Vanessa Incontrada nuda in copertina/ “Nel 2020 siamo fermi a canoni estetici vecchi”

- Davide Giancristofaro Alberti

Vanessa Incontrada ha rilasciato un bella intervista ai microfoni di Vanity Fair, soffermandosi in particolare sulla bellezza, il bodyshaming e…

Incontrada Vanessa Lapresse 1280 640x300
Vanessa Incontrada (Lapresse)

La cover di Vanity Fair in cui Vanessa Incontrada ha posato nuda, ha fatto in breve tempo il giro del web, suscitando notevole interesse. Con ben si sa, l’artista spagnola è stata vittima di bodyshaming negli ultimi anni per via del peso preso post-gravidanza, e la stessa si è dovuta difendere spesso e volentieri da continui attacchi insensati: “Trovo preoccupante – alcune delle parole della Incontrada sul numero di Vanity Fair in edicola oggi, 30 settembre – che nel 2020, immersi nella rivoluzione tecnologica, si sia ancora fermi a canoni estetici del secolo scorso. Perché non riusciamo ancora a emanciparci? – si domanda – anche nel cinema si sono fatti passi in avanti. Penso a un’attrice su tutte: Kate Winslet. L’abbiamo ammirata in tutte le sue forme, in tutte le sue taglie, in tutti i suoi ruoli. Certo, anche io sono cresciuta con il culto delle top model, se le ricorda Claudia Schiffer, Linda Evangelista, Christy Turlington? Però anche qui, oggi il mito della bellezza è messo in discussione. Così come quello della diva e in un certo qual modo della celebrità. Allora, mi chiedo, cosa ci tiene così ancorati al passato?”. Parole senza dubbio condivisibili quelle di Vanessa Incontrada. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

VANESSA INCONTRADA NUDA IN COPERTINA, LA RISPOSTA SENZA VELI AGLI HATERS

La prima pagina di Vanity Fair con Vanessa Incontrada nuda ha fatto il giro del web e si è acceso il dibattito sulla body-positivity. Il volto televisivo ha mandato un messaggio universale e sono tante le donne che la stanno ringranziando sui social network, sono davvero molti i post dedicati alla spagnola, qui di seguito ve ne riportiamo alcuni: «Vanessa Incontrada è rivoluzionaria non perché leggermente sovrappeso o altre amenità del genere. È rivoluzionaria perché mette in copertina la NORMALITÀ di un corpo femminile, smontando in un sol colpo tutti gli artifizi, i complessi e la ricerca di una perfezione impossibile», «Voi che criticare la copertina di #VanessaIncontrada non avete idea del male che fate e dei danni che potreste creare in altre donne che magari non hanno le spalle larghe come lei. Fate schifo!», «Comunque avremo vinto tutti quando smetteremo di dover per forza dimostrare qualcosa a qualcuno. 2020. Ognuno può essere quello che vuole. L’unica cosa che davvero conta e ci farebbe vivere tutti in pace è non giudicare e non rompere alla gente». (Aggiornamento di MB)

VANESSA INCONTRADA NUDA SU VANITY FAIR, BOOM DI LIKE

La copertina di Vanity Fair con Vannessa Incontrada totalmente nuda, sta letteralmente spopolando. Molte infatti le testate che hanno ripreso la notizia, in particolare, per il messaggio positivo della stessa foto. «La questione è complicata – spiega il direttore del mensile, Simone Marchetti, attraverso la pagina Instgram dello stesso giornale – vede il corpo delle donne in prima linea e annovera tutto quello che ci è stato insegnato con libri, spot, film, moda, cartoni animati e condizionamenti sociali, culturali e famigliari dagli anni Cinquanta a oggi. In fatto di bellezza, oggi sta succedendo quello che è successo alla terra dopo la scoperta dell’America da parte di Cristoforo Colombo: là dove si pensava finisse il mondo, ne è iniziato un altro. E là dove si pensava finisse la bellezza forse e finalmente ne sta sorgendo una tutta nuova». Lo scatto in anteprima del numero di Vanity Fair con Vanessa Incontrada in uscita domani, è stato decisamente apprezzato ricevendo più di 100mila like nel giro di poche ore. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

VANESSA INCONTRADA NUDA IN COPERTINA, CONTRO HATERS E BULLISMO: “NESSUNO MI GIUDICHI”

“Nessuno mi può giudicare”: la lezione di Vanessa Incontrada contro gli haters (nel cui mirino è spesso finita gli ultimi anni) e in generale contro tutti quelli che fanno del bullismo, reale o virtuale, uno stile di vita. Posare senza veli sulla copertina di “Vanity Fair” per l’attrice e conduttrice televisiva di origini spagnole infatti non è solo un atto di coraggio e di ostentazione di quel corpo di cui ogni donna deve andare fiera ma anche una dichiarazione di intenti da parte della 41enne che invita i lettori del magazine a celebrare una nuova bellezza e a ribellarsi a un sistema che vede alcuni dei suoi esponenti insultare e minacciare soprattutto le persone più fragili o quelle più esposte mediaticamente. “Nel 2008 ho avuto mio figlio Isal: la maternità trasforma il tuo corpo e il mio si trasformò molto” ha raccontato la Incontrada rievocando le crudeli critiche avute in quel periodo e ammettendo di aver sofferto perché sovente i peggiori attacchi le sono arrivati da persone che conosceva. “Ma noi siamo donne, il nostro corpo funziona così: è naturale, va accettato e soprattutto rispettato” conclude però la diretta interessata che appunto invita tutte le donne a non sottostare più ai giudizi maligni di chi vuole avere sempre l’ultima parola su tutto. (agg. di R. G. Flore)

“IL MIO CORPO UN MESSAGGIO A TUTTE LE DONNE”

Vanessa Incontrada ha posato nuda, con la mano a coprire il seno, sulla copertina del nuovo numero di Vanity Fair. Una scelta non casuale quella della bella e brava conduttrice spagnola, ormai adottata da tempo dall’Italia e che negli ultimi anni è stata spesso e volentieri vittima di bodyshaming per il semplice fatto di non essere un “chiodo”. «Questa copertina è il momento più bello degli ultimi anni», racconta la stessa artista nel numero in edicola domani, 30 settembre, «È il punto d’arrivo – ha aggiunto – che vede il mio corpo diventare un messaggio per tutte le donne (e per tutti gli uomini): dobbiamo tutti affrontare, capire e celebrare una nuova bellezza». Assieme a Vanity Fair Vanessa Incontrada è divenuta l’emblema della body positivity, ovvero, il movimento che mette al bando qualsiasi tipo di bullismo contro il corpo, promuovendo invece una bellezza più inclusiva: «Abbiamo voluto questa copertina – le parole di Simone Marchetti, direttore di Vanity Fair, come si legge sul quotidiano Il Messaggero – e abbiamo chiesto a Vanessa Incontrada di posare nuda per noi per riflettere sul tema della Body Positivity e sulle implicazioni del concetto classico di bellezza sulle nostre vite».

VANESSA INCONTRADA NUDA SU VANITY FAIR: “INIZIO’ TUTTO NEL 2008”

Vanessa Incontrada ha raccontato l’inizio delle critiche subite, nell’intervista rilasciata al giornale: «Nel 2008 ho avuto mio figlio Isal – le sue parole – la maternità, come per altro succede a tutte le donne, trasforma il tuo corpo. E il mio si trasformò molto. Partirono le critiche. Critiche feroci. Critiche crudeli. Si dice sempre, che i peggiori attacchi arrivino da chi conosci. Io non la penso così: le parole che mi ferirono di più arrivarono da chi non conoscevo. Ero delusa, ferita e disorientata: ma perché essere così cattivi?». Vanessa Incontrada ha quindi invitato le persone ad accettare il proprio corpo per come è: «A volte prendi peso, altre lo perdi – dice – un mese sei in dieta e vuoi perdere quei tre chili, un altro ti senti a posto con te stessa. Siamo donne, il nostro corpo funziona così. È naturale, va accettato e va soprattutto rispettato. Nessuno ti può né ti deve giudicare». Ad un certo punto l’attrice e conduttrice spagnola ha smesso di prendersela: «Ho finalmente capito che la battaglia del corpo non riguardava più me ma tutte le donne. E che se potevo mettere a disposizione di altre la mia esperienza, be’ era arrivato il momento di farlo».



© RIPRODUZIONE RISERVATA