Video/ Avellino-Teramo (2-0): gol e highlights, irpini cinici al Partenio (Serie C)

- Stefano Belli

Video Avellino-Teramo (risultato finale 2-0): gol e highlights della partita valevole per la terza giornata di Serie C girone C. Micovschi e Karic regalano i tre punti agli irpini.

Richard Lasik, oggi in forza al Teramo (Foto LaPresse)
Richard Lasik, oggi in forza al Teramo (Foto LaPresse)

Diamo un’occhiata a quanto successo ieri al Partenio-Lombardi con il video dei gol e degli highlights di Avellino-Teramo 2-0, anticipo della terza giornata del girone C di Serie C 2019-20. Gli irpini trovano la seconda vittoria consecutiva e agganciano momentaneamente in testa alla classifica Catania, Ternana e Viterbese che nelle prossime ore scenderanno in campo con l’obiettivo di rimanere a punteggio pieno. Altro KO per gli aprutini che restano fermi a zero punti e con la partita contro la Sicula Leonzio da recuperare, poiché la scorsa settimana non si è potuta disputare a causa dell’indisponibilità del Bonolis e dell’impossibilità di trovare un campo neutro nelle vicinanze, con l’Adriatico occupato dal Pescara impegnato contro il Pordenone. Nel primo tempo i due portieri trovano subito pane per i loro denti: Abibi viene chiamato in causa da Bombagi che ha provato a sorprenderlo direttamente dalla bandierina e soprattutto da Cianci che ha provato a piazzarla dall’altezza del dischetto, in entrambi i casi l’estremo difensore albanese se l’è cavata egregiamente; in tutto ciò Tomei si è dovuto allungare per respingere la punizione dal limite di Di Paolantonio. Il parziale cambia alla mezz’ora quando Rossetti con un numero riesce a tenere in campo il pallone sulla corsia di sinistra e lo rimette al centro per l’inserimento tempestivo Micovschi che batte tutti sul tempo e trova la deviazione vincente per il vantaggio dei padroni di casa. Gli ospiti si innervosiscono, soprattutto Cianci che colpisce Illanes al volto e per questo si vede sventolare il rosso diretto dall’arbitro Bitonti che lo manda dritto negli spogliatoi. Pur con l’uomo in meno il Teramo prova a rendersi pericoloso su calcio piazzato con Mungo che scalda i guantoni dell’attentissimo Abibi mentre Arrigoni scaraventa il pallone sopra la traversa. Anche nella seconda frazione di gioco la formazione di Tedino continua ad attaccare con Martignago che da buona punizione non inquadra il bersaglio grosso, l’occasione più grande per annullare lo svantaggio ce l’ha Lasik (il grande ex della serata) che a portiere battuto non riesce comunque a gonfiare la rete per il salvataggio sulla linea di Morero. Sulla ripartenza successiva l’Avellino sferra il colpo di grazia con Karic che non sbaglia e battezza l’angolino alla sinistra di Tomei. Fine dei giochi. CLICCA QUI PER IL VIDEO CON I GOL E GLI HIGHLIGHTS DI AVELLINO-TERAMO 2-0 (SERIE C)

VIDEO AVELLINO-TERAMO 2-0, LE DICHIARAZIONI

Queste le parole di Giovanni Ignoffo, tecnico dell’Avellino, nella conferenza stampa post-gara: “Veniamo da un percorso di crescita continua e questo fa piacere a me, allo staff e soprattutto ai ragazzi. Quando lavori in una certa maniera e ottieni risultati valorizzi quello che fai e prendi consapevolezza dei tuoi mezzi. Come dico sempre ai giocatori, la cosa importante è dare tutto in campo e fornire sempre la massima prestazione, a prescindere dal risultato che spesso è frutto di episodi casuali. Ci prendiamo la vittoria che ci consente di affrontare le prossime settimane con maggior tranquillità, ne approfitteremo per migliorare sugli aspetti dove siamo ancora un po’ deficitari, ad esempio sulla gestione del risultato in superiorità numerica”. L’allenatore del Teramo, Bruno Tedino, ha risposto così in sala stampa alle domande dei cronisti: “Sono convinto che la squadra abbia giocato molto bene nei primi venti minuti creando tutti i presupposti per passare in vantaggio. Quando eravamo in undici siamo stati propositivi anche se non siamo riusciti a sfondare il muro eretto dalla retroguardia avversaria, purtroppo su due ribaltamenti di fronte abbiamo subito prima il gol e poi l’espulsione, episodi che non devono fungere da alibi e indorare la pillola ma oggi in campo ho visto parecchi spunti interessanti. Sapevamo che l’Avellino fosse una squadra solida e compatta che non ti perdona niente, nel secondo tempo eravamo quasi riusciti a pareggiarla con Lasik e poi nell’azione successiva c’è stato il raddoppio degli irpini. Dobbiamo imparare a spostare gli episodi a nostro favore e soprattutto a portare a casa qualche punto, per cui tutti zitti e pedalare”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA