Ultime notizie/ Oggi ultim’ora Genova: maestre asilo fanno dipingere sardine ai bimbi

- Fabio Belli

Ultime notizie, ultim’ora oggi: Sardine a Genova, maestre fanno dipingere sardine ai bimbi per la piazza De Ferraris (12 dicembre 2019)

sardine
Sardine in piazza a Modena (LaPresse)

Polemica forte nel Comune di Genova per la denuncia pervenuta dopo la manifestazione delle Sardine lo scorso 28 novembre in Piazza De Ferrari: «Bimbi con meno di 3 anni coinvolti dalle maestre a disegnare sardine per la manifestazione», è quanto esposto dalle interrogazioni di Marta Brusoni (Vince Genova) e Lorella Fontana (Lega) oggi in Consiglio Comunale. La richiesta all’Amministrazione è quella di indagare sulla gestione scolastica della struttura “incriminata”. L’asilo infatti è di proprietà comunale ma è affidato alla cooperativa Mignanego attraverso un bando pubblico nel 2015 con una concessione decennale: i disegni dei bimbi per la piazza delle Sardine è avvenuta durante un laboratorio autorizzato dai genitori ma ora sotto l’attenzione del Comune. L’assessore alla Cultura Barbara Grosso ha commentato la particolare vicenda «il Comune ha deciso di convocare i responsabili della cooperativa per affrontare e comprendere la dinamica dei fatti accaduti». Per Paola Campi, legale rappresentante della cooperativa sociale Mignanego, «Questo tipo di laboratorio era stato chiesto da un gruppo di genitori, noi collaboriamo da sempre con i genitori». (agg. di Niccolò Magnani)

Legge elettorale ultime notizie: Renzi rilancia su sbarramento al 3%

È cominciata poco fa la riunione di Governo con il Ministro D’Incà per fare il punto sulla legge elettorale dopo le recenti “novità” emerse nelle trattative tra le diverse anime del Conte-bis. Mentre Castaldo (vicepresidente M5s dell’Europarlamento) sfida Di Maio a non appoggiare qualsiasi tipo di “listino bloccato” nel nuovo progetto di legge plasmato sul proporzionale “corretto”, è Renzi con Italia Viva a sparigliare le carte del già complesso equilibrio interno al Governo. «Si dovrebbe riprendere il confronto dal sistema proporzionale seguendo il modello spagnolo proposto dal Pd, ma Matteo Renzi non ci sta. Alla riunione parteciperà Maria Elena Boschi che rilancerà, per conto di Italia Viva, il sistema proporzionale con sbarramento nazionale al 3%», riporta il Messaggero nelle ultime notizie che filtrano dai palazzi del Parlamento. La strada è decisamente in salita per poter presentare in Commissione Affari Costituzionali una bozza della nuova legge anti-Rosatellum bis prima della pausa di Natale.

Bce, Lagarde “QE e tassi bassi finché necessario”

Via Mario Draghi, dentro Christine Lagarde ma per il momento i provvedimenti della Bce non variano: «tassi di interesse restano invariati, col principale fermo a 0, sui prestiti marginali allo 0,25%, sui depositi a 0,5%». Lo ha ribadito la neo Presidente della Banca Centrale Europea confermando oltre ai tassi bassi anche il Quantitative Easing, come già anticipato nel suo ultimo board dall’uscente Draghi: «i tassi della Bce rimarranno ai livelli attuali finché le prospettive d’inflazione convergeranno robustamente verso il 2%, e il Qe, ripreso a inizio novembre, continuerà finché necessario». Non solo, le pressioni inflazionistiche – ha aggiunto ancora la Lagarde – «continuano ad essere deboli e così anche le dinamiche della crescita, anche se ci sono segnali di “una stabilizzazione del rallentamento della crescita». Nelle conclusioni della prima riunione di politica monetaria del board Bce con Lagarde al comando, si è inoltre affrontato il tema preoccupante dei dazi: «i rischi al ribasso sono meno pronunciati, non scommetterei su come andrà la fase uno del negoziato Usa-Cina, ma sta andando in una direzione migliore rispetto a qualche mese fa». (agg. di Niccolò Magnani)

Cile, ultime notizie aereo scomparso: resti umani in mare

Sembra ormai sempre più certa la notizia che l’aereo militare scomparso il Cile lunedì scorso, sia precipitato in mare. E’ notizia di pochi minuti fa, infatti, il ritrovamento di alcuni resti umani nel Mar di Drake, con l’aggiunta di parti dell’aereo militare C-130, lo stesso modello scomparso dai radar tre giorni fa, con a bordo 38 persone, e che si stava recando verso una base nell’Antartide. Secondo quanto riferisce la radio BioBio, si tratterebbe dei resti di almeno cinque passeggeri, nonché di numerosi relitti. Già nella giornata di ieri erano stati rinvenuti numerosi rottami che lasciavano ormai pochi dubbi in merito al crollo del velivolo. Ricordiamo che dei 38 passeggeri a bordo, tre erano dei civili, e l’aereo era decollato da Punta Arenas, nella Patagonia cilena, nel pomeriggio di lunedì, quando in Italia erano circa le 9 di sera. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, ultim’ora oggi a Brescia: 4 escursionisti

E’ notizia di pochi minuti fa, la ricerca di quattro escursionisti dispersi. Stando a quanto riferito dai colleghi dell’edizione online di TgCom24, il gruppo avrebbe fatto perdere ogni traccia di se da qualche ora a questa parte. I quattro si sarebbero persi in particolare sul Monte Pizzocolo, nella provincia di Brescia, in Lombardia. Dopo aver interrotto le comunicazioni, dalle ore cinque di questa mattina è scattato l’allarme, e sono in corso le ricerche. Nel presunto luogo della scomparsa si sono recati i vigili del fuoco nonché gli uomini del soccorso alpino. Le operazioni non sono però semplici in quanto vi è una forte nevicata in corso che rende la visibilità molto difficoltosa. Il Monte Pizzocolo si trova nel territorio di Toscolano Maderno. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie Firenze: traffico di droga, otto arresti (12 dicembre)

Nuova importante operazione delle forze dell’ordine nei confronti della malavita organizzata. Come riferito poco fa dai colleghi di TgCom24.it, otto persone sono state arrestate in quel di Firenze, per traffico di stupefacenti su larga scala. L’operazione è ancora in corso ed è coordinata dalla procura distrettuale antimafia fiorentina, a conferma di quanto i soggetti in manette siano appartenenti alla malavita organizzata. Gli arresti sono stati eseguiti nelle province di Firenze, Pistoia e Pisa, ma anche in quel della Calabria, precisamente nel territorio di Vibo Valentia. Fra i soggetti arrestati vi sarebbero alcuni albanesi nonchè una persona ritenuta affiliata alla ‘ndrangheta. Sono attesi ulteriori aggiornamenti nel corso della mattinata. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, storica Atalanta: ottavi di Champions

L’Atalanta fa la storia in Champions League: dopo tre sconfitte nelle prime tre partite della fase a gironi, la formazione bergamasca è riuscita nell’impresa di qualificarsi agli ottavi di finale della massima competizione europea. Decisivo lo 0-3 inflitto a domicilio allo Shakhtar Donetsk con i gol di Castagne, Pasalic e Gosens, ma anche la vittoria del City di Guardiola che ha messo fuori gioco la Dinamo Zagabria. Per la prima volta nella sua storia l’Atalanta entra dunque negli ottavi di Champions a braccetto con Napoli e Juventus. I bianconeri, già primi nel loro girone e qualificati, sono tornati a vincere e convincere contro il Bayer Leverkusen, piegato nel finale di partita dai gol di Cristiano Ronaldo e Gonzalo Higuain.

Ultime notizie, Bagram attaccata dai talebani

Uno speaker di Tolo News ha fatto sapere che alle ore 6, ora locale, un’autobomba è stata fatta esplodere nei pressi della base militare americana di Bagram, in Alganistan. Dopo l’esplosione un gruppo di terroristi hanno aperto il fuoco contro i militari. Un ospedale a confine con l’aeroporto è stato quasi distrutto. L’atto terroristico è avvenuto subito dopo il tentativo di pace tra Washington ed i talebani. L’obiettivo principale era la base di Bagram, come riferito dal governatore Abdul Shakoor Qudousi. Donal Trump nel mese di ottobre 2019 aveva sospeso i tentativi diplomatici per far cessare la guerra tra gli americani ed i talebani. In seguito alla deflagrazione una donna sarebbe morta e più di 70 persone risultano ferite. La base aerea di Bagram è stata presidiata dalle forze speciali internazionali.

Ultime notizie, il pirata della strada di Coccaglio è una ragazza 22enne

Le ricerche per identificare il responsabile dell’incidente stradale avvenuto nella giornata di ieri a Coccaglio, un paesino della provincia di Brescia, sono state rapidissime. Il colpevole dell’evento è stato identificato grazie alle telecamere posizionate sul luogo del sinistro. L’identificazione della targa ha permesso di risalire al proprietario del veicolo. Si tratta di una ragazza di 22 anni, residente a Erbusco, un paese non lontano dal luogo in cui si è verificato l’investimento. La ragazza è stata arrestata ieri sera sul posto di lavoro. Il bambino si trova presso l’ospedale di Bergamo in terapia intensiva. La giovane donna, durante l’interrogatorio, ha detto agli inquirenti che è fuggita per paura. Attualmente si trova agli arresti domiciliari. E’ accusata di omissione di soccorso e di fuga da incidente.

Ultime notizie, anziano falciato da un autobus a Roma

Alle ore 9.30 circa di mercoledì un uomo di 84 anni stava regolarmente attraversando la strada sulle strisce pedonali in via Casilina. Durante l’attraversamento è stato violentemente investito da un mezzo della società Ama s.p.a. In seguito all’impatto, l’autista si era fermato per prestare i primi soccorsi. La persona anziana è stata immediatamente trasportata presso l’ospedale Tor Vergata con codice rosso. In seguito alle gravissime lesioni riportate alle gambe, l’uomo è morto. Le indagini sono condotte dai vigili urbani sotto la direzione del pubblico ministero Nunzia D’Elia. L’autista, di anni 35, è stato portato presso l’ospedale per essere sottoposto ai test di alcol e droga. I risultati sono stati negativi. Il conducente dell’autocarro Ama è indagato per omicidio stradale. Si attendono gli esami dei medici legali per fare chiarezza sulle vere cause del decesso della persona anziana.  L’amministratore unico di Ama S.p.A, Stefano Zaghis, ha espresso, anche a nome della società Ama s.p.a, il proprio cordoglio alla famiglia della vittima. I tecnici ed i responsabili dell’azienda hanno fornito la massima cooperazione agli inquirenti nominati per accertare l’esatta dinamica del sinistro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA