Vaccino Moderna dura anni?/ Burioni “Possibile, anticorpi anche dopo 7 mesi”

- Silvana Palazzo

Vaccino Moderna, protezione dura anni? Il virologo Roberto Burioni: “Possibile perché gli anticorpi persistono anche dopo 7 mesi”. I risultati preliminari dello studio di fase 3

classifica dosi vaccino covid
Vaccino anti-Covid di Moderna (LaPresse)

Sappiamo quanto sono efficaci i vaccini anti Covid, ma non quanto duri la protezione che garantisce. Le prime indicazioni però sono a dir poco positive, almeno per quanto riguarda il vaccino sviluppato da Moderna. È possibile, infatti, che possa durare anni. A dirlo è Roberto Burioni, dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. “Quanto durerà la protezione fornita dai vaccini? Per saperlo dobbiamo seguire i vaccinati e vedere se e quando verranno reinfettati. Però osservando i vaccinati Moderna dopo 7 mesi è possibile che la protezione possa durare anni”, ha scritto il virologo su Twitter. Burioni ha fatto riferimento ad uno studio, che è stato pubblicato sulla rivista scientifica New England Journal Medicine e in cui si analizza la presenza di anticorpi dopo la vaccinazione con il siero di Moderna.

Sarebbe una svolta importante, che potrebbe incidere anche in merito alla questione dei richiami. Ma quella di Burioni è ovviamente una supposizione, perché la durata della protezione è attualmente sconosciuta.

VACCINO MODERNA, STUDIO SU DURATA ANTICORPI

Quel che gli scienziati hanno scritto sul New England Journal Medicine è che i risultati provvisori di uno studio di fase 3 del vaccino MRNA-1273 di Moderna ha evidenziato un’efficacia del 94% nella prevenzione del Covid-19. Per quanto riguarda la durata della protezione, si evince che sono stati riscontrati anticorpi nei vaccinati anche sei mesi dopo la seconda somministrazione. L’attività anticorpale è rimasta alta in tutti i gruppi di età presi in esame al giorno 209, come emerso da molteplici test sierologici effettuati. Gli studi che sono attualmente in corso stanno, quindi, monitorando le risposte immunitarie oltre i sei mesi anche per valutare l’attività contro le varianti Covid che stanno emergendo. I ricercatori comunque hanno concluso che questi risultati sono coerenti con le osservazioni pubblicate su pazienti convalescenti con Covid-19 fino a 8 mesi dopo l’insorgenza dei sintomi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA