Una vita/ Anticipazioni puntata 27 settembre: Felipe pronto a ricorrere in appello

- La Redazione

Una Vita, anticipazioni puntata 27 settembre: Felipe vuole assolutamente ricorrere in appello per dimostrare la colpevolezza di Genoveva.

Una vita logo Wikipedia 640x300

Una Vita, anticipazioni puntata 27 settembre

Nella puntata di oggi, lunedì 27 settembre, della soap opera spagnola “Una Vita al termine della lettura della sentenza, Felipe si scaglia contro Velasco perché è convinto che in qualche modo abbia manipolato le prove del processo per far assolvere Genoveva. Felipe viene portato via da Liberto e Ramon, ma ai due dice di essere pronto all’appello perché è ancora convinto che la vera assassina di Marcia sia proprio Genoveva. Servante è convinto di aver individuato il vero giudice del concorso e così inizia a trattarlo con tutti i riguardi. Gli altri domestici della soffitta, in colpa per averlo trattato male, arrivano un po’ alla volta per interpretare la parte dei figli dei locandieri davanti al finto giudice. Armando e Jacques decidono di raccontare la verità sulla spilla per riuscire a coinvolgere tutti nella ricerca: al suo interno è conservato un microchip con degli importanti segreti militari…

Una Vita, dove siamo rimasti

Nella precedenti puntate della soap opera spagnola “Una vita” Genoveva, al termine delle deposizioni in tribunale, dichiara alla stampa di essere sempre stata maltrattata dal marito. Felipe è molto nervoso e reagisce male, facendo il gioco della moglie che guadagna il favore della stampa. Più tardi a casa sua Felipe riceve la visita di Ramon e Liberto, intenzionati a sostenerlo in aula nel momento del verdetto. L’avvocato non vorrebbe neanche presentarsi, convinto che alla fine la Salmeron verrà assolta, visto che il suo avvocato è stato molto bravo, ma gli amici lo convincono che lo deve fare per la memoria di Marcia. In effetti le previsioni dell’Alvarez Hermoso non si rivelano sbagliate visto che il giudice reputa Genoveva non colpevole. Felipe va via disgustato, mentre Velasco invita la Salerno a tenere fede al suo patto, accettando finalmente la sua corte.

Camino non sa come comportarsi con Ildefonso dopo che il marito le ha confessato la sua impotenza. Per questo reagisce molti freddamente quando il marito le porta un bellissimo mazzo di fiori al ristorante e la invita a continuare la farsa del matrimonio perfetto per salvaguardare il suo buon nome. La giovane Pasamar va avanti solo ripensando alle parole di Maite che l’ha invitata a mantenere il gioco in piedi, così da allontanare i sospetti dei vicini ed essere in futuro libere di amarsi. Tuttavia la ragazza deve fronteggiare l’insistenza sempre più spinta della madre. Camino trova conforto solo nell’amicizia Anabel che a sua volta è impegnata nella guerra fredda contro la nuova domestica di casa sua. Mentre José e Alodia propongono a Bellita nuovi lavori di ristrutturazione per tenerla occupata ed evitare che possa decidere nuovamente di partire per l’Argentina, Casilda e Jacinto danno a Jacques la finta spilla costruita da Servante ma il diplomatico si rende conto subito dell’imbroglio, così sono costretti a raccontare la verità e cioè che la spilla potrebbe essere stata mangiata da una delle capre del paese di Jacinto, visto che Marcelina l’ha persa in un pascolo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA