Una Vita/ Anticipazioni puntate dal 24 al 28 febbraio: le nozze di Lucia e Samuel…

- Morgan K. Barraco

Una Vita, anticipazioni puntate dal 24 al 28 febbraio: Cosa accadrà? Padre Telmo è pronto a rechersi a far visita alla Dicenta in carcere.

Una Vita
Una Vita

Una Vita, anticipazioni puntate 24 al 28 febbraio

Tutto pronto per il matrimonio del secolo in Una Vita che torna in onda domani pomeriggio ad un passo dal lieto fine, forse, per Samuel e Lucia.La giovane ha provato a rimandare le nozze dopo quello che è successo a Celia ma Samuel ha detto no questa volta spingendola ad affrontare i suoi sentimenti e, quindi, senza avere più indecisioni. I fan della coppia sono pronti per questo momento che potrebbe chiudere la loro storia in Una Vita ma, a quanto pare, il colpo di scena è dietro l’angolo perché arrivati al momento clou, con tutti presenti in Chiesa per le nozze (Telmo compreso), Lucia deciderà di tirarsi indietro lasciando Samuel all’altare e dicendo no al prete che stava per dichiararli marito e moglie. Inutile dire che la reazione di Samuel sarà violenta e che, a quel punto, sarà Felipe a difendere la cugina della moglie, cos’altro vedremo? (Hedda Hopper)

Una Vita, anticipazioni puntate 24 al 28 febbraio

Stando a quanto riportato dagli spoiler spagnoli per Una Vita la settimana che sta per iniziare vedrà nuovi avvincenti eventi ad Acacias che terranno tutti con il fiato sospeso. Padre Telmo si recherà a far visita alla Dicenta in carcere. Durante il colloquio Telmo si convincerà dell’innocenza di Ursula e le prometterà di fare il possibile per aiutarla e scoprire la verità sull’omicidio di Fra Guillermo. Abbandonato l’abito talare Telmo deciderà anche di partecipare al matrimonio di Samuel e Lucia. Seduto in ultima fila vedrà così la sua amata recarsi all’altare. Il momento a lungo atteso dall’Alday sembra esser finalmente giunto. Ma al momento di pronunciare il fatidico sì l’Alvarado si tirerà indietro, lasciando tutti a bocca aperta. Tito intanto, dopo aver iniziato a seguire le regole imposte da Inigo, riuscirà a portare a casa un’importante vittoria ed il quartiere intero si riunirà ai festeggiamenti in pasticceria. Dopo l’aborto subito Celia ha bisogno di riposo e Felipe acquista per loro due biglietti per Londra. L’uomo pensa che la vicinanza del figlio Tano possa giovare alla moglie, che però preferisce rimanere ad Acacias accanto all’amica Trini, che con l’avvicinarsi del termine della gravidanza inizia ad accusare dei malori. Saranno così davvero moltissime le vicende che si seguiranno in questa settimana. Una Vita ci accompagnerà ogni giorno a partire dalle ore 14:10 su Canale 5.

Una Vita, dove eravamo rimasti

Ecco dove eravamo rimasti a Una Vita. Ursula mette al corrente Telmo sull’arrivo della salma di frate Guillermo. I due incontrano poi Felipe, di ritorno in città. Intanto, Trini cerca di fare visita a Celia, ma Lucia glielo impedisce. La ragazza infatti crede che la cugina stia sempre più male nel vedere i suoi amici, perchè non fa altro che pensare al suo dolore. Le suggerisce quindi di attendere che sia Celia a mettersi in contatto con lei. Inigo e Liberto invece parlano di Tito, ancora scomparso. Per fortuna il custode li raggiunge con notizie ancora peggiori: qualcuno ha visto il pugile in una zona malfamata, in cui si fanno incontri clandestini e si gioca d’azzardo. Liberto però impedisce a Inigo di andare a cercare Tito, sicuro che possa difendersi da solo. Durante la cerimonia funebre per il frate, Telmo manifesta tutto il proprio dolore e allontana persino Lucia, accorsa sul posto per sostenerlo. Dopo alcune ore, Cesareo si offre per andare a cercare Tito in compagnia di alcuni amici. Inigo ha deciso di mancare alla veglia e Flora lo rimproverà. Il pugile fa il suo ingresso poco dopo al bar: ha fatto un incontro clandestino ed ha ottenuto un po’ di soldi, che decide di consegnare a Inigo. Nel frattempo, Casilda rimprovera Marcelina: non ha intenzione di andare ogni giorno al mercato al posto suo. L’amica però ha ancora paura di rivedere Jacinto e di perdere la voce per la vergogna. Il Commissario invece si ferma a parlare con Samuel per scoprire quale rapporto ci fosse fra Telmo e il mentore. Lucia interviene al posto del fidanzato e sottolinea di essere sicura della bontà del parroco. Alday la rimprovera per aver cercato di fare il lavoro dell’ufficiale e poi conferma la sua versione dei fatti. Con una scusa, il Commissario allontana Samuel e rimane da solo con Lucia: durante la veglia ha notato le tensioni fra il suo fidanzato e Telmo. Lucia però minimizza tutto. Samuel ne approfitta poi per dire al Commissario che Ursula in passato è stata ricoverata in un ospedale psichiatrico. All’arrivo di Felipe, Lucia decide di raccontargli tutto, anche che Celia ha avuto l’aborto mentre faceva una commissione per Trini. Felipe va su tutte le furie e accusa la moglie di Ramon di essere responsabile di quanto accaduto alla sua famiglia. Poi va da Celia e le chiede perchè abbia fatto uno sforzo simile nonostante fosse in stato interessante. In chiesa, Telmo dà l’ultimo saluto a Guillermo, ma viene interrotto dall’arrivo del Commissario.

Il Commissario ha raccolto ogni informazione necessaria ed è arrivato alla conclusione che Ursula potrebbe essere la colpevole della morte di Guillermo. Anche se in assenza di prove, il passato della domestica sarà sufficiente per spingerlo a richiedere il suo arresto. Il merito sarà soprattutto di Celia, che parlando con l’alto ufficiale rivelerà di aver visto la donna discutere con la vittima proprio il giorno dell’omicidio. Anche Fabiana confermerà la sua versione dei fatti: il cerchio si stringe e il Commissario conclude che il nervosismo di Augustina fosse dovuto proprio al sospetto che Ursula sia un’assassina. Intanto, Felipe decide di scagliarsi contro Trini e Ramon per via di quello che è successo alla moglie. Se la prima non avesse chiesto a Celia di uscire al posto suo, la coppia avrebbe avuto la possibilità di avere quel figlio che tanto desideravano. Celia però decide di incontrare l’amica: non nutre alcun rancore nei suoi confronti.

La soap spagnola Una Vita poi, nella puntata di domenica 23 febbraio 2020, ha potuto assistere alla chiusura delle indagini sulla morte di Fra Guillermo. Il commissario Mendez, dopo aver saputo da Celia e Fabiana della violenta lite avvenuta tra la Dicenta e Fra Guillermo il giorno dell’omicidio fa perquisire la casa di Ursula. Trovato tra gli oggetti personali della perpetua l’arma del delitto insanguinata, arresterà Ursula con l’accusa di omicidio. Ma è stata veramente lei ad uccidere il mentore di Padre Telmo? Il parroco intanto, ancora sconvolto per la morte dell’amico, trova in Don Bartolomè il suo unico conforto. Il parroco, amico di Fra Guillermo, è infatti giunto ad Acacias per portare il suo ultimo saluto a Fra Guillermo, al quale lo legava una profonda amicizia. Proprio a lui Telmo rivela la decisione che aveva preso poco prima di scoprire il cadavere del mentore: lasciare il sacerdozio. Celia sembra diventata incapace di reagire al dolore per la perdita del suo bambino e Felipe, appena viene a sapere la triste notizia, è incredulo ed addolorato. L’uomo continua ad incolpare Trini, che con incoscenza ha condotto la moglie in un lungo percorso di acquisti senza considerare che le sue condizioni, aggravate dalla recente brutta malattia, avrebbero potuto causarle quanto in realtà è successo. Servante intanto apparirà grato a Carmen per aver recuperato dalla spazzatura gli oggetti di Paciencia. Molti abitanti di Acacias vedranno Susana aggirarsi per il quartiere con una strana tunica votiva e se ne chiederanno il motivo. In realtà la donna sta facendo penitenza per cercare di salvare il nipotino, dopo aver scoperto che è gravemente malato. Tito ed Inigo continuano la loro collaborazione, dopo che il promettente pugile ha promesso di mettere la testa a posto. Riprendono così gli allenamenti con Liberto e Tito inizia anche a dedicare un po’ di tempo allo studio con Leonor.

© RIPRODUZIONE RISERVATA