Verissimo, notizia choc: Max Novaresi non è più coautore/ Divorzio dopo 7 anni: ignoti i motivi

- Stella Dibenedetto

Max Novaresi non è più coautore di Verissimo: il divorzio dopo sette anni di collaborazione anche i i motivi sarebbero ancora ignoti.

max novaresi verissimo min
Max Novaresi - Foto Instagram

Max Novaresi, dopo sette anni, non è più coautore di Verissimo. A lanciare l’indiscrezione è Giuseppe Candela per Dagospia. Non si conoscono i motivi che avrebbero portato al divorsio tra Novaresi e e la trasmissione di canale 5 anche se, alla base della decisione, non dovrebbero esserci problemi con la conduttrice Silvia Toffanin. “Max Novarei non figura neanche tra gli assistiti dell’agenzia Notoria” – scrive Giuseppe Candela per Dagospia. “La trasmissione è apprezzata dalla critica e dal pubblico, ottiene infatti ottimi ascolti. Cosa avrà portato alla fine della collaborazione tra Novaresi e il talk show del sabato pomeriggio di Canale 5? Mistero a Cologno“, si legge ancora su Dagospia. La trsmissione di canale 5 continua ad essere seguitissima dal pubblico che ha apprezzato lo sforzo di andare avanti nonostante l’emergenza coronavirus. Cosa sarà accaduto, dunque?

MAX NOVARESI LASCIA VERISSIMO PER NUOVE ESPERIENZE?

Max Novaresi è uno degli autori più apprezzati della televisione italiana. Oltre a lavorare come coautore di Verissimo, infatti, ha lavorato anche dietro le quinte del Festival di Sanremo 2018, di Sanremo 2020 e dello show di Raiuno di Gigi D’Alessio e Vanessa Incontrada “20 anni che siamo italiani”. Nel suo curriculum figurano anche altre trasmissioni come Amici, Tu sì que vales, Pequenos Gigantes e tanti altri. Per sette, lunghi anni è stato anche coautore di Verissimo i cui contenuti, stagione dopo stagione, sono stati sempre più apprezzati dal pubblico. Alla base della decisione di Novaresi di lasciare Verissimo, stando a quello che si legge su Superguidatv, ci sarebbe la voglia di tuffarsi in nuove esperienze. Per il momento, tuttavia, Novaresi non ha ancora commentato i rumors sul suo futuro professionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA