ULTIME NOTIZIE/ Oggi ultim’ora: Open Arms, Salvini a processo per sequestro migranti

- Fabio Belli

Ultime notizie, ultim’ora oggi. Open Arms, l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini a processo per sequestro di 147 migranti e per rifiuto di atti d’ufficio

coprifuoco
Matteo Salvini (Foto: LaPresse)

Matteo Salvini rinviato a giudizio per il caso Open Arms: il leader della Lega va a processo con l’accusa di sequestro per i 147 migranti salvati dall’Ong spagnola nell’agosto 2019. «Si dispone il rinvio a giudizio», ha detto il giudice dell’udienza preliminare Lorenzo Jannelli dopo due ore di camera di consiglio. L’ex ministro dell’Interno, dunque, dovrà presentarsi davanti la seconda sezione del Tribunale di Palermo il 15 settembre, per aver bloccato in mezzo al mare per sei giorni i migranti salvati da Open Arms. Nello specifico, Salvini è accusato, oltre che di sequestro di persona, anche di rifiuto di atti d’ufficio. «La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino, articolo 52 della Costituzione. Vado a processo per questo, per aver difeso il mio Paese? Ci vado a testa alta, anche a nome vostro. Prima l’Italia. Sempre», ha scritto Salvini via social dopo la decisione. In una memoria difensiva di 110 pagine aveva spiegato: «Seguivo un preciso indirizzo del governo. Prima la redistribuzione dei migranti in Europa, poi gli sbarchi». Ma la ricostruzione è stata bocciata dal gup, dunque il processo si farà. (agg. di Silvana Palazzo)

Ultime notizie, USA: donna arrestata, voleva uccidere Kamala Harris

Una donna di Miami è stata arrestata perchè accusata di voler uccidere la vicepresidente degli Stati Uniti, Kamala Harris. Nei suoi confronti era stata presentata una denuncia presso il tribunale della Florida, così come riporta la Cnn, in cui si legge: “Niviane Petit Phelps ha consapevolmente e intenzionalmente minacciato di uccidere e infliggere danni fisici al Vice Presidente degli Stati Uniti in violazione del Titolo 18, Sezione 871 del Codice degli Stati Uniti”.

Le minacce, come riferisce l’agenzia Ansa, sono state inviate dalla Phelps al marito, che si trova al momento in carcere, attraverso l’applicazione Jpay, che permette la condivisione di media fra persone che si trovano dentro e fuori la prigione. “I video generalmente ritraggono Phelps – le parole di un agente dei servizi segreti riferendosi ai filmati che si scambiavano marito e moglie – che si lamenta e parla con rabbia rivolta alla telecamera del suo odio per il presidente Joe Biden e per il vicepresidente Kamala Harris”. In un video si sente la Phelps dire “Kamala Harris stai per morire. I tuoi giorni sono già contati “, mentre in un altro: “Vado al poligono di tiro. … Giuro su Dio, oggi è il tuo giorno in cui morirai. Tra 50 giorni da oggi, segna questo giorno”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie: indice Rt scende a 0,85

Il bollettino del coronavirus fa registrare un aumento dei tamponi eseguiti, 327.704, con una diminuzione dei nuovi contagi, 15.943, che fanno scendere il tasso di positività al 4,86% dal 5,2 di giovedì. Leggero aumento dei decessi con 429 morti contro i 390 del giorno precedente. Il numero delle persone guarite è di 18.799, con un totale di attualmente positivi che scende a 506.738 con un calo di 3.285 unità rispetto a giovedì. Anche i numeri dei ricoveri sono in calo con quelli delle terapie intensive che scendono di 51 unità, mentre i reparti ordinati hanno visto una diminuzione di 844 unità, con gli attualmente ricoverati che sono rispettivamente 3.366 e 24.743.

Ultime notizie, i colori delle regioni

Mentre l’Rt scende a 0,85 a livello nazionale, dallo 0,92 che era stato registrato la settimana scorsa, dal prossimo lunedì ci saranno pochissimi cambiamenti per i colori delle regioni, con tre soltanto in rosso e la Campania che grazie ai miglioramenti dei dati passerà nuovamente in arancione. Scende anche l’indice dei nuovi casi per 100mila abitanti che ora è a 179. Come anticipato 11 regioni hanno dei dati che le porterebbero ad entrare in zona gialla, e questo potrebbe accadere dal prossimo 26 aprile come hanno comunicato il premier Draghi e il ministro Speranza nella conferenza stampa che è stata tenuta nel pomeriggio di venerdì.

Ultime notizie, le prossime riaperture

Una ventata di ottimismo è arrivata dalla conferenza stampa di Draghi e Speranza, nella quale sono state confermate le riaperture dal 26 aprile nelle zone gialle, che sono così state ripristinate. Restano però alcune limitazioni come quella del coprifuoco che entrerà in vigore ancora alle 22.00, con i ristoranti che fino a quell’ora potranno restare aperti se in zona gialla. Dalla cabina di regia sono arrivate anche indicazioni di prossime riaperture per le palestre, le piscine e anche per gli eventi all’aperto, con una “road map” che prevede diversi scaglioni. Anche le scuole dovrebbero tornare al 100% in presenza sia in zona gialla che in zona arancione dal 26 aprile.

Ultime notizie, la situazione Covid in Germania

In Germania i numeri relativi alla pandemia di coronavirus stanno peggiorando e si sono avuti 25.110 nuovi contagi, mentre il numero di giovedì è stato di 31mila. Nell’ultima settimana in media sono stati 20mila i tedeschi che si sono contagiati e la media dell’incidenza è aumentata raggiungendo quota 160 su 100mila abitanti. Per questi motivi la cancelliera Merkel ha emesso una ordinanza per ridurre la mobilità con un coprifuoco dalle 21.00 della sera alle 5.00 della mattina successiva. L’aumento dei casi di contagio è derivato anche dalle poche mascherine che vengono indossate nei luoghi pubblici.

Ultime notizie, muore a Lecce un 37enne contagiato in ospedale

Giampiero, 37enne di Giuliano, in provincia di Lecce, è morto dopo aver contratto il covid in ospedale durante una visita di controllo per i problemi cardiaci di cui soffriva. Il giovane si era recato all’ospedale di Tricase, poi a causa del virus era stato trasferito a Lecce presso il Dea, e qui è morto nella notte tra il 14 ed il 15 aprile. Solo poche ore prima del malore che è risultato fatale, aveva parlato con la famiglia rassicurando i genitori sulle proprie condizioni di salute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA