Ultime notizie/ Ultim’ora oggi, Germania: auto contro pedoni, 2 morti (1 dicembre)

- Fabio Belli

Ultime notizie e ultim’ora di oggi, martedì 1 dicembre 2020: auto sulla folla a Treviri in Germania. Bilancio di due morti e diversi feriti

ultime notizie
Polizia in Germania (LaPresse, 2020)

Paura in Germania: in pieno centro di Treviri, un’automobile è entrata nella zona pedonale ed ha centrato diverse persone. Secondo quanto riportato dalla stampa tedesca, almeno 10 cittadini sono rimasti coinvolti nell’incidente. Diverse testate riportano di almeno due morti e di diversi feriti, ma sono attese conferme ufficiali dalle forze dell’ordine. La Polizia con una nota ha chiesto alla popolazione di evitare di raggiungere il centro città. Il conducente è stato identificato e fermato dalle forze dell’ordine. Da chiarire la causa dell’incidente e, eventualmente, del movente: attese novità a stretto giro di posta. (Aggiornamento di MB)

 

Ultime notizie, il bollettino coronavirus di ieri

Cala il numero dei nuovi casi di contagio nel bollettino con 16.377, ma con soli 130.524 tamponi eseguiti. Torna a salire il numero dei decessi che sono 672, con un aumento di 131 rispetto a quelli di domenica. Il rapporto con i positivi aumenta dello 0,9% e torna sopra quota 12%. Resta in discesa il trend dei ricoveri nei reparti di terapia intensiva con – 9 rispetto alla domenica, mentre per i reparti ordinari si assiste ad un aumento di 308 ricoveri. Le persone guarite sono 23.004 e questo dato contribuisce ad un calo sugli attualmente positivi di 7300 unità. Dopo molti giorni è l’Emilia Romagna la regione con il più alto numero di nuovi contagi, 2.041, con il Veneto che ne ha fatti registrare 2.003 e la Lombardia che resta sotto quota 2mila, con 1.929 casi, davanti alla Campania con 1,626.

Ultime notizie, vaccino: Moderna chiede l’autorizzazione a Fda e Ema

L’azienda americana Moderna ha annunciato che il proprio vaccino ha una efficacia del 94,1% e nei casi gravi arriva fino al 100%. Questi risultati sono stati ottenuti con le sperimentazioni della fase 3, con circa 30mila volontari coinvolti. Tra questi 196 persone ammalate di Covid-19, 30 delle quali in gravi condizioni. L’azienda ha precisato che dopo le vaccinazioni non sono stati identificati problemi seri per quanto riguarda la sicurezza delle persone vaccinate. Lo studio su questo vaccino ha superato i 60 giorni di “follow-up mediano” che vengono richiesti dall’organizzazione statunitense Fda per ottenere l’autorizzazione ad utilizzarlo in fase di emergenza.

Ultime notizie, novità nel caso della morte di Maradona

A diversi giorni dalla morte del calciatore argentino, permangono ancora molte incertezze riguardo alle cause. Secondo una notizia che sta circolando, una settimana prima del decesso, Diego Armando Maradona era caduto battendo la testa. Questa dichiarazione arriva dall’avvocato l’avvocato dell’infermiera che al momento della morte si occupava delle cure per l’ex calciatore. Questo aggrava la posizione del medico di Maradona, Luque. Prima dei funerali era stata vietata la cremazione del corpo e si potrebbe anche rendere necessaria una riesumazione per effettuare altri controlli.

Ultime notizie, 50 anni dalla legge sul divorzio

50 anni fa il parlamento italiano dette il via libera alla legge sul divorzio. Era il 1 dicembre 1970 quando il divorzio venne introdotto con la legge n° 898, andando poi a regime il 18 dicembre. Si chiudeva così una lunga battaglia che aveva visto molti partecipanti, tra i quali in prima linea il Partito Radicale di Marco Pannella. Le legge non venne approvata all’unanimità, dato il parere contrario della DC, che in quegli anni era il partito che deteneva la maggioranza relativa nel nostro paese. La legge Fortuna – Baslini, dal nome dei due deputati che la presentarono, fu emendata in diverse occasioni fino al voto definitivo con 319 favorevoli e 286 contrari.

Ultime notizie, approvato il IV° decreto ristori

Il Governo ha approvato il IV° decreto ristori, che mette a disposizione degli italiani la somma di 8 miliardi di euro da destinare ad alcune categorie. Si tratta dei lavoratori del comparto degli spettacoli ed anche dei lavoratori stagionali appartenenti ai settori turismo e trasporti con bus panoramici. 350 milioni di Euro dovrebbero essere destinati per il ristoro di congressi e fiere. Per i venditori a domicilio in arrivo la cifra di 1000 Euro. Entro oggi il testo dovrebbe andare sulla Gazzetta Ufficiale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA