BLOOPERS/ L’Italia “grassa” dei fantastici 4 e le auto di Hulk tra gli errori da supereroi

- Dana e Spinoza

Quali sorprese ci riserva il settimanale appuntamento con gli errori nei film che vedremo in televisione sui canali in chiaro? Scopriamolo insieme, come di consueto, con DANA E SPINOZA

i_fantastici_4_phixr
I fantastici 4 (Infophoto)

Ciao Dana, oggi sono un po’ provato… torno or ora da un grasso grosso matrimonio meridionale… non ce la posso fare…

Be’, stavolta puoi anche avere ragione. Da qui a là sono… quanto? 10 ore di viaggio?

11.

Ché alla fine il problema non sono le 11 ore di viaggio, ma le 48 di matrimonio… Digerirò a Pasqua.

Basisco…

In ogni caso, c’è del tempo da far passare e quasi quasi inizio coi bloopers di oggi, venerdì. “Uomini selvaggi”, su 7gold alle 21.10. Un po’ come l’assalto al buffet. Ross e Frank vengono trascinati dal mustang nella neve: una volta che il cavallo si è stancato di tirare, si ferma. I due si rialzano, avvicinandosi più o meno timidamente… ma il cavallo ricomincia a lottare e impennarsi. In una e una sola inquadratura (la seconda), in cielo ci sono svariate nuvole: in tutti gli altri shot della lunghissima scena il cielo è terso tutt’attorno, senza la minima traccia di nube.

Uomini selvaggi… tipo quelli che ci sono ai matrimoni, generalmente nelle ore che seguono il quarantesimo brindisi agli sposi.

Alle 21.05 su Iris troviamo un remake di una serie televisiva: “Miami Vice”. La serie è targata anni ’80, ha il sapore del vintage e forse era meglio se la lasciavano in naftalina, ma vabbè. All’inizio del film (circa 10′) viene tesa un’imboscata ai trafficanti di droga. I cecchini sparano sugli occupanti dell’auto, che vengono crivellati di colpi. Un braccio del conducente viene addirittura staccato di netto e va a finire sul lunotto posteriore: si vede bene però che i due sul sedile anteriore sono solo manichini, perché il braccio si stacca troppo di netto e le mani sono troppo rigide, inoltre zero sangue, e ancora i movimenti del corpo e della testa sono disarticolati.

Domani c’è “Rischiose abitudini” (Rai4, 22.40). Come quelle di non fare solo un pranzo di matrimonio, ma due pranzi e una cena… cioè Danè, un capretto intero! Frattaglie comprese!

Mamma mia… ah già il blooper: la prima volta che Roy (Cusack) fa il giochetto dei soldi al barman, paga una birra con un biglietto da 20$ e riceve di resto un biglietto da 10$, uno da 5$ e 5 da 1$: 20$! Ma allora la birra non l’ha pagata?

Un capretto… due pranzi e una cena… No, seriously, ma era un matrimonio o un feeding lot?!

Ecco, sto in tema con “Nanny McPhee – Tata Matilda” (19.20, Italia1). Al matrimonio, il prete per sbaglio stacca un pezzo della torta nuziale e si sporca il viso di blu. Nell’inquadratura successiva però il suo viso è ancora più sporco.

Evidentemente il primo assaggio gli era piaciuto…

“Sicko”, Rai 5, 21.15, domenica. A un certo punto si parla di trapianto di midollo spinale: è un grave errore, poiché in realtà si tratta di trapianto di midollo osseo.

E di trapianti di stomaco e di intestino, non se ne parla? Sigh…

 

No, che sennò poi ti dicono che sei come nuovo e che non hai ragione di non andare al matrimonio del tuo biscugino laterale dalla parte del papà.

14.40, Rete4, troviamo uno dei film che mi fanno sciogliere in lacrime come la madre della sposa al pensiero di essersela levata dalle tolle now and forever finché divorzio non li separi: “Marcellino Pane e Vino”. Marcellino costruisce 6 polpette di fango e si nasconde dietro la roccia aspettando che passi il cane per tirargliele. Ma quando il cane arriva le polpette sono diventate otto.  

Ehm… miracolo?

 

Lunedì primo ottobre, ci sarebbe “In cucina niente regole”, che andrebbe a pennello per la mia (dis)avventura mangereccia ma non ha bloopers… tocca ripiegare su “Il grande paese”, alle 21.15 su Rai Movie. L’ultimo scontro tra le due famiglie rivali si svolge in Blanco Canyon, ma in alcune scene il cielo è limpidissimo e senza alcuna nuvola in altre il cielo è pieno di nuvole. Scene girate in due giorni diversi. Così come il matrimonio a cui sono andato. Due giorni. Le nuvole però erano le stesse.

 

Ma lo sanno che nemmeno Kate ci ha messo 48 ore per sposarsi un erede al trono?

No, così, dicevo…

A 0.35 su Iris abbiamo “The astronaut’s wife – La moglie dell’astronauta” (che poi hanno da spiegarmi perché mi mettono il titolo in inglese e l’esatta traduzione in italiano… che senso ha?). Jill sta guardando la videocassetta lasciatale dal dottor Reese, e poco dopo viene sorpresa dall’arrivo di Spencer. Dopo un breve dialogo tra i due, lui sostituisce la videocassetta e le siede accanto, allentandosi il nodo della cravatta. Nell’inquadratura successiva la cravatta è perfettamente annodata. Subito dopo è nuovamente allentata.

 

Martedì “I fantastici 4 e Silver Surfer”, alle 21.10 su Italia1. A 22 minuti dall’inizio si vedono delle inquadrature dai satelliti di varie panoramiche aeree su monitor di controllo in sale ultratecnologiche. Peccato che l’Italia rappresentata è da disegno a mano libera senza ricalcare fatto da un bambino di prima elementare. L’ampiezza dell’Italia è decisamente più grande del reale (sembra un’Italia ingrassata…) e la Sardegna è molto più lontana di quando sia realmente dallo stivale. Sarebbe stato interessante vedere come rappresentavano la Corsica, ma quella proprio non l’hanno messa lasciando solo il mare…

E non commento sul fatto dell’Italia ingrassata…

 

Ecco, non commentare.

“Il ritorno di Don Camillo”, alle 21.10 su Rete4. Io devo avere qualche problema con le serie di film… Don Camillo è sulla poltrona del barbiere e sta parlando con Peppone. E’ completamente insaponato e il barbiere comincia dal lato nascosto allo spettatore, mettendoci almeno due o tre minuti per finire la prima guancia (il tempo di sentire le battute di Don Camillo, insomma). Cambio di inquadratura per un istante solo e ritorno su Don Camillo… Che ora ha la barba fatta su tutto il mento e metà della guancia destra. Impossibile, a meno che il barbiere fosse Flash Gordon… e posso garantire che non lo era!

 

Per rimanere coi supereroi mercoledì c’è “L’incredibile Hulk”, su Italia1 alle 21.10. Abominio sposta le auto con le mani per arrivare più vicino ad Hulk, durante lo scontro finale. Se ci fate caso, Abominio mette le mani sotto le auto e alza le mani molto velocemente, ma le automobili reagiscono qualche istante dopo e si muovono più lentamente.

 

Sai che a me Hulk fa dimolto schifo? Invece sono morta dal ridere con “The Avengers”, “Thor” e “IronMan”.

Alle 21.10 su Rete4 troviamo “Lo chiamavano Trinità…”. Quando Bambino e Trinità si fermano (dopo una bella cavalcata) sopra l’accampamento dei mormoni, fanno una battuta, se notiamo il terreno al di sotto di loro vediamo che è molto soleggiato e un millesimo di secondo dopo è totalmente ombreggiato!

Come passa veloce, il tempo…

Per il trash del giovedì c’è un film con Jerry Calà, che quindi diventa trash anche se fosse diretto da Kubrick. “Colpo di fulmine”, alle 17.35 su Iris. Nella scena in cui Calà confessa a Tognazzi di essere innamorato di sua figlia il traghetto alle spalle di Tognazzi a un certo punto sparisce di colpo.

 

No, non posso fare la pessima battuta che avevo in mente. Mi trattengo.

“Christine – La macchina infernale”, alle 23 su RaiMovie. Quanto Christine torna nel garage dopo aver fatto esplodere la stazione di servizio e aver dato fuoco al bulletto, si vede chiaramente che i vetri dell’auto sono affumicati e completamente coperti di fuliggine. In corrispondenza del lato guidatore, tuttavia, è possibile notare che il vetro è stato pulito. A che cosa serviva questo spazio se la macchina era animata e “si guidava”? Forse all’hollywoodiano-conducente?

 

Dana hai per caso con te un paio di litri di alkaseltzer?

 

Visto come stai messo non ne bastano due taniche…

Ragassuoli, la faccenda si fa grave. Mentre soccorro Spino passate a trovarci su www.bloopers.it, http://multiplayer.it/forum/bloopers e poi ci vediamo venerdì prossimo qui su ilsussidiario.net.

Certo, se Spino risorge…

Spinuccio… bevi qui… dai… ce la puoi fare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie di Una settimana da blooper