ULTIME NOTIZIE/ Ultim’ora oggi Firenze: 19enne morta in discoteca (20 ottobre 2019)

- Silvana Palazzo

Ultime notizie, ultim’ora oggi. A Firenze una ragazza di 19 anni è morta in discoteca, molto probabilmente dopo un mix di droga e alcol (20 ottobre 2019)

Turista investita e uccisa
Ambulanza (LaPresse, 2019)

Tragedia avvenuta nella notte appena passata nella provincia di Firenze. Una ragazza di soli 19 anni è deceduta in un locale notturno, come riferito dai colleghi dell’edizione online dell’agenzia Ansa. La vittima è morta precisamente in quel di Sovigliana, frazione di Vinci, nel fiorentino, ed era originaria di Livorno. Subito dopo il fatto, il locale è stato posto sotto sequestro dai carabinieri, che stanno indagando e controllando la discoteca assieme all’ispettorato del lavoro. Sul posto, come spiega l’Ansa, si è recato anche il magistrato della procura di Firenze, Fabio Di Vizio. In base a quanto emerso sembra che la ragazza abbia avuto un malore attorno alle 4:15 della notte fra sabato e domenica 20 ottobre, e non è da escludere che abbia assunto un mix letale di droghe e alcol. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie Brexit, Johnson chiede proroga a Ue

La Brexit è stata fermata di nuovo. Il Parlamento britannico, riunitosi sabato, ha approvato l’emendamento Letwin, che rinvia il voto sull’accordo tra Johnson e Ue sul divorzio dall’Unione europea a dopo l’approvazione della legge attuativa dell’intesa. Il premier nella tarda serata di ieri si è arreso e ha chiesto una proroga inviando una lettera non firmata a Tusk. Così Johnson ha lasciato intendere di essere costretto a farlo dalla legge varata dai suoi oppositori e di non ritenerla necessaria. I testi inviati a Donald Tusk sono tre: una lettera non firmata del premier in cui viene chiesta la proroga; una dell’ambasciatore britannico all’Ue, Tim Barrow; una terza firmata da Johnson in cui il primo ministro argomenta sulla non necessità del rinvio della Brexit oltre il 31 ottobre. “La richiesta di estensione è arrivata. Comincerò a consultare i leader Ue su come reagire”, ha twittato il presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk.

Ultime notizie, manifestazione del Centrodestra a Roma

Sono stati circa 200 mila i manifestanti che ieri sono scesi in piazza a Roma nella storica piazza della sinistra di San Giovanni. Salvini ha affermato di poter vincere se tutti uniti, Giorgia Meloni ha escluso ogni accordo con PD e M5S mentre Silvio Berlusconi ha parlato del centrodestra come unica speranza per il Paese. “Questa non è la piazza di Matteo, Giorgia, Silvio, ma di tutti voi. Qui c’è l’Italia vera”, ha detto il leader della Lega. Poco prima dell’inizio della manifestazione Gad Lerner è stato insultato dalla folla. Il giornalista era arrivato al banchetto sotto il palco per ritirare il proprio accredito quando è stato avvicinato e insultato a voce alta da un gruppo di manifestanti.

Ultime notizie, Leopolda 2019: svelato simbolo Italia Viva

Mentre il centrodestra scendeva in piazza a Roma, Renzi presentava il nuovo simbolo di Italia viva nella storica stazione Leopolda di Firenze. Non sono mancati gli attacchi al governo di cui fanno parte e al PD con la dichiarazione di Maria Elena Boschi che ha definito il PD il partito delle tasse. Le risponde Orlando che giudica come incomprensibili gli attacchi di Italia Viva mentre il Presidente del Consiglio Conte dichiara che chi attacca la manovra è fuori dal Governo. Un momento importante è stato quello dedicato al simbolo di Italia Viva, che è stato svelato da Renzi. È stato scelto quello con la scritta Italia Viva in blu e fucsia, il gabbiano stilizzato che la sormonta, una fascia fucsia sottostante. Scelto con un voto online, è stato calato in formato gigante sopra il palco della Leopolda.

Ultime notizie, tenta di sgozzare compagna: aveva già ucciso

Afferra una bottiglia di vetro e sfigura il volto dell’ex amante, quindi prova a sgozzarla. Non ci riesce perché lei, riversa a terra in una pozza di sangue, aveva una sciarpa spessa. Ma non è la prima aggressione di Mohamed Safi. Il 36enne tunisino aveva ucciso nel 2008 a Bergamo una ragazza di 21 anni di cui si era invaghito, Alessandra Mainolfi. E per questo era stato condannato a 12 anni. Grazie alla buona condotta, nel 2015 aveva cominciato a lavorare nel panificio del carcere di Alessandria. Due anni dopo il lavoro vero fuori dalla galera. La donna aggredita, separata e con due figli, lo aveva conosciuto in chat. Così è cominciata la relazione, ma sono nati i primi sospetti. Su internet scopre il suo passato e decide di mollarlo, ma lui non si rassegna. Quindi l’aggressione che poteva finire in tragedia. La donna ora ha il nervo facciale distrutto. Lui deve rispondere ora di tentato omicidio aggravato. Il Guardasigilli Alfonso Bonafede ha chiesto accertamenti sui permessi: non è chiaro come potesse incontrare l’amante visto che quando era fuori dal carcere era tenuto a lavorare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA