Uragano Bolzano: grandine e raffiche di vento/ Video, maltempo: alberi sradicati

Maltempo con tanto di uragano a Bolzano: raffiche di vento a 72 km/h, il nubifragio ha causato l’allagamento di tutte le strade, il video.

uragano bolzano
Uragano Bolzano (Facebook)

Uragano a Bolzano, paura poco dopo le 14.00 nel capoluogo dell’omonima provincia autonoma del Trentino-Alto Adige: un violento nubifragio si è abbattuto su tutto il territorio, con una forte grandinata e con raffiche di vento che hanno toccato i 72 chilometri-orari. Dopo quanto accaduto ad Arezzo e a Vicenza, è Bolzano a dover fare i conti con il maltempo: come riportano i colleghi de L’Adige, sono stati sradicati diversi alberi secolari e alcuni tetti sono stati scoperchiati. Le persone che si trovavano per strada sono state costrette a trovare rifugio nella via dei portici, all’interno dei vari negozi presenti. Paura in via Visitazione per il crollo di un antico cedro: situazione di emergenza anche nel meranese, dove sono stati registrati allagamenti in scantinati e cantine. E potrebbero essere ingenti i danni a frutteti e vigneti, stima in programma nel corso delle prossime ore.

URAGANO BOLZANO CON GRANDINE E RAFFICHE DI VENTO: VIDEO

L’Adige sottolinea che sono ancora in azione le squadre dei vigili del fuoco del corpo permanente di Bolzano, assistite dai corpi volontari. Le strade sono completamente allagate e imbiancate dai grossi chicchi di grandine caduti, con l’uragano che ha causato il crollo di alberi e rami in diverse zone della città. Oltre al cedro, da segnalare un altro arbusto sradicato dal terreno all’interno del parco Petrarca. Come evidenzia Sky Tg 24, è allarme maltempo in tutto il Nord Italia: secondo le previsioni meteo, domani persisteranno temporali al Settentrione e anche al centro, tanto che in Piemonte è stata diramata l’allerta gialla. Per quanto riguarda Milano, attivati i sistemi di monitoraggio per ciò che concerne i fiumi Lambro e Seveso. Qui di seguito vi proponiamo i video dell’uragano che si è scagliato su Bolzano nel primissimo pomeriggio:



© RIPRODUZIONE RISERVATA