Valentina Bellè/ “La mia ignoranza non mi imbarazza più” (Che tempo che fa)

- Emanuele Ambrosio

Valentina Bellè ospite a Che tempo che fa di Fabio Fazio per presentare la fiction “Volevo fare la rockstar” dove interpreta Olivia: “volevo quella parte”

Valentina Bellè
Valentina Bellè
Pubblicità

Valentina Bellè è una delle ospiti della nuova puntata di “Che tempo che fa”, il talk show di successo di Fabio Fazio “traslocato” quest’anno su Rai2. L’attrice è pronta a presentare al grande pubblico la nuova serie televisiva dal titolo “Volevo fare la rockstar” dove interpreta il ruolo di Olivia, una ragazza madre di 27 anni con due gemelle. Una donna costretta a crescere troppo in fretta e che per questo motivo si è dovuta prendere delle responsabilità importanti, ma ben presto la sua vita cambierà quando conoscerà Francesco. Un ruolo importante per Valentia che ha dichiarato: “ero carica quando mi sono presentata ai provini. Volevo quella parte”. Nel personaggio di Olivia, infatti, c’è tanto di Valentina che da giovanissima ha lasciato la famiglia e l’Italia per studiare presso la scuola di recitazione di Lee Strasberg a new York. Un’esperienza formativa importante durata circa quattro mesi e che successivamente le ha permesso di frequentare il Centro Sperimentale di Cinematografia.

Pubblicità

Valentina Bellè e il successo Sirene

La grande popolarità di Valentina Bellè è scoppiata dapprima con la fiction “I Medici” e successivamente con il ruolo in “Sirene“, la serie campione d’ascolti di Raiuno dove ha recitato con Luca Argentero. Un periodo che l’attrice ha raccontato così a Rolling Stone: “ho lavorato a Sirene e a Una questione privata in contemporanea: un giorno ero Fulvia – un personaggio che ho amato totalmente, con il terrore di non essere riuscita a trasmettere tutto di lei – e il giorno dopo prendevo il treno, mi infilavo una coda da sirena e cercavo di essere leggera e divertente. È stato un periodo di spostamenti, su e giù per l’Italia, e dentro di me”. Le difficoltà non sono mancate, ma Valentina ha potuto contare sull’appoggio e l’aiuto di Luca Argentero: “grazie a lui sono riuscita a sciogliermi”. Il successo di Sirene è stato pazzesco, una serie che la stessa attrice ricorda con grandissimo affetto: “Sirene è una serie surreale, divertente. Mi ha fatto riscoprire il valore della leggerezza e della risata. È stato uno dei ruoli più importanti per la mia crescita, perché mi ha fatto scoprire dei lati di me e della vita che avevo trascurato. Soprattutto, mi ha dato la possibilità di lasciarmi andare, di prendermi meno sul serio”

Pubblicità

Valentina Bellè: “Adoro leggere, esplorare, scoprire, ma con i miei tempi”

Dopo Sirene l’attrice è stata protagonista di “Principe libero”, la serie evento in due puntate dedicata alla vita di Fabrizio De Andrè in cui ha interpretato la moglie Dori Ghezzi. Un ruolo di cui ha parlato così dalle pagine di Grazia: “più passavo del tempo con lei, a casa sua, prendendo appunti e osservandola, meno voleva deluderla. Mi sforzavo di essere una Dori perfetta. Fino a quando quest’ultima mi ha detto: “Valentina, mi fido di te. Non mi imitare, fai quello che sai fare”. Anche questa volta Valentina Bellè ha regalato una performance straordinaria coinvolgendo i telespettatori e avendo l’approvazione della stessa Dori Ghezzi. Oltre al cinema, Valentina ha anche altre passioni come ha confessato a Rolling Stone: “adoro leggere, esplorare, scoprire, ma con i miei tempi. Non ho alcuna fretta. Quando ero più piccola, la mia ignoranza mi imbarazzava, adesso non me ne frega nulla. Ho ancora tanto da scoprire, ancora più degli altri! E l’arte contemporanea rientra in questo forziere di tesori pronto per me, quando sarà il momento giusto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità