Ultime notizie/ Ultim’ora oggi, Berlusconi ricoverato: slitta sentenza Ruby Ter

- Fabio Belli

Ultime notizie e ultim’ora di oggi, giovedì 15 aprile 2021: Ruby Ter, slitta la sentenza per Berlusconi. Accolto il legittimo impedimento per il ricovero

ultime notizie
Silvio Berlusconi (LaPresse)

Slitta ancora la sentenza per il processo Ruby Ter. Il Tribunale di Siena ha infatti disposto il rinvio al 22 aprile per il processo che vede coinvolto Silvio Berlusconi, accusato del reato di corruzione: come spiega Repubblica, i giudici hanno accolto la richiesta della difesa dell’ex presidente del Consiglio.

La difesa del Cavaliere ha avanzato al richiesta di rinvio per legittimo impedimento: ricordiamo che Berlusconi è ricoverato una settimana all’ospedale San Raffaele di Milano. Uno slittamento che arriva a una settimana da un altro rinvio, sempre legato alle condizioni di salute del leader di Forza Italia. (Aggiornamento di MB)

Ultime notizie, Ue: “Green pass pronto per il 1° giugno”

Da Bruxelles arrivano importanti aggiornamenti sul green pass. Intervenuto in audizione al Parlamento europeo, il commissario Ue per il mercato interno Thierry Breton ha annunciato che sul certificato verde «stiamo procedendo velocemente sotto il profilo tecnico e legislativo, dal 1° giugno saremo pronti».

Nel corso del suo intervento all’Europarlamento, Breton ha sottolineato che il sistema operativo del green pass sarà attivo dall’inizio di giugno ed i Paesi membri potranno iniziare ad editarlo e implementarlo così da raggiungere la piena operatività nel mese di luglio. Il commissario ha inoltre reso noto che in questi giorni è in corso la finalizzazione del gateway che consentire il funzionamento del certificato. (Aggiornamento di MB)

Ultime notizie: omicidio-suicidio nel Foggiano

Probabile episodio di omicidio-suicidio in provincia di Foggia (Puglia). Come riferito poco fa dai colleghi dell’agenzia Ansa, una donna di 81 anni, tale Anna Petronelli, è stata trovata senza vita a fianco del marito invece gravemente ferito. La vittima si trovava nella camera da letto della propria abitazione sita in quel di Cerignola, nota località del foggiano, uccisa a seguito di un colpo di pistola. Ai piedi del letto, invece, c’era il marito, Francesco Polidoro, di anni 83, che risultava essere gravemente ferito a seguito di un colpo alla testa.

Ecco perchè sembrerebbe trattarsi di un tentativo di omicidio-suicidio finito male: l’uomo avrebbe ucciso la moglie per poi tentare il suicidio rivolgendo l’arma a se stesso, anche se al momento si tratta solo di ipotesi. Soccorso, l’83enne è stato ricoverato in ospedale, dove si trova in gravi condizioni in prognosi riservata. La pistola era regolarmente detenuta dall’anziano e a scoprire la coppia sarebbe stato il figlio che ha immediatamente allertato i soccorsi. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, stadio Olimpico aperto per gli Europei

Numeri generali dell’epidemia di coronavirus in miglioramento nonostante i 16.168 nuovi casi del bollettino odierno ed i 469 morti. I tamponi eseguiti sono stati 334.766 con un aumento di circa 30mila rispetto al giorno precedente e questo porta ad un tasso di positività in aumento, dal 4,4% di ieri al 4,8% di oggi. Migliorano invece tutte le altre statistiche con i reparti di terapia intensiva che hanno visto un calo di 36 unità rispetto al giorno precedente, con 3.490 ricoverati totali, mentre la diminuzione nei reparti ordinari è stata di 583 unità. Il numero dei guariti nelle ultime 24 ore è stato di 20.251 e questo, insieme agli altri dati ha portato il numero totale delle persone attualmente contagiate a 514.660. Per quanto riguarda i dati relativi alle regioni, il numero più alto di nuovi contagi è stato registrato in Campania che con 2.212 unità, supera la Lombardia, anch’essa sopra quota 2mila, e Puglia, Piemonte e Lazio.

Ultime notizie, stadi aperti per le finali degli Europei di calcio

Il governo italiano ha dato il suo parere favorevole alla riapertura al pubblico dello Stadio Olimpico di Roma per la disputa delle partite del campionato Europeo di Calcio la cui partita inaugurale, l’11 giugno, vedrà di fronte Italia e Turchia. La capienza dello stadio sarà limitata la 25% di quella totale, con l’osservanza scrupolosa delle norme anti contagio. La risposta è arrivata dopo che l’UEFA aveva richiesto una pronuncia ufficiale da parte dell’Italia, pena lo spostamento delle gare in altre nazioni. Dopo l’arrivo di questa notizia sono partite immediatamente le proteste da parte dei lavoratori del settore dello spettacolo che si sentono penalizzati da queste decisioni, mentre il loro settore continua a fare i conti con le chiusure. Una manifestazione di protesta si è svolta a Roma con l’occupazione del Globe Theatre. Anche il ministro Franceschini ha chiesto al governo che sia garantita la parità di trattamento tra le manifestazioni sportive ed il mondo dello spettacolo.

Ultime notizie, duro scontro tra Italia e Turchia

Dopo la dichiarazione del Premier italiano Draghi riguardo alla situazione umiliante creatasi durante la visita in Turchia della Von der Leyden, nella quale aveva definito Erdogan un “dittatore”, è arrivata anche la risposta del presidente turco che ha parlato di “totale maleducazione” da parte di Draghi. Fino a questo momento Erdogan aveva lasciato che le risposte al premier italiano fossero date da alcuni esponenti del governo della Turchia, e dai media ufficiali turchi. Le parole del presidente turco sono state pronunciate nel corso di un evento che si è tenuto presso la Biblioteca Nazionale di Ankara e sono state riportare dai quotidiani locali. Erdogan ha dichiarato che le relazioni tra i 2 paesi sono danneggiate, ed ha fatto rilevare anche che il premier italiano è stato incaricato e non eletto.

Ultime notizie, la situazione del covid nel mondo

Le ultime notizie relative all’epidemia di Covid riguardano la Danimarca, che oggi ha sospeso definitivamente la somministrazione del vaccino AstraZeneca. In Germania viene invece deciso che non venga usato per la dose di richiamo per le persone con età inferiore ai 60 anni. La Danimarca era stata la prima nazione che aveva sospeso le vaccinazioni con il vaccino anglo svedese. Ursula Von der Leyen ha confermato che grazie ad un accordo con Pfizer, l’Unione Europea riceverà una maggiore dotazione di 50 milioni di dosi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA