Ultime notizie/ Oggi ultim’ora Russia: Putin firma legge, Presidente fino al 2036

- Alessandro Nidi

Ultime notizie di oggi, 5 aprile 2021: ultim’ora Russia, Putin firma legge per rimanere al potere fino al 2036. Proroga ordinanza Speranza sui viaggi all’estero fino al 30 aprile

green pass
Immagine di repertorio (LaPresse)

Il Presidente della Russia Vladimir Putin ha definitivamente firmato la legge che di fatto gli permetterà di rimanere al potere fino al 2036: il leader incontrastato al Cremlino, oggi 68enne, ha firmato la legge già approvata dal Parlamento dopo il referendum dell’estate 2020 che aveva espresso al 77,92% l’intenzione di confermare l’azzeramento del conteggio dei mandati presidenziali in Russia. In particolare, il disegno di legge introduce emendamenti alla legge del 2003 “Sulle elezioni del presidente della Federazione Russa”: in sostanza, viene modificato l’articolo sulla limitazione del numero dei mandati presidenziali scrivendo ora «La disposizione della Costituzione della Federazione Russa, che limita il numero di mandati durante i quali la stessa persona può ricoprire la carica di presidente della Federazione Russa, si applica a una persona che ha ricoperto e/o ricopre la carica di presidente della Federazione Russa, senza tenere conto del numero di mandati durante i quali ha ricoperto e-o riveste questa posizione al momento dell’entrata in vigore del relativo emendamento alla Costituzione della Federazione Russa». In questo modo, dopo la firma di Putin, lo stesso Presidente del Cremlino potrà ricandidarsi altre due volte alle Elezioni Presidenziali fino al 2036. (agg. di Niccolò Magnani)

ULTIME NOTIZIE: PROROGA ORDINANZA SPERANZA FINO AL 30 APRILE

Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha prorogato l’ordinanza sui viaggi all’estero in Unione Europa che tanto aveva fatto discutere la scorsa settimana a ridosso della Pasqua: la quarantena di 5 giorni per chi torna dai Paesi europei fino al 30 aprile sarà costretto a scontare i giorni di “lockdown” obbligatorio, con tampone all’arrivo e tampone al termine delle 5 giornate. La procedura dell’ordinanza rimane invariata ma estesa fino al termine del mese: per chi torna da uno Stato dell’Unione Europea è previsto il test negativo effettuato prima dell’ingresso in Italia, l’isolamento per 5 giorni e per uscire occorre avere l’esito negativo di un altro tampone antigenico o molecolare. Gli Stati che rientrano in questa specifica ordinanza sono: Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (incluse isole Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia, (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo), Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi (esclusi territori fuori continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi territori nel continente africano), Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco. Rientrano nei Paesi con obbligo quarantena a 5 giorni (e non più 14) anche Austria, Israele, Regno Unito e Irlanda del Nord. (agg. di Niccolò Magnani)

ULTIME NOTIZIE, CALABRIA ZONA ROSSA FINO AL 21 APRILE

La Regione Calabria rimarrà in zona rossa fino al prossimo 21 aprile 2021: il Presidente della Regione, il reggente Nino Spirlì, ha firmato l’ordinanza numero 21 che di fatto recepisce quella precedente del Ministro della Salute Speranza (lo scorso 2 aprile) disponendo l’applicazione delle misure di lockdown per altri 15 giorni a partire dal prossimo 7 aprile. Nelle ultime notizie pubblicate dal portale della Regione Calabria si legge «l’analisi dei dati a livello regionale continua a evidenziare una costante crescita del numero assoluto dei casi confermati, un elevato tasso di positività e l’incremento del numero di posti letto occupati in Area Medica e Terapia intensiva». Divieto spostamenti anche verso abitazioni private nello stesso Comune, scuola in Dad dalla seconda media in su e assorbimento delle regole nazionali previste già dal nuovo Decreto Legge 7-30 aprile. (agg. di Niccolò Magnani)

ULTIME NOTIZIE, IL BOLLETTINO COVID DI IERI

Ultime notizie: il bollettino Coronavirus della giornata di Pasqua ha fatto registrare 18.025 nuovi casi e 326 decessi. Mentre il calo delle vittime, -50, rappresenta un dato confortante, per quanto riguarda il numero dei nuovi casi, il tasso di incidenza (che era sceso al 5,9%) è tornato a salire al 7,1%, anche per via del ridotto quantitativo di tamponi effettuati rispetto al giorno precedente. Anche i ricoveri hanno fatto registrare alcuni lievi cali, con le terapie intensive a -11 unità rispetto alla giornata antecedente e i ricoveri ordinari a -27. Con questi numeri, il totale dei ricoverati in terapia intensiva è oggi di 3.703, mentre per i ricoveri ordinari si contano 28.432 persone. Con le morti nel giorno di Pasqua, il numero complessivo di vittime arriva a quota 111.030.

ULTIME NOTIZIE: TERRIBILE INCIDENTE FRONTALE A SAN VITTORE IN PROVINCIA DI FROSINONE

È di 4 morti il bilancio del terribile incidente che è avvenuto alle 21 di sabato a San Vittore, sulla Casilina. Lo scontro tra due auto è stato frontale e nell’impatto hanno perso la vita sia tre ragazzi, d’età compresa fra i 18 e i 20 anni, che si trovavano nella prima macchina, che il 52enne che guidava l’altro veicolo coinvolta. Lo schianto è avvenuto in diretta social, dato che uno dei giovani (non al volante) stava girando un video su Instagram. Tutte le vittime sono originarie di Mignano Monte Lungo, in provincia di Caserta. Il 52enne deceduto si trovava sulla carreggiata perché stava recandosi a ritirare alcune pizze ordinate in modalità asporto. Dopo l’incidente sono intervenute le ambulanze del 118, i carabinieri e i vigili del fuoco, che non hanno potuto fare altro che constatare la morte delle 4 persone coinvolte nel sinistro. L’incidente è avvenuto nei pressi di una rotatoria tra un’Alfa Mito, sulla quale viaggiavano i tre ragazzi, e la Fiat Idea.

ULTIME NOTIZIE: I CONTROLLI NELLA PASQUA IN ROSSO IN TUTTA ITALIA

Sono stati più di 110mila i controlli che le forze dell’ordine hanno effettuato nella giornata di Pasqua con tutto il Paese in zona rossa, in una tre giorni che terminerà soltanto lunedì 5 aprile. Numerose le sanzioni elevate, oltre 2.600, che sono state rilasciate anche per la tintarella sulle spiagge. Per i controlli sono stati utilizzati addirittura i droni. Le multe sono state applicate anche a 34 esercizi commerciali, per i quali è stata decretata la chiusura. L’attività di controllo in questi giorni è stata notevolmente rafforzata, con pattuglie impiegate sia sulle strade che nei centri urbani.

ULTIME NOTIZIE: LA PASQUA NEL MONDO

La Pasqua è stata celebrata nel mondo con misure diverse tra nazione e nazione. In Gran Bretagna le misure di contenimento dell’epidemia sono state allentate in questi giorni, anche per il grande numero di vaccinazioni effettuate, mentre in Francia è andato in scena il terzo lockdown a carattere nazionale, estendendo a tutto il territorio le misure restrittive che erano state previste inizialmente per 18 dipartimenti. Il coprifuoco in particolare è in vigore dalle 19 alle 6 del mattino seguente. Anche la Spagna rimane in stato d’emergenza, mentre in Grecia stanno per riaprire alcuni negozi, con la possibilità di prenotare un appuntamento per fare acquisti.

ULTIME NOTIZIE: CAMPAGNA VACCINALE A RILENTO IN APRILE

Le cifre delle vaccinazioni giornaliere previste per il mese di aprile non potranno essere raggiunte a causa del ritardato arrivo delle dosi attese. Già nella giornata di Pasqua si sarebbero dovute raggiungere le 300mila inoculazioni al giorno, ma con molta probabilità a questo livello si arriverà soltanto a metà mese, mentre lo scatto più consistente si registrerà nel mese di maggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA