ULTIME NOTIZIE/ Ultim’ora oggi: esplosione palazzina a Roma, un ferito (7 settembre)

- Silvana Palazzo

Ultime notizie e ultim’ora di oggi, sabato 7 settembre 2019: esplosione in una palazzina a Tor Lupara, alle porte di Roma.

ultime notizie
Immagine di repertorio (Youtube, 2019)

Paura a Roma, Tor Lupara: esplosione in una palazzina di via Giovanni Verga, fortunatamente il bilancio consta un solo ferito, ustionato e trasportato dal 118 all’ospedale. Come riporta Il Messaggero, sono in corso le operazioni di spegnimento da parte dei vigili del fuoco, che stanno portando via il materiale coinvolto nell’esplosione. Sul posto sono giunti anche i carabinieri della stazione Mentana e compagnia di Monterotondo. Secondo una primissima ricostruzione, in attesa di conferme dalle autorità, l’esplosione sarebbe avvenuta nell’abitazione di una persona con problemi psichici. Il condominio è composto da otto appartamenti, di cui cinque abitati: tutti gli alloggi sono stati evacuati per sicurezza, attesi aggiornamenti nel corso delle prossime ore. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

Ultime notizie, Benevento: morto operaio 57enne

Tragedia in provincia di Benevento, dove un operaio è morto. Un 57enne di Paupisi, comune del beneventano, si trovava stamane al lavoro presso un cantiere edile sito nel centro storico di Torrecuso, in via Tedesco, quando qualcosa deve essere andato storto: mentre era impegnato nei lavori di scavo per il rifacimento della fognatura scolastica, il terreno ha ceduto ed è stato sepolto vivo da quattro metri di terra e calcinacci. Immediatamente sono stati allertati i soccorsi, ma una volta giunti sul luogo incriminato non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del povero operaio. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco del comando provinciale di Benevento per recuperare il corpo, estratto solamente due ore dopo l’incidente. L’uomo lascia la moglie e due bambini piccoli. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, gravissimo incidente a Verona: muore 20enne

E’ gravissimo il bilancio di un incidente d’auto avvenuto nelle scorse ore in provincia di Verona. Come riferito dal Corriere Veneto, nelle prime ore di oggi, sabato 7 settembre, un’automobile è finita fuori strada a Bosco Chiesanuova, località Tinazzo (vicino a Malga Vigna, provincia di Verona), con sei persone a bordo, tutti giovani residenti a Bosco. In base a quanto emerso, una occupante di soli 20 anni sarebbe deceduta, mentre gli altri cinque sarebbero in condizioni gravi: due di loro sono stati infatti portati in codice rosso presso l’ospedale di Borgo Trento, uno invece con l’elisoccorso a Brescia, e i restanti due sono stati ricoverati in codice giallo. Sul posto, una volta lanciati i soccorsi, sono giunti i carabinieri, i vigili del fuoco, cinque ambulanze e appunto l’elisoccorso bresciano. Sono ancora ignare le cause dell’incidente, forse un colpo di sonno, un malore, l’alta velocità o una distrazione. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie. Incendi in Amazzonia: 7 paesi firmano patto

Nella sera di ieri, in quel di Leticia (Colombia), è stato siglato un patto fra sette paesi “toccati” dalla foresta Amazzonica, per stabilire dei meccanismi di vigilanza, e nel contempo un reciproco appoggio, con l’obiettivo di monitorare l’Amazzonia e scongiurare nuovi incendi. A siglarlo, come sottolinea l’edizione online dell’agenzia Ansa, sono stati i presidenti di Colombia, Perù, Ecuador, Bolivia e Brasile, con l’aggiunta dei rappresentanti di Guyana e Suriname. Presente anche Jair Bolsonaro, capo dello stato verdeoro, nonostante negli scorsi giorni si parlasse di un suo forfeit per problemi fisici. L’accordo sottoscritto si chiama ‘Patto di Leticia per l’Amazzonia’ e permetterà un maggior interscambio di informazioni per combattere le economie illegali che mettono a serio rischio la foresta sudamericana. Con lo stesso patto, inoltre, è stata creata una Rete amazzonica di cooperazione, per fronteggiare eventuali emergenze. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, governo M5s-Pd, le prime mosse di Conte

L’accordo di governo tra il Movimento Cinque Stelle e il Partito Democratico è appena stato raggiunto, ma il premier Giuseppe Conte è di nuovo al lavoro per accelerare sui punti del programma. Per quanto riguarda l’Europa, sono due le cose che gli premono: rivedere il Trattato di Maastricht e il tema dell’immigrazione, cercando di rivedere il Trattato di Dublino e allargando la platea dei Paesi che accettano il principio secondo cui i nostri confini sono quelli di tutta l’Ue. Invece in chiave interna punta ad una accelerazione nella lotta alla burocrazia con investimenti in innovazione e semplificazione, approvando gli undici decreti delegati fermi in Parlamento e che dovrebbero dare al governo la possibilità di intervenire sulla Pa con poteri mai avuti precedentemente. Ma tra le prime mosse del governo c’è soprattutto l’impostazione della Legge di Bilancio.

Ultime notizie, uragano Dorian: catastrofe alle Bahamas

Sono già trenta le vittime accertate alle Bahamas a causa del passaggio dell’uragano Dorian. Tuttavia i dispersi sono molti di più, infatti non si hanno più notizie di oltre 5.500 persone che sono state dichiarate appunto disperse. È per questo motivo che la tragedia ha la portata di una vera e propria ecatombe. Purtroppo lo sfacelo prodotto da Dorian rende difficilmente raggiungibili i luoghi devastati dall’uragano e i soccorsi difficilmente riescono a recuperare le vittime. Al contempo, i sopravvissuti, se possibile, salgono sui pochi aerei che atterrano e che portano viveri e acqua per poter allontanarli dai luoghi del disastro. Comunque l’uragano ha progressivamente diminuito la sua potenza ed è stato declassato a tempesta.

Ultime notizie, Istat: prosegue fase di debolezza

Peggiora la situazione economica in Italia. L’Istat registra infatti un peggioramento determinato una prosecuzione delle fase di stagnazione. Si tratterebbe di una condizione di debolezza che rischia di proseguire, e che si palesa come la prima vera sfida del nuovo governo che dovrà tenere conto della situazione in Italia in fase di definizione della manovra finanziaria. Già alcuni giorni fa l’istituto di statistica aveva confermato la crescita zero anche per il secondo trimestre dopo che un dato analogo era stato evidenziato nei primi tre mesi dell’anno. L’Istat ha ricordato che l’inflazione al consumo ha mostrato una lieve ripresa, restando comunque su livelli contenuti. Il divario inflazionistico a favore dell’Italia rispetto ai paesi dell’euro si è ristretto leggermente. L”indice del clima di fiducia ha evidenziato ad agosto un deterioramento sia per i consumatori sia per le imprese.

Ultime notizie: manager russo arrestato a Napoli, caso diplomatico

A Napoli, su richiesta degli Stati Uniti, è stato arrestato un manager russo accusato di spionaggio industriale. Mosca però chiede di fermare l’estradizione di Alexander Korshunov. Alla protesta pubblica del presidente Vladimir Putin sono seguite le prime iniziative formali per portare in patria il dirigente dell’azienda Odk che si trova ora nel carcere di Poggioreale. Il manager non ha risposto alle domande dei magistrati. Negli Stati Uniti è accusato di cospirazione finalizzata alla sottrazione di segreti commerciali e rischia una condanna a 10 anni di prigione. Inoltre, ritengono che sia tuttora al soldo dei Servizi russi, quindi sarebbe una spia a tutto tondo. Per questo il tribunale dell’Ohio ha emesso pochi giorni prima dell’arrivo in Italia un provvedimento nei suoi confronti. E il nome del manager russo è stato inserito nella lista Interpol per fermarlo alla frontiera il 28 agosto, il giorno prima dello sbarco a Capodichino con la moglie.

Ultime notizie, maltempo in Italia: raffiche di vento e calo temperature

Arriva il maltempo e l’estate se ne va. Caldo e afa hanno le ore contate, perché è previsto un calo delle temperature con l’arrivo delle piogge, anche violente. Sono le prove tecniche dell’autunno che sta facendo il suo esordio al Nord, soprattutto in Piemonte e Liguria. Particolarmente colpita la zona delle Langhe: in appena un’ora sono caduti fino a 130 millimetri di pioggia ad Alba e nei paesi limitrofi, con anche qualche grandinata alla vigilia dell’inizio della vendemmia. Ci sono stati poi venti di forte burrasca e 16mila fulmini circa si sono abbattuto la notte scorsa su Genova. Secondo Arpal della Liguria poco dopo la mezzanotte le raffiche di vento hanno raggiunto in alcune zone i 120 km all’ora. Il brusco ed improvviso abbassamento delle temperature ha contribuito anche alle prime copiose nevicate in quota. Come sul Passo dello Stelvio, a 2.757 metri quota, dove si è passati dall’estate all’inverno nel giro di poche ore. Gli esperti meteo annunciano brutto tempo per l’intero fine settimana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA