Umberto Tozzi/ “Gloria? A pomparla furono poi i dj newyorkesi”

- Emanuele Ambrosio

Umberto Tozzi vittima di Pio e Amedeo nella nuova puntata di “Emigratis” e sul Coronavirus: “la mia vita è stata sempre un po’ in quarantena”

umberto tozzi instagram
Umberto Tozzi (foto: Instagram)

Umberto Tozzi vittima di Pio e Amedeo nella nuova puntata di “Emigratis” in onda lunedì 25 maggio 2020 in prima serata su Italia. Nella puntata il duo comico foggiano partono dalla città di Verona dove il cantautore si trovava per il concerto evento di 40 anni di carriera all’Arena di Verona. Pio e Amedeo decidono così di fare una bella improvvisata a Tozzi presentandosi sul palcoscenico con i ragazzi del Musicomio dopo il fallito tentativo di una pubblicità da parte del duo Benji e Fede. Pio e Amedeo ci provano così questa volta con il cantante di “Gloria” incrociando lungo il loro percorso big della musica italiana come Raf, Fausto Leali, Al Bano, Enrico Ruggeri, Gianni Morandi e Marco Masini arrivati nella città dell’Amore per condividere il palcoscenico con Tozzi. Saranno riusciti i due comici a convincere il cantante? Intanto anche Umberto Tozzi come tutti ha trascorso gli ultimi mesi in quarantena per via dell’emergenza sanitaria da Coronavirus; una quarantena che ha trascorso guardando la quarta stagione de La Casa di Carta come ha raccontato durante un’intervista a AdnKronos.

Umberto Tozzi: “Ti amo? Non avevo la minima idea…”

Una quarantena trascorsa a vedere La casa di Carta per Umberto Tozzi che si è ritrovato anche ad ascoltare una delle sue canzoni più famose al mondo, “Ti amo”, interpretata dai protagonisti della serie. “Molto bello. Mi ha fatto molto piacere, anche perché so quanto è conosciuta questa serie in tutto il mondo” ha detto il cantautore durante un’intervista rilasciata a Adnkronos. “Ti amo” è in assoluto uno dei brani di maggior successo della sua carriera su cui ha rivelato: “quando lo registrai non avevo la minima idea che potesse avere quel successo e diventare un evergreen, in grado di conquistare il mondo ancora più di 40 anni dopo. All’epoca era già un miracolo per un italiano passare la frontiera di Chiasso”. Dopo il grande successo di “Ti amo”, Tozzi ha bissato con “Gloria”, canzone portata al successo anche nel resto del mondo dalla voce di Laura Branigan.

Umberto Tozzi: “Gloria? A pomparla furono poi i dj newyorkesi”

“Un risultato davvero grande da ottenere nel mercato del Nord America. E anche quella fu una coincidenza fortunata perché Greg Mathieson che aveva lavorato con me all’arrangiamento di ‘Gloria’ si trovò a lavorare al disco di Laura e, siccome mancava un pezzo, propose Gloria. Ma a pomparla furono poi i dj newyorkesi. Un successo pazzesco” ha detto Umberto Tozzi che ha ritrovato la sua canzone “Gloria” in diversi film di successo come “Flashdance ” e “The Wolf of Wall Street”. Impossibile non parlare degli ultimi mesi di lockdown e della quarantena per via del virus Covid-19: “A dire il vero, la mia vita è stata sempre un po’ in quarantena. Non sono mai stato molto mondano. L’unica cosa che mi concedevo prima di queste restrizioni era andare in piscina a nuotare per un paio d’ore. Per il resto sono sempre stato molto a casa, dove ho anche il mio piccolo studio per creare musica. Mi è sempre piaciuta la magia dei luoghi raccolti”. Durante queste settimane il cantautore si è dedicato alla scrittura del nuovo album: “doveva uscire a maggio ma adesso è tutto rimandato. Il titolo ancora non l’ho scelto. Però stiamo lavorando al missaggio. Sono circa 6 anni che non pubblico inediti ma di questi nuovi dieci brani sono contentissimo: era un bel po’ di tempo che non mi uscivano canzoni così ‘tozziane’…“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA