VIDEO/ Atletico Madrid-Juventus (2-2): highlights e gol, CR7 sfiora il miracolo!

- Stefano Belli

Video Atletico Madrid-Juventus (risultato finale 2-2): gol e highlights della partita di Champions League. I bianconeri si portano sul 2-0 ma si fanno raggiungere, Ronaldo sfiora il miracolo

Sarri Juventus
Maurizio Sarri (Foto LaPresse)

Nel video di Atletico Madrid Juventus c’è un’azione che certamente non possiamo dimenticare: dopo aver subito la doppia rimonta dei Colchoneros, i bianconeri hanno provato a vincere la partita e con un buon piglio hanno costretto gli avversari nella loro metà campo. Praticamente all’ultimo secondo la squadra di Maurizio Sarri ha battuto una rimessa laterale dalla sinistra: Alex Sandro ha servito Cristiano Ronaldo che ha stoppato e si è girato, ha lasciato sul posto tre avversari ed è entrato in area, scaricando un missile rasoterra con il destro: la palla, irraggiungibile per Oblak, è sibilata ad un centimetro dal palo lungo spegnendosi sul fondo. Fischiato per tutta la partita, il portoghese ha fatto segno al pubblico del Wanda Metropolitana con l’inequivocabile “avete avuto paura…”; in effetti, in quegli attimi in cui la Juventus ha sfiorato il gol, l’intero stadio che fino a quel momento era un tripudio di canti ed esultanza per il pareggio si è improvvisamente gelato, con un silenzio carico di tensione assolutamente percepibile. Peccato per i bianconeri e Cristiano Ronaldo che quel pallone non sia entrato in porta… (agg. di Claudio Franceschini)

VIDEO ATLETICO MADRID JUVENTUS

Serata di grande calcio al Wanda Metropolitano dove si è giocata Atletico Madrid-Juventus: ecco il video con i gol e gli highlights della sfida di Champions League che si è conclusa con il risultato finale di 2-2. Un pareggio amaro per i bianconeri che nel corso del secondo tempo si erano portati avanti di due gol grazie alle giocate di Juan Cuadrado e Blaize Matuidi, bravissimi a finalizzare i micidiali contropiedi orchestrati dai loro compagni, bravissimi a infilare i colchoneros che in difesa non sono più così impenetrabili come un tempo. Ma continuano a non arrendersi mai, nemmeno quando la situazione è disperata, Simeone ha insegnato ai suoi ragazzi che finché non arriva il triplice fischio dell’arbitro le cose si possono aggiustare. E così, a venti minuti dal novantesimo, sulla punizione di Koke arriva la deviazione vincente di Savic che brucia sul tempo Szczesny e accorcia le distanze. I padroni di casa tornano a crederci e circondano l’area di rigore avversaria fino al 90′ quando Herrera sugli sviluppi del tiro dalla bandierina di Trippier prende l’ascensore e centra il bersaglio con un gran colpo di testa. Nel recupero ci sarebbe anche lo spazio per un nuovo vantaggio della vecchia Signora, peccato che Matuidi colpisca male la sfera al volo mentre Cristiano Ronaldo non trova l’angolino per centimetri, facendo prendere un infarto ai tifosi dell’Atleti a pochi istanti dallo scadere. Gli uomini di Sarri escono dal campo con la consapevolezza di poter dare fastidio a tutti, ma anche con il rimpianto di non aver strappato i tre punti soprattutto pensando che a venti minuti dal novantesimo eravamo sul 2 a 0 per i campioni d’Italia. Il passaggio del turno non sembra comunque in discussione, in questi primi novanta minuti della fase a gironi sia Bayer Leverkusen che Lokomotiv Mosca hanno dimostrato tutte le loro lacune in entrambe le fasi di gioco e si sono rivelate squadre abbordabili e decisamente alla portata dei bianconeri. CLICCA QUI PER IL VIDEO DI ATLETICO MADRID-JUVENTUS 2-2: GOL E HIGHLIGHTS (da Uefa Champions League)

VIDEO ATLETICO MADRID-JUVENTUS 2-2, LE DICHIARAZIONI

Nel post-gara il primo a parlare è stato Leonardo Bonucci: “Nel primo tempo abbiamo sofferto, nella ripresa abbiamo giocato meglio sbloccando la contesa, peccato per i due gol subiti su calci piazzati, dobbiamo stare molto più attenti in questi frangenti, è già la seconda volta che ci facciamo raggiungere dagli avversari, oggi abbiamo lasciato per strada due punti che al termine della fase a gironi potrebbero pesare tantissimo. Peccato per il tiro di Cristiano uscito di pochissimo, questa serata ci serva da lezione e ci faccia capire che non possiamo mai abbassare la guardia in mezzo, nemmeno per una frazione di secondo”. Il commento di Maurizio Sarri: “Guardiamo il lato positivo, abbiamo giocato da grande squadra e siamo cresciuti molto rispetto alla gara con la Fiorentina. La sensazione è che a un certo punto avevamo la partita in mano, pareggiarla così ci lascia con l’amaro in bocca, erano tanti anni che la Juve non segnava in casa dell’Atletico Madrid. Anche nel recupero ci sono state un paio di occasioni per portarci sul 3 a 2, dobbiamo assolutamente migliorare sulle palle inattive dove concediamo troppo agli avversari”. Ai microfoni di Sky Sport ha parlato anche Diego Simeone: “La Juve soffriva parecchio sulle palle inattive, dovevamo essere bravi ad approfittarne e così è stato, peccato aver concesso quei due gol in contropiede che ci hanno privato della possibilità di strappare i tre punti. Stiamo ancora cercando il giusto equilibrio tra il bel gioco e la fisicità dei vecchi tempi, contiamo di riuscirci e in quel caso saranno dolori per gli avversari”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA