Ultime notizie/ Ultim’ora oggi, Figliuolo “Piano da 500mila vaccini al dì non cambia”

- Fabio Belli

Ultime notizie, ultim’ora oggi. Nonostante le ultime novità su AstraZeneca, il piano vaccini non cambia, come annunciato dal Commissario Figliuolo

Vaccino AstraZeneca
Vaccino anti-Covid AstraZeneca (LaPresse, 2021)

Non cambia il piano vaccini in Italia dopo la decisione di raccomandare AstraZeneca agli over 60: “Il piano non cambia – le parole del Commissario Figliuolo presente stamane a Piediripa di Macerata, riportate dall’agenzia Ansa – a fine mese dobbiamo arrivare a 500mila dosi giornaliere. Da oggi l’inoculazione del vaccino AstraZeneca è aperta alla platea dei 60-79 anni, mentre gli under 60 che hanno già ricevuto la prima dose, riceveranno anche la seconda”. Sempre in merito alla questione AstraZeneca, il Generale ha aggiunto: “L’Ema ha detto che AstraZeneca è un vaccino sicuro e spero che la vicenda si concluda così”.

E ancora: “Tra questo trimestre e il prossimo arriveranno 30 milioni di dosi AstraZeneca, che potranno essere destinate, quindi, anche alla platea degli over 60 fino ai 79 anni che è di circa 13 milioni e 275 mila utenti”, di cui “2 milioni e 270mila hanno già ricevuto la prima dose”. Dopo l’inaugurazione del nuovo punto vaccinale a Macerata ha ricordato: “Se se ci vacciniamo ne usciamo. Appena completeremo gli over 80 e i fragili apriremo la vaccinazione alle classi produttive. I nostri territori hanno sofferto, questo è uno territorio del made in Italy e dobbiamo riportare il made in Italy nel mondo, dobbiamo riaprirci”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, AstraZeneca, stop agli Under 60

Il bollettino del coronavirus fa registrare un aumento dei nuovi casi registrati, 13.708, ma nello stesso tempo una sensibile riduzione dell’indice di contagio che scende al 4% dal 6,9% del giorno precedente per effetto del considerevole aumento dei tamponi effettuati, 339.939. Aumenta però in modo molto grave il numero dei decessi che dai 421 di martedì sale a 627. In totale il numero dei contagi registrati in Italia dall’inizio della pandemia ha superato quota 3,7 milioni, mentre quello delle vittime ha superato quota 112mila arrivando a 112.374. I dati relativi alle varie regioni mostrano ancora una volta il maggior numero di casi in Lombardia, che con 2.569 è l’unica che supera quota 2mila, mentre il Piemonte ha fatto registrare un incremento di 1.464 casi e le altre regioni sopra quota 1000 sono la Campania, la Puglia, il veneto ed il Lazio. Dal lato opposto il Molise ha fatto registrare solo 4 nuovi casi mentre la Valle d’Aosta 60. Numeri incoraggianti dal punto di vista dei ricoveri con una decrescita dei ricoveri ordinari di 21 unità con il totale che si fissa a 29.316, mentre le terapie intensive con una diminuzione di 60 unità, scende a un totale attuale di 3.683 unità.

Ultime notizie, possibili modifiche al cashback

Con una votazione a Palazzo Madama le forze della maggioranza hanno respinto la proposta avanzata da Fratelli d’Italia per l’abolizione del cashback. I senatori della Lega, di Italia Viva e di Forza Italia si sono astenuti e la proposta è stata respinta con 114 voti contrari e 20 favorevoli. Nello stesso tempo le forze di maggioranza hanno presentato una proposta per rivedere i rimborsi di stato, con dei correttivi che si concentrano soprattutto sui pagamenti “fittizi” effettuati ai distributori di carburante per accumulare numeri di scontrini per partecipare all’assegnazione dei superpremi semestrali. La mozione presentata da Fratelli d’Italia chiedeva di destinare le risorse del cashback ai rimborsi per le categorie che sono state colpite maggiormente dalla pandemia.

Ultime notizie, la situazione dei vaccini

Mentre l’Ema ha deciso che il vaccino Astra Zeneca non presenta dei problemi di pericolosità, l’Italia sta comunque pensando di “mettere dei paletti” alla somministrazione del vaccino anglo svedese, con uno stop per tutte le persone di età inferiore ai 65 anni, come già è stato fatto da altri paesi dell’Unione Europea. Intanto l’arrivo dei vaccini sta subendo ancora dei ritardi con le dosi preannunciate per il mese di Aprile che arriveranno in Italia solo al 50%, mentre circa 2 milioni di dosi devono essere iniettate entro i prossimi 10 giorni per evitare la scadenza. Per i più giovani si dovrebbe quindi ricorrere all’utilizzo di Moderna, Pfizer e Johnson e Jonson. E’ stato firmato anche il protocollo di accordo che prevede la possibilità di effettuare le vaccinazioni anche sui luoghi di lavoro.

Ultime notizie, Silvio Berlusconi ricoverato al San Raffaele

Il leader di Forza Italia è stato ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano dove è arrivato con un elicottero, proveniente dalla villa in Provenza di proprietà della figlia Marina. Per Berlusconi si tratta del secondo ricovero nel giro di poche settimane. Intanto presso il tribunale di Siena è attesa la sentenza del processo “Ruby ter” nel quale lo stesso Berlusconi è imputato, ma potrebbe anche esserci uno slittamento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA