VALENTINO/ L’ambizioso stilista protagonista di Made in Italy: vorrà ricevere Irene?

- Hedda Hopper

Valentino tra lusso e creatività: lo stilista protagonista di Made in Italy, la serie tv con Greta Ferro nei panni di una giovane giornalista di moda.

Valentino stilista screen 640x300

Ampio spazio, all’interno di Made in Italy, è dedicato al racconto del concept dello stilista Valentino, personaggio dinanzi al quale Irene – la nostra protagonista – non può fare a meno di provare almeno un po’ di timore reverenziale. La sua amica Monica, invece, sembra abbastanza entusiasta, al punto tale che è lei a dedicarsi ai preparativi del viaggio. Valentino, infatti, ha il suo atelier a Roma, città in cui le due alloggiano non senza qualche problema ed equivoco. Il focus, comunque, resta sull’intervista, la seconda grande esperienza di Irene dopo il suo colloquio con Giorgio Armani. C’è anche lui tra gli inserzionisti della rivista, che al momento – però – sta vivendo un momento di crisi. Serve proprio un gran pezzo con Valentino, lo stilista del rosso, per risollevare la situazione. Nella serie, il signor Garavani si presenta altezzoso, dal momento che – per bocca del suo assistente – rifiuta di parlare con Irene, preferendo farsi intervistare dalla più esperta Rita, grande firma del magazine Appeal. (agg. di Rossella Pastore)

Chi è Valentino: cenni biografici

Valentino Clemente Ludovico Garavani, meglio noto come Valentino, è uno degli stilisti più famosi e apprezzati al mondo. Il suo marchio rappresenta da sempre un vero e proprio simbolo del Made in Italy nel mondo e, soprattutto, della moda. Classe 1932, Valentino inizia sin da subito ad amare e studiare la moda tra l’Italia e Parigi dividendosi tra la Scuola di figurino a Milano, la Berlitz School e l’École de La Chambre Syndicale de la Couture. Alla fine degli anni ’50 è già pronto a lanciarsi nel mondo della moda con la sua Valentino e una serie di soci, tra il padre, che però si tirano indietro per via degli alti costi di gestione e dell’amore per il lusso sfrenato dello stilista. A salvare l’azienda dalla bancarotta ci ha pensato il suo compagno, lo studente di architettura Giancarlo Giammetti, che si occupò dell’aspetto finanziario lasciando quello creativo proprio a Valentino. Nel ’62 arriva il suo primo trionfo al Pitti Moda di Firenze e l’edizione francese di Vogue lo lancia presso il grande pubblico e gli addetti ai lavori.

Giancarlo Giammetti l’ancora di salvezza di Valentino?

Alla fine degli anni ’60 Valentino ha già vinto il Premio Neiman Marcus, presenta la sua prima linea uomo e inizia ad usare come marchio la famosa “V” arrivando a firmare l’abito da sposa di di Jacqueline Bouvier. Da quel momento in poi veste le donne più famose del mondo, apre boutique nelle grandi metropoli in tutti i Continenti e viene creato un profumo che porta il suo nome. In occasione del 45esimo di attività, nel 2007, Valentino la sua casa di moda sostituito da Alessandra Facchinetti (che lascia dopo due stagioni). E la sua vita privata? Per 12 anni è stato legato sentimentalmente proprio al suo compagno di avventura anche nella moda, Giancarlo Giammetti. La loro liason è finita ma i due non hanno mai smesso di essere compagni di vita e di affari. Attualmente sembra che Valentino sia legato all’ex modello americano Bruce Hoeksema.

© RIPRODUZIONE RISERVATA