Uomo bianco và con il tuo Dio/ Su Rete 4 il film western con John Bindon

- Matteo Fantozzi

Uomo bianco và con il tuo Dio in onda oggi, 5 luglio, su Rete 4 dalle 16.45. Nel cast John Bindon, Ben Carruthers, Richard Harris, James Doohan e Bruce M. Fisher.

Man in the wilderness ant e1632212465251 640x300.jpeg
Uomo bianco và con il tuo Dio

Uomo bianco và con il tuo Dio, film di rete 4 diretto da Richard C. Sarafin

Uomo bianco và con il tuo Dio lo vedremo in onda oggi, martedì 5 luglio, su Rete 4 a partire dalle 16.45. Ci troviamo di fronte a un film western del 1971, dal titolo originale Man in Wilderness, distribuito da DEAR Warner Home Video e prodotto da Sanford Howard Limbridge. La pellicola è diretta da Richard C. Sarafin, il regista è morto a Santa Monica all’età di 83 anni. Muove i primi passi facendo l’assistente di Robert Altman, poi inizia a dirigere qualche serie televisiva come Dottor Kildaire, I Spy e Ai confini della realtà.

A trentacinque anni debutta al cinema con Andy. Il successo arriva nel 1971 con Punto zero ottenendo stima e encomi da parte di Quentin Tarantino e Steven Spielberg. Oltre a essere regista, Sarafin è anche un bravo produttore, sceneggiatore e attore. Nel cast troviamo John Bindon. Ben Carruthers in tredici anni di carriera ha interpretato sette film. Il cast è arricchito dalla presenza di Richard Harris, James Doohan e Bruce M. Fisher.

Uomo bianco và con il tuo Dio, la trama del film

Uomo bianco và con il tuo Dio è ambientato in Canada agli inizi dell’Ottocento. Durante una battuta di caccia, Zachary Bass che guida la spedizione verso il Missouri, viene aggredito da un orso e ferito gravemente. I suoi compagni intervengono e uccidono l’animale ma le condizioni di Bass sono critiche. Henry che è il capitano, ordina ad alcuni uomini di assistere Bass fino alla sua morte e dargli una degna sepoltura, mentre gli altri proseguono il viaggio. I compagni rimasti ad accudire l’amico, decidono di abbandonarlo al suo crudele destino, perché la zona è pericolosa e temono un attacco da parte dei pellerossa.

Disobbedendo all’ordine, si allontanano senza interessarsi di Bass. Fortunatamente l’uomo riesce a salvarsi e una volta ristabilito fisicamente, si mette sulle tracce dei suoi ex amici per vendicarsi. Grazie alle proprietà medicamentose di alcune erbe medicinali che trova in natura, Bass riesce a riprendersi e si mette in viaggio verso il Missouri con lo scopo di raggiungere i suoi amici di spedizione e vendicarsi.

La spedizione gli riserva molte sorprese e soprattutto ostacoli, dovrà affrontare anche delle difficili prove di sopravvivenza. Nei luoghi impervi che attraversa incontra i pellerossa e instaura con loro un vero rapporto di amicizia. Dopo una serie di disavventure, Bass riesce a trovare i suoi ex amici, impegnati in uno scontro con gli indiani. Il capo di quest’ultimi lascia campo libero a Bass di vendicarsi delle persone che lo hanno abbandonato a un crudele destino, ma quando l’uomo se li trova davanti, decide di non portare a termine la sua vendetta, ma di lasciare stare e tornare a casa da suo figlio e sua moglie.

La storia vera

Uomo bianco và con il tuo Dio è basato su una storia reale accaduta all’esploratore statunitense Hugh Glass. L’uomo diventò famoso perché durante una spedizione venne attaccato da un grizzly e lasciato moribondo dai suoi amici. Attorno a lui ruotano molte leggende, come quella che racconta che avrebbe vagato per 320 Km fino a raggiungere il South Dakota. Non si sa quanto ci sia di vero in quello che si racconta, ma è certo che la vicenda di Glass è stata usata per adattare due pellicole: Uomo bianco va’ con il tuo Dio e Redivivo.





© RIPRODUZIONE RISERVATA