Vaccino anti coronavirus, primi test sull’uomo in Cina/ 108 volontari di Wuhan

- Carmine Massimo Balsamo

Cina, vaccino anti coronavirus: oggi prende il via la sperimentazione clinica, coinvolti 60 candidati di Wuhan. Le ultime notizie.

vaccino anti coronavirus cina
Immagine di repertorio (Pixabay)

Usa ma non solo: anche in Cina sono stati avviati i primi test del vaccino anti coronavirus. Se il Kaiser Permanent Washington Health Research Institute di Seattle ha iniettato la prima dose sette giorni fa, oggi ha preso il via la sperimentazione clinica – sull’uomo – di un vaccino candidato contro il Covid-19: c’è grande fiducia a Pechino, anche se trascorreranno almeno 12-18 mesi prima della messa in commercio. Come spiegano i colleghi del Washington Post, la sperimentazione coinvolge 108 persone tutte residenti a Wuhan: di età compresa fra i 18 ed i 60 anni e divisi in tre gruppi, i candidati saranno sottoposti a un dosaggio diverso della preparazione. Uno degli scienziati coinvolti nel maxi-progetto ha confermato ai microfoni dell’agenzia FPA: «I volontari dello studio di fase 1 Covid-19 hanno già iniziato a ricevere il vaccino».

VACCINO ANTI CORONAVIRUS, PRIMI TEST SULL’UOMO IN CINA

Tutti e 60 i candidati saranno monitorati nei prossimi sei mesi dallo staff, chiamato a controllare eventuali reazioni legate al vaccino anti coronavirus. Una volta terminata la fase 1 del progetto, il team di ricerca coinvolgerà migliaia di candidati per le fasi 2 e 3. Lo studio è guidato da Chen Wei, generale dell’esercito di Pechino e membro dell’Accademia di Ingegneria della Cina: l’impegno è quello di accelerare i tempi il più possibile, anche grazie ai big data. L’obiettivo, ha evidenziato, è quello di sfruttare l’esperienza accumulata nello sviluppo di un vaccino per il coronavirus della Mers. Come evidenziato dai colleghi di Adnkronos, visto che i vaccini devono essere testati prima sugli animali e poi sull’uomo, i ricercatori hanno approntato modelli animali di Covid-19, ovvero topi e scimmie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA