difesa, delle finanze, arrivando fino a quelli del commercio e dell’energia. Obiettivo americano, colpire anche le aziende straniere che riforniscono di armi il governo turco, così come le aziende di fornitura energetica. Al momento sarebbero cinque i soldati curdi rimasti uccisi nei conflitti e bombardamenti delle ultime ore nel nord est della Siria, come affermato da alcune forze curdo-siriane alla tv panaraba al Arabiya. Vi sarebbero anche delle vittime fra i turchi, anche se al momento non vi è ancora nulla di ufficiale. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie Nereto: uccide compagna di 32 anni poi fugge

E’ caccia all’uomo nella provincia di Teramo. Le forze dell’ordine, come riferisce Quotidiano.net, sono infatti alla ricerca di colui che ha ucciso la 32enne Mihaela Roua. L’omicidio è avvenuto nella giornata di ieri, attorno all’ora di pranzo, in quel di Nereto, in provincia di Teramo (in Abruzzo). La donna sarebbe stata ammazzata dal proprio compagno dopo una violenta lite, e una volta lanciato l’allarme le forze dell’ordine hanno fatto irruzione al quarto piano delle palazzine di viale Europa, trovando la donna riversa in una pozza di sangue, uccisa da numerose coltellate in particolare all’addome. Gli inquirenti hanno rinvenuto anche l’arma del delitto, un coltello da cucina, abbandonato frettolosamente in casa. Il compagno della vittima, rumeno come la donna, è al momento in fuga e ricercato. A lanciare l’allarme, la datrice di lavoro di Mihaela, che non vedendola arrivare si è insospettita. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie: offensiva turca in Siria

Turchia, raid e bombardamenti in Siria: bilancio di 11 vittime, 8 delle quali sono dei civili. L’avvio dell’operazione militare è stato annunciato dal presidente Recep Erdogan, con l’esercito di Ankara e le milizie locali Free Syrian Army entrate in azione anche via terra ma «sono stati respinti dai combattenti delle Sdf a Tell Abyad». Il raid turco ha colpito villaggi e cittadine al confine: tra le località più colpite Tell Abyad, Ras al-Ain, al-Qamishli e Kobane. Ue e Italia hanno condannato l’attacco, convocata per oggi una riunione urgente del Consiglio di Sicurezza dell’Onu. La Nato ha invitato la Turchia a una «azione proporzionata e misurata». Nelle scorse ore è giunto anche il commento del presidente Usa Donald Trump: «Non appoggiamo l’attacco turco in Siria, abbiamo detto chiaramente alla Turchia che questa operazione è una cattiva idea».

Ultime notizie, Halle: attentato neonazista, due morti

Dramma in Germania: ieri è stato registrato un attentato neonazista ad Halle, il bilancio è di due morti. Il 27enne Stephane Balliet ha prima aperto il fuoco contro una sinagoga, per poi sparare all’impazzata ad un fast food etnico, uccidendo un uomo ed una donna. L’assalitore, vestito con una divisa militare verde scura e con un elmetto, ha filmato e trasmesso in diretta su un sito di videogiochi la sua azione: «La radice di tutti i problemi sono gli ebrei», le sue parole nel corso della diretta. Un’azione che ricorda molto da vicino quella di Tarrant a Christchurch, in Nuova Zelanda, con la comunità di estrema destra che lo ha definito un “santo”. «Non è stato colpito solo il popolo ebraico in Germania, è stata colpita tutta l’Europa. L’Italia è vicina al dolore dei familiari delle vittime e condanna quest’atroce gesto», il commento del ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

Ultime notizie, lutto nel mondo della politica: morto Filippo Penati

E’ morto all’età di 66 anni l’ex presidente della Provincia di Milano Filippo Penati. Ex dirigente del Pci-Pds-Ds, nonché sindaco di Sesto San Giovanni, era malato da tempo di cancro e si è spento nella tarda serata di martedì. Centinaia i messaggi di cordoglio dal mondo della politica, in molti hanno ricordato l’ingiustizia legata ai processi subiti per corruzione e per finanziamento illecito ai partiti. Lo stesso Penati aveva recentemente sottolineato: «I medici dicono che il mio cancro è una conseguenza della mia vicenda giudiziaria». Come dicevamo, in tanti hanno voluto rendere omaggio al politico brianzolo, questo il messaggio di Beppe Sala: «Credo che anche in tanti in un momento di difficoltà abbiano fatto mancare il loro affetto a Filippo. Ecco, io no, e non lo dico per farmene vanto, ma perché voglio ricordarlo come una persona che ho visto fino a pochi giorni fa, che ho accompagnato nelle sue difficoltà e che probabilmente meritava un po’ di più per il grande impegno che ha avuto».

Ultime notizie, Copasir: Raffaele Volpi eletto presidente

E’ Raffaele Volpi l’erede di Lorenzo Guerini alla presidenza del Copasir: l’esponente della Lega è stato eletto con sei voti a favore, tre schede bianche e un voto per Elio Vito (Forza Italia). L’ex sottosegretario alla Difesa ha sottolineato: «Faremo un lavoro istituzionale: il Comitato rappresenta tutto il Parlamento, credo che la cosa migliore da fare sia prendere una posizione istituzionale nella tradizione del Comitato e iniziare a lavorare dalla prossima settimana, valutando insieme a tutti i calendari delle priorità». E uno dei dossier più delicati sarà quello legato a Giuseppe Conte ed al Russiagate, con il Copasir chiamato a indagare sul ruolo del premier a proposito degli incontri tra i dirigenti dei servizi segreti italiani e il ministro della giustizia Usa William Barr. Questo quanto fatto filtrare da Palazzo Chigi in serata: «Il Presidente del Consiglio ha già espresso in più occasioni la propria disponibilità a riferire al Copasir, nei tempi che lo stesso Comitato parlamentare riterrà opportuni», riporta Il Fatto Quotidiano.

Ultime notizie, è morto Beppe Bigazzi

Lutto nel mondo dello spettacolo: ieri si è spento Beppe Bigazzi, volto noto de La prova del cuoco. Il valdarnese combatteva da tempo contro una grave malattia, lascia la moglie Giuseppina ed i suoi tre figli. Gastronomo e dirigente d’azienda in importanti società come Eni e Agip, Bigazzi ha preso parte a programmi tv come Unomattina – con la sezione “La borsa della spesa – e Bischeri e Bischerate, in onda sul canale Sky Alice. Tanti i messaggi di cordoglio sul web, a partire da quello di Antonella Clerici: «Quando ti ho sentito qualche settimana fa ho capito che era un congedo definitivo. Porterò sempre nel cuore le tue ultime parole». Così, invece, Rai Radio 1: «Addio a Beppe Bigazzi, giornalista appassionato di gastronomia. È stato un volto storico de La prova del cuoco. Aveva 86 anni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA