Ultime notizie/ Ultim’ora oggi, Genova: trovato uomo morto nella Pineta di Arenzano

- Alessandro Nidi

Ultime notizie e ultim’ora di oggi, sabato 19 giugno 2021: dramma a Genova, il corpo di un uomo è stato rinvenuto senza vita

ultime notizie
(LaPresse)

Brutte notizie da Genova. Come reso noto dall’Ansa, la scorsa notte è stato trovato morto un uomo nel comprensorio residenziale della Pineta di Arenzano. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine e il pubblico ministero Valentina Grosso.

Secondo le prime ricostruzioni, la vittima era un residente della zona ed era stato fuori ad una festa in casa di amici. Il suo corpo è stato trovato privo di vita con una ferita alla testa. Non si esclude alcuna ipotesi, compreso il malore. Secondo l’agenzia di stampa, l’uomo aveva i documenti con sé, esattamente come soldi e cellulare. (Aggiornamento di MB)

Ultime notizie, Speranza chiede parere a Cts sulle mascherine

Si avvicina molto probabilmente il giorno in cui potremo finalmente togliere le mascherine all’aperto. Alla luce anche della misura già adottata in altre nazioni come il Regno Unito, la Francia, gli Stati Uniti e Israele, anche l’Italia, visto l’ottimo andamento dei contagi, sta valutando il da farsi. L’ipotesi è che a partire dalla metà del mese di luglio si possa finalmente abbandonare il dispositivo di protezione individuale, ma non è da escludere che la decisione giunga anche prima.

A riguardo il quotidiano Repubblica sottolinea come il ministro della Salute, Roberto Speranza, abbia oggi inviato una richiesta di parere formale al Cts, il Comitato Tecnico Scientifico, “relativamente alle modalità e ai termini della permanenza dell’obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie all’aperto”, così come reso noto dal ministero preposto. La richiesta al Cts era stata già preannunciata ieri dal presidente del consiglio, Mario Draghi, in occasione della conferenza stampa che si è tenuta con il commissario Francesco Paolo Figliolo, e proprio con lo stesso Speranza. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, morto sindacalista investito a Novara

Ultime notizie sul fronte bollettino Coronavirus, che vede un calo allo 0,5% del tasso di positività, con 1.147 nuovi casi registrati e 35 decessi totali. Prosegue anche la decrescita dei ricoveri, con una diminuzione di 208 unità per quanto riguarda i ricoveri ordinari, mentre per le terapie intensive la flessione è stata di 28 unità. I dati relativi ai nuovi contagi a livello regionale vedono la Sicilia a quota 170, con il Lazio a 147 e la Lombardia a 114. Tutte le altre regioni italiane sono a quote inferiori a 100 nuovi casi. Intanto, è in discesa anche l’indice settimanale a livello nazionale, che si è attestato a 17 casi per 100mila abitanti.

Ultime notizie, la morte di Giampiero Boniperti

Il mondo del calcio italiano, in particolare quello juventino, piange la morte di Giampiero Boniperti, una vera e propria bandiera bianconera e presidente onorario della società, dopo aver giocato per anni nel club sabaudo ed esserne stato il presidente, con successi su entrambi i fronti e con la prerogativa del carattere forte, che si evidenziava anche nei rapporti con i calciatori. Giampiero Boniperti aveva quasi 93 anni e sarà ricordato come uno dei principali protagonisti dell’epopea bianconera: il ragazzo di Barengo giocò accanto a Sivori e Charles, dando vita a un trio magico, e anche dall’altro lato della scrivania regalò soddisfazioni immense al popolo zebrato. Una delle sue caratteristiche che saranno ricordate era l’abitudine di lasciare lo stadio leggermente in anticipo rispetto alla fine delle partite.

Ultime notizie, a Novara un sindacalista muore travolto da un camion

Un sindacalista è morto a Novara, travolto da un camion che voleva forzare il blocco davanti ai cancelli della fabbrica. Dopo aver investito il sindacalista, insieme ad altre due persone, l’autista del mezzo è fuggito, ma è stato rintracciato e fermato dai carabinieri mentre stava viaggiando in autostrada. Il sindacalista ucciso, che si chiamava Adil Belakhdim, svolgeva il ruolo di coordinatore dei Si Cobas e aveva 37 anni. La vittima era di origini marocchine, ma italiana di cittadinanza, e la manifestazione di protesta si stava svolgendo a Biandrate, in provincia di Novara, davanti alla Lidl. Secondo i primi accertamenti dei carabinieri, il presidio sindacale si stava tenendo davanti ai cancelli dell’azienda e il sindacalista è stato prima colpito e poi trascinato sull’asfalto per alcuni metri, per cui, secondo i suoi compagni, il conducente del mezzo, che ha urtato anche altre due persone, non può “non essersene accorto”.

Ultime notizie, meteo: fine settimana con temperature roventi

L’Italia attende un week-end “infuocato”, con temperature che in alcuni casi arriveranno fino a 40°C nelle ore più calde del sabato. Con l’aumento delle temperature, in alcune zone ci sarà anche il rischio grandinate, poi, a cominciare da domenica sera, ci saranno temporali che interesseranno le regioni alpine, principalmente quelle del Nord-Ovest con possibili estensioni anche nelle pianure di Lombardia, Piemonte e Veneto.

Ultime notizie, possibile svolta sull’uso delle mascherine all’aperto

Il miglioramento della situazione dell’epidemia di Coronavirus, con tutta Italia di colore bianco dal 21 giugno ad eccezione della Valle d’Aosta, e il calo degli indici hanno riaperto la discussione sull’eventuale eliminazione dell’obbligo della mascherina all’aperto. Il Governo sta valutando la situazione e si ipotizza una possibile cessazione dal 1° luglio, rimanendo però l’obbligo a portarla con sé e utilizzarla in casi di assembramento. Resterebbe inoltre in vigore lo “stato di emergenza”, che permette l’adozione da parte del governo dei DPCM in casi di problematiche improvvise.

© RIPRODUZIONE RISERVATA