UNA VITA/ Anticipazioni 15 luglio: lo strampalato piano di Antonito e Ramon

- Fabio Belli

Una vita, anticipazioni 15 luglio: Antonito e Ramon mettono a punto un piano per evitare la chiamata alle armi mentre José e Bellita…

Una Vita
Una Vita

UNA VITA: ANTICIPAZIONI 15 LUGLIO

Le anticipazioni della puntata di Una Vita in onda mercoledì 15 luglio 2020 su canale 5 rivelano nuovi risvolti sul personaggio di Victoriano. Quest’ultimo è appena arrivato e si è subito prestato a vivacizzare le dinamiche della soap. Infatti ha già gli occhi addosso a causa dei numerosi sospetti che ha destato e delle bugie che ha raccontato. Prima tra tutti quella che ha raccontato a Cinta. Il finto impresario le ha promesso di aiutarla a farla diventare una ballerina di successo. In realtà più che nello spettacolo l’uomo sembrerebbe coinvolto nella diffusione di banconote false a Calle Acacias. Victoriano però non sa di aver fatto già troppi passi falsi. Felicia infatti ha nutrito sin da subito dei sospetti e ha chiesto al figlio Emilio di tenerlo d’occhio. Le anticipazioni però ci introducono anche un altro argomento che riguarda Ramon. Finalmente l’uomo aveva trovato un po’ di serenità sia nella vita sentimentale che nella sua vita a Calle Acacias. Carmen infatti è tornata indietro dopo che l’uomo si era finalmente dichiarato. Ora però sembra essere arrivata una chiamata alle armi per il figlio Antonito. Ramon allora si confronta con lui e prende in considerazione l’idea di ricorrere a una specifica legge per non arruolarsi. Dunque Ramon dovrebbe fare in modo di apparire invalido qualora si presentasse un ufficiale. C’è da chiedersi dunque se questo piano funzionerà. Riuscirà Ramon a crearsi un alibi per la diserzione del figlio Antonito?

UNA VITA: DOVE ERAVAMO RIMASTI

Il riassunto della puntata della serie TV Una Vita in onda martedì 14 luglio 2020 riporta le ultime nuove dinamiche che riguardano i principali personaggi della fortunata soap spagnola. L’episodio, in onda come sempre su canale 5 alle ore 14:10, apre con Felicia curiosa di saperne di più a proposito di un suo cliente. Per farsi aiutare a tal fine chiederà a suo figlio Emilio di svolgere una sorta di indagine. Il sospetto è quello che un suo cliente abbia utilizzato dei soldi falsi. Effettivamente l’uomo su cui si sospetta appare essere piuttosto ambiguo e infatti Victoriano, questo il suo nome, fa credere in giro di essere un impresario di successo. In realtà l’uomo usa questo espediente per adescare le ragazze facendole promesse che naturalmente non può mantenere. Nel frattempo Cinta sta cercando di ricostruire la sua immagine di ragazza di buona famiglia o meglio questo è quello che vorrebbe sua madre. Un obiettivo che non sarà facile da raggiungere dal momento che, seppur per un breve periodo, Cinta è finita in carcere a causa di un’indagine proprio sulle banconote false.

Cinta naturalmente era del tutto estranea ai fatti e quindi era tornata a casa. Bellita ora però non vuole saperne più niente dei capricci della ragazza: la vita sul palcoscenico è da considerarsi acqua passata e ciò che la attende è un collegio in Svizzera. Bellita però non fai i conti con le voci a proposito dello scandalo che sono ormai sono arrivate fino all’istituto. Nel frattempo Josè, il padre di Cinta, vuole a tutti i costi che la ragazza rimanga a Calle Acacias e propone di far studiare la ragazza con Arantxa. Tra questi numerosi buoni propositi Cinta in realtà pensa a tutt’altro: la sua carriera da ballerina deve continuare. Ed è qui che si riaffaccia il personaggio di Victoriano che si spaccia come un impresario di successo. Cinta impiega poco a dare fiducia al finto impresario e alle sue promesse e infatti cominciano a pianificare un eventuale ritorno sulle scene. L’unica richiesta di Cinta è quella che riguarda il suo nome perché quello de “La Dama del Mistero” non deve essere più utilizzato.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA