Vaccini Lombardia, calendario prenotazioni fascia d’età/ Date: 16-19 anni il 2 giugno

- Carmine Massimo Balsamo

Piano vaccini Lombardia, il consulente Guido Bertolaso ha presentato in conferenza stampa il calendario dell’apertura delle prenotazioni per età

vaccini lombardia
Piano vaccini Lombardia: Guido Bertolaso, Attilio Fontana e Letizia Moratti (LaPresse, 2021)

Arrivano importanti aggiornamenti sul piano vaccini in Lombardia. Il consulente Guido Bertolaso ha fatto il punto della situazione sulla campagna vaccinale e, dopo aver criticato l’apertura alle prenotazioni per la fascia 40-49 anni, ha presentato il calendario stilato dalla Regione per fascia d’età: l’obiettivo è quello di arrivare a chiudere le prenotazioni entro il 2 giugno, data simbolo per la Festa della Repubblica.

Il piano vaccini della Lombardia prevede l’apertura delle prenotazioni il 20 maggio per la fascia d’età 40-49 anni, il 27 maggio per la fascia d’età 30-39 anni e il 2 giugno per le fasce d’età 20-29 e 16-19 anni. «Aprendo le prenotazioni il 20 maggio per i 40-49 anni sappiamo che potremo garantire la possibilità di vaccinarsi ai primi quarantenni per l’inizio del mese di giugno», ha spiegato Guido Bertolaso.

PIANO VACCINI LOMBARDIA, IL CALENDARIO DELLE PRENOTAZIONI PER FASCIA D’ETÀ

«Non abbiamo bisogno di abbassare l’età o di fare vax day di cui molti parlano come se fosse un’idea brillante, ma in realtà servono a camuffare il fatto che non si riescono a fare le prenotazioni», ha spiegato Guido Bertolaso nel corso della conferenza stampa sul piano vaccini della Lombardia. Il consulente della Regione guidata da Attilio Fontana ha poi sottolineato a proposito dell’apertura delle prenotazioni per le fasce più giovani: «I ragazzi dai 16 ai 29 anni potranno dunque ricevere la prima dose prima di andarsene in vacanza, in modo che tutti i cittadini lombardi abbiano ricevuto la prima dose di vaccino prima di andare eventualmente in vacanza. Questo significa conseguentemente immunità di gregge, protezione, tranquillità, immagine e capacità di accogliere».



© RIPRODUZIONE RISERVATA