BLOOPERS/ Il pupazzo di A Natale mi sposo, l’erba di Orgoglio e pregiudizio e gli stivali di Swat

- Dana e Spinoza

DANA E SPINOZA tornano a farci divertire con i bloopers presenti nei film visti questa settimana in televisione: parliamo di errori e distrazioni che inevitabilmente ogni pellicola contiene

Orgoglio_PregiudizioR439
Orgoglio e pregiudizio

Ciao Dana bentrovata… non far caso al delirio che c’è in casa, ma sto studiando per un concorso e mi sono un po’ lasciato andare… aspetta che sposto i panni dalla sedia e ti lascio sedere…

 

Concorso? Da quando si studia per partecipare a… Oh! Aspetta! *Quel* tipo di concorso.

Scusa. È che ora in teoria non dovevano farne più, e allora… Ma com’è che hai in giro tutto ‘sto casino?

Quando uno studia, studia. Devo solo organizzarmi, tutto qui. Anzi, organizziamoci e iniziamo coi bloopers…

Oggi, 21.05, Rai2. “Armageddon – Giudizio finale”. Ne abbiamo già parlato, ma, essendo praticamente il film un blooper dall’inizio alla fine, il materiale non si esaurisce mai. Ad esempio, nella scena in cui Bruce Willis sorprende Ben Affleck a letto con Liv Tyler, gli punta la mazza da golf al collo. Nella prima inquadratura la parte finale della mazza, a contatto col collo di Affleck, punta sulla destra, nella successiva sulla sinistra.

Affleck merita questo e altro…

Perché ti è antipatico? A me in “Pearl Harbor” è piaciuto così tanto…

Guarda, io scelgo un Mel Gibson d’antan: “Arma Letale”, alle 21.05 su Iris. Aveva i capelli lunghi e faceva il piacione, ma ancora non si era convertito ai film impegnati/difficili/duri/aramaici. Quando Gibson e il suicida si lanciano, si può notare che le manette si spezzano. E, come se non bastasse, guardando meglio si vedono i due che nell’attimo in cui si gettano si prendono per mano per non far notare le manette della mutua che aveva fornito quel tirchiaccio del produttore…

Domani alle 21.15 su Rai Movie “Mongol”, che Piero Angela ha allegramente saccheggiato per la sua puntata di Quark su Gengis Khan. Un errore piuttosto simile a quello di “Armageddon”: a circa 1h29′, Borte punta il coltello alla gola a uno dei carovanieri che voleva troppo denaro. In una inquadratura la punta della lama è proprio al centro della gola dell’uomo, in quella successiva invece è a lato del collo.

Ti preparò un tè? Credo che le bustine del tè siano dentro la lavatrice…             

Urgh… No, ma… non è davvero il caso che ti disturbi… poi preferisco il tè col detersivo alla cenere, tu invece usi quello al sapone di Marsiglia e non riesco a digerirlo…

E a proposito di “Mongol”, andiamo a disturbare Attila in “Una notte al museo”, alle 21.10 su Italia1. Quando Ben Stiller fa il gioco di prestigio ad Attila con il fazzoletto e viene scoperto perché esce dal dito finto. Nei due stacchi il fazzoletto sporge prima meno e poi di più.

Proprio il caso di dire… MAGIIIIIIIIA!

Domenica su “Iris” alle 20.55, un gran bel sottovalutato film di Michael Cimino, prima che divenisse “Michelina” (guardate le foto su internet, è terrificante): “L’anno del dragone”.  Nel dialogo tra Stanley e Tracy che si svolge negli studi dell’emittente televisiva, uno degli orologi sullo sfondo segna prima le 5.35 poi le 5.20.

Come cantava Cher “If I could turn back time”…

La cantano anche gli Aqua e non sono sicura di volerlo realmente, che il tempo torni indietro…Cher mi ha sempre fatto paura, in ogni sua manifestazione…

Ed ecco, a proposito di orrori, “Orgoglio e Pregiudizio” con Keira Knightley, alle 20.30 su Rete4. Che già una che sembra si sia mangiata un cassetto a merenda non è proprio un invito a vederlo, ‘sto film, anche il fatto che la versione del 1940 fosse più ironica e nello spirito della Jane non depone a favore di questa pellicola. Tradotto? Leggetevi il libro, che fate meglio. Quando si vede l’inquadratura globale di casa Bennet, con tanto di giardino circostante, l’erba è stata visibilmente tagliata con un tosaerba, data l’evidenza delle inconfondibili strisce.

Il tipico praticello all’inglese…

 

Lunedì alle 23.30 su Canale 5 uno dei milioni di film con Samuel L. Jackson, “S.W.A.T. – Squadra speciale anticrimine”. Sul serio, ormai se scegli un film a caso c’è il 50% di probabilità che ci sia anche il vecchio Sammy Lee. Street viene punito dopo un salvataggio andato male e spedito a pulire scarponi e simili. Nella SWAT, al contrario dell’esercito, ogni agente ha una propria attrezzatura personale, alla quale l’agente stesso fa manutenzione, quindi non serve una terza parte che pulisce gli stivali.

Tè pronto… zucchero o miele? Uno credo sia dietro il divano, l’altro boh…

 

Grazie, senza niente, così soff… cioè, così sento meglio il sapore.

Alle 21.10, su La5, troviamo però una che il tè dovrebbe saperlo fare sul serio: “Nanny McPhee – Tata Matilda”. Praticamente l’antenata delle varie “SOS Tata” e “Jo Frost – SOS genitori”, con meno teorie pedagogiche e uno spiccato senso pratico. Oltre che con una sottilissima vena sadica, ma non sottilizziamo.

Cedric e la signora Quickly sono seduti in soggiorno a parlare. Uno dei figli tenta di giocare uno scherzo alla donna, di metterle una freccia nel didietro, la donna si alza, Cedric prende il cuscino grigio che era sulla sedia che per due inquadrature diventa magicamente giallo, poi torna grigio.

 

Martedì su Canale 5 alle 21.10 “A Natale mi sposo” (ma anche no). Quando Gustavo (Boldi) viene sbalzato dalla parete dello chalet e cade contro un pupazzo da neve, decapitandolo, si vede chiaramente che il corpo del pupazzo “molleggia”, essendo costituito di gommapiuma e non di neve.

Cerco anche i biscotti… forse sono nel cassetto dei calzini…

 

Sono a dieta…

Alle 23.20 su Rai4 troviamo un’altra miniera di vacc… aehm, errori: “Deep Impact”. Tipo quello che produrrebbe quella specie di laterizio che chiami “libro per il concorso”, se la gravità facesse il suo corso…

All’inizio del film, l’auto della giornalista televisiva viene tamponata ripetutamente dalle auto dei servizi segreti che l’hanno circondata. Nell’immagine allargata non si nota nessuna ammaccatura al veicolo.

Del resto, vorrai mica andare in onda con la macchina segnata, dai…

 

Mercoledì alle 21.10 su Retequattro “Fuga per la vittoria”. Stallone che gioca a calcio è un blooper in sé, ma comunque. Nel corso della partita si effettua una sostituzione, cosa non prevista dal regolamento dell’epoca. Inoltre, gli ufficiali inglesi sono sorpresi di rivedere i giocatori alleati in campo nel secondo tempo: ma loro non potevano sapere che la fuga sarebbe avvenuta nell’intervallo, lo sanno solo i giocatori a inizio partita.

 

È che in realtà sapevano leggere nella mente. O forse Nostradamus aveva lasciato detto qualcosa in merito, che dici?

“Jerry Maguire”, alle 21.10 su Rai2. Quando lui se ne va dall’ufficio e si prende il pesciolino rosso, il livello dell’acqua nella busta di plastica cambia con ogni inquadratura e la busta stessa esce dall’acqua completamente asciutta.

Non la capisco, ‘sta cosa di portarsi gli animali domestici al lavoro…

Giovedì, per la serie filmacci all’italiana che so che vi piacciono tanto, su Retequattro a notte fonda (2.35), “L’insegnante al mare con tutta la classe”, con la sottovalutata e poco ricordata Anna Maria Rizzoli. Spettacolo. Quando Ercole (Banfi) è in galera e i parenti lo vanno a trovare, lui lancia un’arancia che si infila in bocca di Cocò (Vitali): per una frazione di secondo si vede il filo che, tirandolo, toglie il frutto dalla bocca dell’attore (la scena è stata girata al contrario).

 

Io prendo il meraviglioso “Oliver Twist”, quello di Polanski, alle 21.10 su Iris. Libro di altissima letteratura e film di altissimo livello. Trama credibile più o meno come “Beautiful”, ma a Dickens perdono tutto.

Diretto verso Londra, Oliver si riposa sul ciglio della strada in un covone di fieno. Nello zoom dell’inquadratura però non vi è traccia del varco che il protagonista deve aver fatto nel fieno per entrare (varco che chiaramente crea quando esce). Improbabile che il protagonista sia riuscito da solo a chiudere perfettamente il covone compattando il fieno esterno.

O se ce l’ha fatta davvero, mi deve spiegare come ha fatto…

 

Senti, io torno di fretta a studiare… saluti tu? E mettiti a tuo agio, fai come se fossi a casa tua…

 

No, really, non preoccuparti… mi ci sento tanto a casina… Anch’io del resto tengo le scorte di scottex e i pannospugna sullo stendino…

Ragassuoli, io spero che Spino ce la faccia a studiarsi tutto in tempi brevi, anche se la vedo dura, poverello. E’ che qui ha una coltivazione di ragni che nemmeno Spiderman quando gli gira male… In ogni caso, ci risentiamo venerdì su ilsussidiario.net, oltre che su www.bloopers.it e su http://multiplayer.it/forum/bloopers/.

Baci a tutti & stay tuned!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie di Una settimana da blooper