Uova sintetiche dalle piante per i vegani/ Nasce un businness da un miliardo

- Matteo Fantozzi

Uova sintetiche dalle piante per i vegani, un mercato da un miliardo che potrebbe portare a una rivoluzione totale nel settore alimentare.

uova 2019 pixabay
Uova sintetiche dalle piante per i vegani

Il mondo dell’alimentazione è pronto ad essere invaso dalle uova sintetiche che sono pronte a generare un mercato per i vegani da circa un miliardo. La produzione di queste uova vegetali ottenute dalle piante è al momento in grande crescita anche perché si è capito come le tradizionali possano portare problemi per la presenza eccessiva di colesterolo al loro interno. Attenzione però a bocciarle o eliminarle totalmente dalla propria alimentazione perché l’albume è una fonte proteica molto importante visto che è sicuramente efficiente e poco allergenica. Il mercato però ha deciso di aprire la sperimentazione di nuovi percorsi che potrebbero dare il via a una rivoluzione anche sul mercato alimentare.

Uova sintetiche dalle piante per i vegani: il mercato da un miliardo

Attorno alle uova sintetiche si sta sviluppando un mercato da un miliardo dalle potenzialità incredibili. La prima azienda a trattarle è stata la Follow Your Heart, un’azienda della California che nel 2015 lanciò la linea VeganEgg. Si tratta di uova a base di alghe sostituite dalla polvere di soia. Entro la fine dell’anno l’azienda si è messa in testa di portare avanti una versione liquida che possa ottimizzare le vendite. Nielsen spiega come VeganEgg sia uno dei prodotti più venduti dalla Whole Foods, catena di supermercati americana che Amazon ha acquistato appena due anni fa. Attenzione alle nuove startup come per esempio Bay Area che sta lavorando a uova liquide che si ricavano dalle proteine dei semi di zucca.



© RIPRODUZIONE RISERVATA