Uomo uccide figlio a coltellate/ Trieste, delitto in famiglia: “colluttazione e urla”

- Emanuela Longo

Uomo uccide figlio a coltellate a Trieste, già fermato e condotto in commissariato: delitto in famiglia. I testimoni “urla e rumori di colluttazione”

Suicidio a Milano
Immagine di repertorio (LaPresse)

Una nuova tragedia familiare si è registrata nel primo pomeriggio di oggi a Trieste, in via Stuparich 14. Secondo le prime indiscrezioni riferite dal quotidiano Il Giorno nella sua edizione online, un uomo è stato ucciso a coltellate. L’omicida sarebbe già stato identificato e bloccato dalle forze dell’ordine che avrebbero provveduto a portarlo via in manette dopo essere intervenute sul posto.

A raggiungere il luogo del delitto, oltre a carabinieri e polizia anche l’ambulanza. I sanitari, tuttavia, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della vittima accoltellata. Dalle prime indiscrezioni l’uomo sarebbe stato colpito diverse volte con un’arma da taglio. Attualmente non si conoscono ancora esattamente le dinamiche del delitto avvenuto in famiglia. Non è infatti chiaro se ad uccidere sia stato il padre o il figlio dal momento che vittima e omicida non sono stati ancora identificati con precisione.

Uomo uccide figlio a coltellate a Trieste: attesa conferma su identità omicida

Un padre ed un figlio: sono loro i protagonisti della vicenda di sangue che si è consumata nelle passate ore a Trieste, sebbene non sia ancora chiara l’identità della vittima e dell’omicida. Sin dal primo momento, tuttavia, l’aggressore sarebbe stato il padre il quale avrebbe ucciso a coltellate il figlio ma si attendono ancora maggiori dettagli per la conferma.

IlFriuli.it spiega che l’assassino sarebbe stato bloccato dalle forze dell’ordine e portato in stato di fermo presso il Commissariato di via San Sabba. La vittima sarebbe stata colpita da diversi fendenti ma a causa delle gravi ferite riportate non ci sarebbe stato nulla da fare. Vittima ed aggressore sarebbero due connazionali di origine africana. Sul posto si sottolinea anche la presenza del medico legale che si è occupato di compiere i primi accertamenti esterni sul corpo della persona uccisa. La Polizia scientifica ha avviato tutti i rilievi del caso. Secondo alcuni testimoni sarebbero state sentite delle urla molto chiaramente e successivamente i classici rumori di una colluttazione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA