Una vita/ Anticipazioni puntata 10 gennaio: Genoveva in prigione. Bellita è morta?

- La Redazione

Una vita, anticipazioni puntata 10 gennaio: Bellita è morta? Josè Miguel e Alodia sembrano nascondere qualcosa. Genoveva in prigione.

Una vita Genoveva 640x300
Genoveva in "Una vita"

Una vita, anticipazioni puntata 10 gennaio

Nella puntata della soap opera spagnola “Una vita” in onda su Canale 5 oggi, lunedì 10 gennaio, gli affari del Nuevo Siglo vanno molto male e Miguel inizia a rendersi conto che c’è qualcosa nella contabilità tenuta dai suoi nonni che non torna ma quando ne parla con Sabina, la donna lo invita a non preoccuparsi e a impegnare la sua mente con altri argomenti. Genoveva è stata portata in carcere ma la donna non si rassegna al fatto di essere stata ingannata in questo modo. Così medita vendetta e poi chiede di poter parlare con Ramon il quale, dopo essersi recato a colloquio, le conferma che era a conoscenza di tutto il piano e ha contribuito al suo compimento, essendo anche lui convinto della sua colpevolezza. Felipe, intanto, chiede scusa a Liberto per averlo tenuto all’oscuro di tutto e gli spiega che è stato fatto solo perché era meglio che meno persone sapessero del suo piano. Il Seler, pur con qualche difficoltà iniziale, decide di perdonarlo. José e Alodia tornano dall’Argentina senza Bellita.

Una vita, dove siamo rimasti

Nelle puntate precedenti di “Una vita Santiago è abbattuto perché pensa che Genoveva non confesserà mai. invece la donna alla fine cede perché si convince che altrimenti Felipe perderà la vita. Quando ammette di essere stata lei ad uccidere Marcia, si scopre tutto l’inganno: Felipe ricordava tutto del suo passato e ha finto solo per farla cadere nella sua trappola. Ad aiutarlo hanno contribuito anche Santiago, Laura e il commissario Mendez, il quale ne approfitta per arrestarla immediatamente. Anabel viene fermata da Aureliano che la minaccia di raccontare a Miguel il loro passato e il suo comportamento da sgualdrina, tuttavia la ragazza questa volta sembra non voler cedere al ricatto. Lolita parte e Antonito riceve una lettera nella quale viene minacciato. Mentre cerca di capire chi possa essere il mittente, viene raggiunto da Natalia la quale ha saputo della partenza della moglie e non perde occasione per tentare di sedurlo, anche se l’uomo sembra non voler cedere. Fabiana, sempre più coinvolta da Baltazar, suscitando la gelosia di Servante. Tuttavia il sassofonista è stato preso in una banda musicale e deve partire, lasciando la donna molto triste.

Qualche settimana dopo, Jacinto riceve una lettera da parte di José Dominguez che annuncia il loro arrivo entro poche ore ad Acacias. Sia Casilda che Fabiana sono molto felici ma stupite perché il telegramma non dà informazioni aggiuntive. Felipe è alla pensione Buena Noche per un caffè con Ramon e il commissario Mendez ed emergono nuovi particolari circa il piano dell’avvocato: in particolare, l’uomo ha ritrovato la memoria dopo il ritrovamento del fazzoletto di Marcia ma ha finto di non ricordare nulla proprio per fare giustizia. Poi ha ideato il piano con Santiago e Laura, chiedendo in un secondo momento l’aiuto di Mendez che doveva essere il testimone della confessione per riuscire ad arrestarla. I tre si augurano che la corte suprema decida alla fine per la sua condanna. Roberto ha un momento di scoraggiamento perché durante i loro scavi hanno incontrato una zona rocciosa e per eliminarla stanno spendendo più del previsto. Sabina prova a sdrammatizzare e a convincerlo che riusciranno a vedere la fine del tunnel. Per risparmiare il denaro, propone di utilizzare ingredienti meno costosi così da finanziare l’acquisto di attrezzi più adatti per lo scavo. La relazione fra Miguel e Anabel sta procedendo a gonfie vele e i due ragazzi si incontrano spesso di nascosto in una pensione. Il giovane avvocato è così felice da non rendersi conto che i suoi nonni si comportano in modo strano.







© RIPRODUZIONE RISERVATA