Vasco Rossi, omaggio a papà Carlino/ “Potessi dirgli qualcosa, lo ringrazierei per…”

- Mirko Bompiani

La rockstar Vasco Rossi ha dedicato un lungo post su Instagram al genitore, scomparso nel 1979 ma sempre nel cuore del Blasco

Vasco Rossi
Vasco Rossi in concerto (LaPresse)

Scomparso nel 1979, il padre Carlino resta sempre nel cuore di Vasco Rossi. Il rocker, nel giorno del suo compleanno, ha voluto rendergli omaggio con un lungo post pubblicato su Instagram. Un ricordo legato all’adolescenza: “Oggi è il compleanno di papà Carlino. Mio padre faceva il mestiere che gli piaceva e che gli dava la libertà, il camionista. Ricordo il mio primo viaggio con lui in camion. Avevo circa 20 anni.. e volevo vedere come lavorava”.

Vasco Rossi ha poi proseguito il suo racconto, apprezzato molto dai suoi seguaci, come testimoniato dalla valanga di like: “Erano le 3-4 di notte, salii sul camion.. mi sdraiai dietro nel lettino e mi addormentai come un sasso. Mi sono svegliato solo quando eravamo già a Trento dove lui doveva caricare il porfido. Mi ricordo che a tornare giù… mio padre non si fermava mai, faceva sempre 80 all’ora sulla strada dritta e mi sembrava di impazzire”.

VASCO ROSSI, IL RICORDO DEL PADRE CARLINO

“Gli chiedevo: “Perché non vai più forte?” E lui mi rispondeva: “lo faccio 80 all’ora e non mi fermo mai. Gli altri vanno più forte e poi dopo si fermano, prendono un caffè e alla fine arrivo prima di loro”. Beh, a farlo arrivare “dopo” ci pensai io. Lo facevo fermare a tutti gli autogrill che c’erano. E lui con molta pazienza si fermava…”, ha proseguito Vasco Rossi, con grande emozione, come possibile constatare dal tono delle sue parole. Infine, un pensiero molto commovente: “Se potessi dire adesso qualcosa a mio padre … lo ringrazierei soprattutto per la pazienza che ha sempre avuto con me”.

 

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Vasco Rossi (@vascorossi)







© RIPRODUZIONE RISERVATA