Vasco Rossi, torna Colpa d’Alfredo 40 anni dopo/ “Finalmente quella faccia pestata..”

- Stella Dibenedetto

Colpa D’Alfredo torna in vendita con un’edizione speciale 40 anni la prima pubblicazione: in copertina il primo piano di Vasco Rossi con il volto pestato.

Vasco Rossi
Vasco Rossi

Il 27 novembre, per la gioia di tutti i fans di Vasco Rossi, per la serie celebrativa R>Play dedicata ai 40 anni degli album da studio del rocker di Zocca, torna a rivivere Colpa D’Alfredo grazie a Sony Music (Legacy) . Per la prima volta, l’album avrà come copertina il primo piano di Vasco con l’occhio nero e il volto un po’ pestato dalla vita che, nella copertina originale dell’album, era stata utilizzata per il retro mentre per la copertina vera e propria era stata utilizzata una foto dello stesso servizio ma di spalle. Colpa d’Alfredo tornerà in vendita con un cofanetto speciale che conterrà anche anche un libro scritto dal giornalista Marco Mangiarotti e che conterrà anche i racconti dello stesso Vasco. Altra novità importante in arrivo in autunno per i fans del Komandante sarà il video in animazione di “Anima fragile”, una delle canzoni più struggenti e amate dal popolo del Blasco e contenuta proprio nell’album Colpa d’Alfredo.

COLPA D’ALFREDO 40 ANNI DOPO, LE PAROLE DI VASCO ROSSI

Il ritorno dell’album “Colpa d’Alfredo” è stato annunciato dallo stesso Vasco Rossi su Instagram. Il rocker e re degli stadi italiani ha espresso la propria gioia per la scelta di dare alla nuova versione dell’album una copertina con la foto che avrebbe voluto sin dalla prima pubblicazione. “Finalmente quella faccia in copertina” – esordisce così Vasco nel suo lungo post sui social. Doveva essere la mia faccia, quella di uno un po’ pestato dalla vita e dalla critica, che in realtà non mi aveva neanche pestato: non considerato proprio. Volevo un’immagine forte, truccato come se avessi preso delle botte. Ma ci fu il colpo di mano di Rapallo, credo, la solita rapallata (ride). Pensava fosse troppo forte o non so cosa pensava, per cui ha fatto in modo di mettere in copertina la mia testa fotografata da dietro, che non ha senso. Ha ribaltato la mia idea. Sul retro io volevo la faccia normale però è stata fatta al contrario”, ha scritto ancora il rocker.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

NEWS NEWS NEWS🤩🥳 FINALMENTE QUELLA FACCIA IN COPERTINA Per i 40 anni dall’uscita dell’album “COLPA D’ALFREDO”, arriverà presto il terzo cofanetto della collezione “VASCO R-PLAY 40th”. “Doveva essere la mia faccia, quella di uno un po’ pestato dalla vita e dalla critica, che in realtà non mi aveva neanche pestato: non considerato proprio. Volevo un’immagine forte, truccato come se avessi preso delle botte. Ma ci fu il colpo di mano di Rapallo, credo, la solita rapallata (ride). Pensava fosse troppo forte o non so cosa pensava, per cui ha fatto in modo di mettere in copertina la mia testa fotografata da dietro, che non ha senso. Ha ribaltato la mia idea. Sul retro io volevo la faccia normale però è stata fatta al contrario. Un’altra rapallata nelle riedizioni: ha ristampato l’album con delle foto orribili, cambiando la copertina e lasciando le stesse canzoni. Era sempre un po’ una gara con lui perché gli facevamo sentire i pezzi, ma in realtà non ne capiva il contenuto. Forse aveva intuito che ero un personaggio che sarebbe andato avanti in ogni caso o lo convincevano gli altri. Avevo anche smesso di fargliele sentire, gli avevo detto solo guarda sono otto brani nuovi, ci stava solo quello in un LP. Così non c’era problema. #vascorossi #vascorossinews #6come6 #il_blasco_fan_club #memories #musica #ilgeniodizocca #ilredeglistadi #rock #ilrecordmondiale #estate2020 #colpadalfredo #colpadalfredoR-play

Un post condiviso da Vasco Rossi (@vascorossi) in data:



© RIPRODUZIONE RISERVATA