Vaccino Italia, ok Aifa a sperimentazione ReiThera/ Ue conclude negoziato con Sanofi

- Silvana Palazzo

Vaccino Italia, Aifa autorizza sperimentazione di quello sviluppato da ReiThera. Intanto Ue conclude negoziato con Sanofi per assicurarsi 300 milioni di dosi

vaccino coronavirus
La ricerca anti Coronavirus (LaPresse)

L’Agenzia Italiana del Farmaco autorizza la sperimentazione del vaccino italiano contro il coronavirus. Si tratta di quello prodotto dall’azienda biotecnologica italiana ReiThera. Lo studio di Fase 1, già valutato positivamente dall’Istituto Superiore di Sanità, prevede l’arruolamento di 90 volontari sani adulti e anziani per valutare la sicurezza e l’immunogenicità del vaccino, che si chiama GRAd-COV2. Lo studio ha ottenuto anche il parere positivo del Comitato etico dell’INIMI Spallanzani. Il vaccino si basa su un vettore adenovirale. Nei modelli animali si è dimostrato sufficientemente sicuro ed immunogenico. «È una bella notizia che si avvii la sperimentazione sui primi volontari per il GRAd-COV2, candidato vaccino italiano contro il Covid-19», il commento del ministro della Salute Roberto Speranza. Un’altra opzione per uscire dalla crisi, se si rivelasse efficace sulll’uomo. Gaetano Manfredi, ministro dell’Università e della Ricerca, lo definisce «un passo importante dal punto di vista scientifico che vede la ricerca italiana in prima linea impegnata in una sfida nella quale siamo coinvolti tutti e c’è bisogno di risposte veloci ed efficaci sul piano sociale».

VACCINO CORONAVIRUS, UE CONCLUDE NEGOZIATO CON SANOFI

Intanto l’Ue ha concluso i negoziati con Sanofi per assicurarsi il vaccino contro il Covid-19 sviluppato dall’azienda. Lo ha annunciato Ursula Von der Leyen, presidente della Commissione Ue: «Il risultato raggiunto oggi con la società Sanofi è un primo tassello importante della più ampia strategia dell’UE sui vaccini. Altri seguiranno presto. Le discussioni con diverse altre società sono in una fase avanzata». E poi la stessa Commissione europea in una nota ufficiale: «Il contratto previsto con Sanofi fornirà un’opzione d’acquisto del vaccino per tutti gli stati membri Ue». Una volta dimostrata la sicurezza e l’efficacia del vaccino anti coronavirus, la Commissione Ue «metterà a punto uno schema contrattuale per l’acquisto di 300 milioni di dosi, a nome di tutti gli stati membri Ue». Sanofi sta sviluppando due progetti per un vaccino, uno di questi in collaborazione con GlaxoSmithKline.

© RIPRODUZIONE RISERVATA