Ultime notizie/ Ultim’ora oggi “G7 non riconoscerà frontiere modificate con la forza”

- Davide Giancristofaro Alberti

Ultime notizie, ultim’ora oggi. Dal G7 un chiaro messaggio alla Russia: “Non verranno mai riconosciute frontiere modificate con la forza”

Putin, Russia
Vladimir Putin, Presidente Russia (LaPresse, 2022)

Il mondo occidentale, e non solo, continua compatto a condannare fermamente e fortemente il conflitto in Ucraina da parte della Russia. A riguardo è stato stilato un comunicato finale a seguito della riunione a Weissenhaus, in Germania, dove hanno presenziato i ministri degli Esteri del G7, in cui si legge che: “Il G7 non riconoscerà mai le frontiere che la Russia tenta di modificare con la forza”.

Obiettivo, introdurre ulteriori sanzioni che possano prendere di mira quei settori da cui Mosca è dipendente, ed inoltre, i 7 grandi del mondo hanno esortato la Cina a “non fare fallire” le sanzioni nei confronti della Russia, schierandosi quindi dalla parte dell’occidente. Sempre da Weissenhaus si è espresso il ministro degli Esteri tedesco Annalena Baerbock, che ha spiegato: “Mosca ha intenzionalmente scatenato una guerra del grano, le consegne non sono possibili e i prezzi stanno salendo, con il rischio di carestia: non sono danni collaterali, è un strategia intenzionale”. Secondo la Baerbock la Russia starebbe “creando le basi per nuove crisi così che la cooperazione internazionale può essere ridotta”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie Corea del Nord: altri 174mila casi e 21 morti

Continua ad essere preoccupante la situazione covid riguardante la Corea del Nord. Dopo le migliaia di casi di ieri, anche nella giornata odierna i contagi sono stati tantissimi, per l’esattezza 174.400, così come riferisce l’agenzia Ansa nella sua edizione online. Ufficialmente il governo di Kim Jong-un parla di “stato febbrile”, ma tutto fa ovviamente pensare al coronavirus, anche perchè sono morte nel contempo 21 persone nelle ultime 24 ore.

Lo scenario è in netto peggioramento e il leader nord coreano ha deciso di presiedere una riunione mattutina al Politburo, definendo il coronavirus “un grande tumulto dalla fondazione del Paese”. In totale fra fine aprile e il 13 di maggio sono state ben 524.400 le persone risultate positive in Corea del nord, con sintomi febbrili. Stando a quanto segnalato dall’agenzia di staapa locale, Kcna, 243.630 sarebbero guarite e circa 280.810 sarebbero invece in cura. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie Ucraina, Pentagono a Mosca: “Cessate il fuoco”

Ci avviciniamo inesorabilmente verso i 90 giorni di guerra in Ucraina, fra l’esercito locale e quello russo, e anche oggi nessuno spiraglio di pace si intravede all’orizzonte. Il presidente ucraino, Zelensky, ha fatto sapere di essere pronto ad incontrare Putin il prima possibile, ma Mosca non è intenzionata ad arretrare sulle sue posizioni di conseguenza per ora un faccia a faccia resta impossibile. A conferma di ciò le parole di Putin durante una chiacchierata con il cancelliere tedesco Scholz: “Lo stallo dei negoziati è colpa dell’Ucraina”. Intanto giungono notizie in merito al danneggiamento di un’altra nave russa nel mar Nero da parte dell’esercito di Kiev, mentre secondo il New York Times i soldati russi si starebbero ritirando da Kharkiv. Da segnalare infine la richiesta ufficiale del Pentagono a Mosca per un “Cessate il fuoco”.

Ultime notizie, in Corea del Nord 187mila persone con la febbre

Sono drammatiche le notizie che filtrano dalla Corea del Nord in queste ultime ore, in merito alle persone che probabilmente hanno contratto il covid. Stando a quanto annunciato dall’agenzia di stampa ufficiale del Paese, KCNA, sarebbero più di 187mila i cittadini nordcoreani con febbre e che sarebbero in isolamento e sotto cura. La notizia è giunta il giorno dopo la comunicazione in merito al primo caso ufficiale di covid del Paese. “Attualmente, fino a 187.800 persone sono isolate e curate”, ha affermato l’agenzia di stampa ufficiale, aggiungendo che sono anche morte sei persone con sintomi di febbre, di cui una positiva ad Omicron. “Una febbre la cui causa non è stata identificata si è diffusa in modo esplosivo in tutto il paese dalla fine di aprile”.

Ultime notizie covid, i dati del monitoraggio settimanale Iss

Come ogni venerdì anche nella giornata di ieri si è tenuto il consueto monitoraggio ISS con tutti i dati settimanali sul covid. Cala l’incidenza dei casi di positività sui 100mila abitanti, passando dai 559 di una settimana fa, ai 458 attuali. Bene anche i dati relativi all’occupazione dei reparti di terapia intensiva e aree mediche, entrambi in calo. Per quanto riguarda invece i casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti, il numero è stabile, 13 per cento attuale contro il 12% della settimana scorsa, e lo stesso vale anche per quanto riguarda i casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (43% vs 42%) e i casi diagnosticati attraverso attività di screening (44% vs 46%).

Ultime notizie, in Siria 10 combattenti pro regime uccisi

Gravissimo scontro avvenuto ieri in Siria, dove i ribelli hanno ucciso 10 combattenti pro-regime nel nord del Paese. Come ha scritto l’agenzia Ansa sul suo sito online, si tratta dell’attacco più mortale da quando è stata raggiunta la tregua più di due anni fa. L’azione sanguinaria sarebbe stata condotta con un missile lanciato appunto dai ribelli, che avrebbero centrato un veicolo dei combattenti a fianco del regime, così come riferito anche dall’organizzazione non governativa siriana “Osservatorio siriano per i diritti umani”. La stessa Ong ha fatto sapere che non è ancora chiaro se l’attacco, che è avvenuto nell’ovest della provincia di Aleppo, sia stato sferrato dal gruppo jihadista Hayat Tahrir al-Sham, fortemente radicato nella regione, o da altre forze ribelli.

Ultime notizie, il bollettino del coronavirus

Il miglioramento della situazione dei contagi Covid continua lento ma costante con i nuovi casi di contagio che sono stati 38.507 con il nuovo tasso di positività che scende al 14,5%. Il calo è evidente anche rispetto allo stesso giorno della settimana precedente, quando i casi erano stati 43.947. Cala anche il numero dei decessi, 115 contro i 130 del giorno precedente. Nel conto dei ricoveri si è registrato un aumento di 7 unità nei reparti di terapia intensiva, mentre nei reparti ordinari c’è stato un calo di 251 unità, con il numero totale che dopo molte settimane è tornato sotto quota 8mila.

Ultime notizie, suicida a Bagheria un funzionario della Città Metropolitana di Palermo

Marcello Miraglia si è suicidato ieri mattina a Bagheria durante il suo arresto con l’accusa di corruzione. Il 60enne funzionario della Città Metropolitana all’alba ha ricevuto la visita dei finanzieri nella sua casa e prima di seguirli ha chiesto di poter andare in bagno, poi si è gettato dalla finestra dal sesto piano, nonostante i tentativi di bloccarlo effettuati dal finanziare che lo aveva accompagnato in bagno e che è rimasto ferito e si trova ora in ospedale. Su questa tragedia è stata aperta una indagine da parte della procura di Termini Imerese. Nell’inchiesta della Procura di Palermo che coinvolge il funzionario suicida si fa riferimento a delle mazzette pagate da alcune ditte della zona che operano nel settore dello smaltimento rifiuti.

Ultime notizie, le previsioni meteo del prossimo weekend

L’anticiclone Hannibal sarà il principale protagonista del meteo nel prossimo weekend e porterà delle correnti calde che daranno vita ad elevate temperature, con valori oltre la media del periodo. Il picco del caldo dovuto a questo anticiclone è previsto per martedì prossimo quando nel nord del nostro Paese si raggiungeranno anche i 32 – 33°C, con le correnti calde che arrivano dall’Algeria e dalla Tunisia. Si tratterà dunque del primo weekend balneare con gran parte degli italiani che si recheranno in spiaggia per godere del caldo ed anche per iniziare le balneazioni.

Ultime notizie, un uomo trovato morto in un pozzo a Reggio Emilia

Il corpo di Giuseppe Pedrazzini, un 77enne che risultava scomparso da alcuni mesi, è stato trovato all’interno di un pozzo e questo ha portato all’arresto sia della figlia che del genero che sono indagati per omicidio, mentre nei confronti della moglie di Pedrazzini è stata mossa una accusa che riguarda l’occultamento del cadavere. Tutti i familiari sono ora in carcere e su di loro ci sono dei gravi indizi di colpevolezza per la morte di Pedrazzini, anche se loro continuano a proclamarsi innocenti.

Ultime notizie, un’azienda di Treviso offre ricompensa ai propri dipendenti per segnalare possibili nuovi assunti

Le aziende italiane sono tutte a caccia di persone per assunzione e una azienda di Treviso ha messo in piedi un sistema che offre una ricompensa in denaro per i propri dipendenti che segnalano nuovi possibili assunti. La cifra è di 1.300 euro e sarà versata a chi ha fatto la segnalazione se si concluderà con l’assunzione dopo un primo periodo di prova della durata di sei mesi. L’imprenditore dell’azienda di Treviso ha dichiarato che è alla ricerca di 20 persone per la sua impresa che sta lavorando moltissimo.





© RIPRODUZIONE RISERVATA