“Vaccino Covid Astrazeneca, scontro tra multinazionali”/ Libero: “Vogliono sabotarlo”

- Mirko Bompiani

Necessari ulteriori test per il vaccino Covid Astrazeneca, l’interrogativo di Libero: “Dà fastidio il fatto che costi poco e la facile conservazione?”

vaccino covid astrazeneca
(LaPresse)

Ieri sono arrivati importanti aggiornamenti sul vaccino Covid di Astrazeneca. Come vi abbiamo raccontato, le autorità statunitensi hanno “stoppato” l’antidoto prodotto in collaborazione con la Irbm di Pomezia: necessari ulteriori test, che però non mettono in discussione la validità del vaccino. Dopo lo stop estivo richiesto dalla Fda, sono ripartite le sperimentazioni e sono state somministrate 2.300 dosi: l’efficacia del prodotto è salita al 90%. E la novità giunta ieri ha mandato su tutte le furie Libero, ecco l’affondo del direttore Pietro Senaldi: «Dà fastidio il fatto che costi poco e che possa conservarsi nel frigo di casa?». Astrazeneca è finita nel mirino della stampa americana – l’accusa è di aver testato il prodotto migliore su un numero troppo esiguo di persone – in quella che potrebbe essere uno scontro tra multinazionali, secondo il quotidiano…

STOP AL VACCINO COVID ASTRAZENECA, I DUBBI DI LIBERO

Ma non è tutto: l’agenzia del farmaco statunitense preme affinchè il vaccino Covid di Astrazeneca venga sperimentato anche negli States (suolo patrio). Questo richiederebbe uno studio ulteriore prima della validazione definitiva del prodotto negli Usa. E non mancherebbero le conseguenze sull’Europa, in particolare sull’Italia, che ha da tempo accordi con Astrazeneca. Ma Irbm non fa passi indietro, come evidenzia dal presidente Di Lorenzo: «Non ci sono stati errori, il cammino del nostro vaccino e il processo di raccolta dei dati da consegnare alle agenzie regolatorie non si sono fermati. Entro un paio di settimane saranno consegnati all’Ema i dossier della fase tre necessari per l’approvazione e ci auguriamo che essa possa fare con il solito rigore tutta l’analisi della documentazione per arrivare alla fine della procedura nei tempi previsti». Come dicevamo, Libero ha ipotizzato uno scontro tra multinazionali: il vaccino Covid di Astrozeneca sarebbe fastidioso per il prezzo bassissimo (2,80 euro) e che per restare efficace gli è sufficiente essere conservato a una temperatura di -2°/-8°, dunque anche in un frigorifero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA