“Vaccini Covid creano problemi a ovaie e testicoli”/ Dott Frajese: “Non era previsto”

- Alessandro Nidi

Giovanni Frajese, endocrinologo e professore dell’Università del Foro Italico di Roma, sottolinea: “Se i vaccini Covid non fossero stati sperimentali, non avremmo questi problemi”

giovanni frajese 640x300
Giovanni Frajese (Radio Radio, 2022)

I vaccini Covid sarebbero responsabili di problemi ai testicoli e alle ovaie. Ad asserirlo, ai microfoni di “Radio Radio”, è stato Giovanni Frajese, endocrinologo e professore dell’Università del Foro Italico di Roma, citando lo studio MECOVAC condotto dal dottor Antonio Simone Laganà (qui il link per consultarlo), nel quale venivano denunciate alcune irregolarità nel ciclo mestruale dopo la somministrazione dei preparàti contro il Coronavirus.

Così, mentre la ricerca continua a monitorare la relazione tra vaccinazione ed effetti collaterali, stando a quanto riferito in trasmissione dal professor Frajese il carattere sperimentale dei vaccini Covid parrebbe essersi manifestato nelle più recenti indagini scientifiche, che non farebbero altro che attestare la correlazione tra le inoculazioni e le problematicità ovariche e testicolari, soprattutto nella produzione di spermatozoi.

“VACCINI COVID, DANNI A TESTICOLI E OVAIE”: IL DOTTOR FRAJESE INVITA I COLLEGHI MEDICI A “SVEGLIARSI”

Nel corso del suo intervento a “Radio Radio”, il dottor Giovanni Frajese ha tenuto a precisare che “a livello di produzione di spermatozoi, si vede che ci sono dei problemi” dopo il vaccino Covid. “Ci sono problemi a livello ovarico e testicolare. Tutto questo non era previsto: se i vaccini non fossero stati sperimentali, come la scienza sostiene, tutte queste problematiche non ci sarebbero. Invece, mese dopo mese e settimana dopo settimana, scopriamo nuove interazioni con l’organismo umano”.

Successivamente, prima di cedere la parola agli altri ospiti e al conduttore, il professor Frajese ha messo in guardia la comunità medica: “Tutto ciò che sta succedendo e succederà a livello scientifico non sarà più fermato, ma i colleghi medici devono svegliarsi, non soltanto la magistratura! C’è una letteratura scientifica che sta svelando un passettino alla volta le reazioni avverse di questi vaccini Covid”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA